Vacanze in Sicilia

Itinerario da Ovest a Est in una terra ricca di storia, di tradizioni e di scenari mozzafiato

  • di beretz
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Voglia d’Italia, voglia di cibo Italiano, del Mare Nostrum, della nostra storia, della nostra lingua e della nostra natura. Quest’anno vogliamo andare in una delle nostre regioni e viverla intensamente. Non potevamo che scegliere la Sicilia, ricca di storia, di tradizioni, di scenari mozzafiato con un mare che non ha nulla da invidiare ad altri paradisi esotici.

Scegliamo come punto di partenza per le nostre escursioni Mazara del Vallo. Per raggiungere l’isola prenotiamo il traghetto con partenza da Livorno e arrivo a Palermo, a conti fatti è risultato il modo più economico per arrivare a destinazione.

Il nostro programma, come sempre devo programmare, prevede di visitare le località a partire dalla costa Trapanese fino a Noto. Un programma abbastanza impegnativo, ma abbiamo 19 giorni.

Preferisco raccontare il mio viaggio non in ordine cronologico ma seguendo l’itinerario che parte da Palermo e arriva a Noto, cercherò di darvi qualche spunto per i luoghi che meritano, per i ristoranti e le cose assolutamente da fare.

PALERMO

Il nostro viaggio comincia qui l’11 agosto. Palermo ci dà il benvenuto in Sicilia quando sbarchiamo dalla nave della compagnia Grimaldi e ci saluta quando a malincuore partiamo il 30 agosto.

CASTELLAMMARE DEL GOLFO

Una insenatura tra Palermo e San Vito lo Capo. Decidiamo di non visitare la città perché c’è molto traffico, così proseguiamo per la spiaggia di Guidaloca, una bella insenatura, circondata da torri erette a difesa della costa, con un mare stupendo grazie anche ai fondali rocciosi. Ci sono numerosi parcheggi e una spiaggia libera. La spiaggia è di ciottoli ed è un po’ affollata ma ci godiamo ugualmente qualche ora di sole, c’è la possibilità di fare snorkeling.

Proseguendo lungo la costa si arriva a Scopello, località famosa per i faraglioni, anche se qualcuno la conosce perché location di una famosa pubblicità. Lasciamo l’auto al parcheggio del ristorante e a piedi raggiungiamo l’ingresso della riserva, il costo è di 4 euro a persona. C’è coda, veramente non sono tante le persone in attesa solo che per poter entrare bisogna aspettare che escano i visitatori, questo per mantenere un numero massimo di persone all’interno del parco, è senz’altro meglio venire al mattino. Aspettiamo pazientemente il nostro turno, nel frattempo scattiamo qualche foto al bellissimo panorama, da qui si ha un’ottima vista sui faraglioni, e ascoltiamo le chiacchiere del custode, ottimo intrattenitore.

Percorrendo un sentiero nel parco si arriva alla tonnara, non c’è spiaggia, non ci sono bar o ristoranti, c’è uno spazio attrezzato sotto un tendone con alcune sdraio che sono a disposizione degli ospiti e l’accesso al mare è costituito da una discesa in cemento. La tonnara dovrebbe essere visitabile ma oggi è chiusa. Lo spettacolo maggiore lo offre comunque il mare. Acque che invitano a bagnarsi, colori dal blu intenso all’azzurro chiaro con i faraglioni che si stagliano dal mare. In questi luoghi sono state girate anche alcune sequenze della fiction del Commissario Montalbano. Per il ristoro ci sono delle macchinette per bevande e snack.

SAN VITO LO CAPO

Partiamo all’alba da Mazara per raggiungere il porto di San Vito Lo Capo, arriviamo al parcheggio libero situato vicino al Cimitero. Ottima soluzione per chi vuole trascorrere qualche ora a San Vito senza spendere un patrimonio in parcheggi. Raggiungiamo il molo dove ci attende la barca Maria I° che ci porterà a scoprire la costa della Riserva dello Zingaro

  • 22248 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social