Sicilia: dai templi al mare sotto il vulcano

Avventura on the road tra templi e mare, città barocche e vulcani della bellissima Sicilia orientale

  • di Matthew Martino
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

IDEA DI VIAGGIO - PROGRAMMA DI VIAGGIO

Vabbè... quest'anno, questo piccolo viaggetto che abbiamo deciso di fare non ha mete precise o punti prefissati per la notte, ma strade sconosciute e impreviste. Ci faremo portare così, come il vento sposta le nuvole e chissà dove andremo a volare...

24 maggio: partenza da Malpensa e arrivo a Catania, ritiro della nostra piccola auto a noleggio e via, subito verso Siracusa.

24-25: qualche giorno nei pressi di Siracusa

26-27: gireremo tra Marzamemi e Portopalo di Capo Passero... Noto e Modica

28-29: ci sposteremo fra i templi di Agrigento e la Scala dei Turchi

30-31: scopriremo la leggenda dei Faraglioni dei Ciclopi tra Catania, Aci Castello e Aci Trezza (se faremo in tempo)

1-2 giugno: saremo alla mitica Taormina alle pendici dell'Etna.

Porteremo poche cose ma il costume e la curiosità sono già in valigia pronti per scoprire questa nostra isola meravigliosa: la SICILIA. Seguiteci in questa piccola avventura che sicuramente ci lascerà delle bellissime cartoline negli occhi e nel cuore.

Teo e Simona.

SIRACUSA FINALMENTE!

Oggi la giornata inizia con una bella levataccia, cosi alle 6.00 siamo già in piedi, alle 6.30 siamo in strada direzione Malpensa.

Il volo parte con un leggero ritardo ma il tempo in aereo passa in fretta perché conosciamo un signore delle nostre zone che è in viaggio per lavoro e con cui scambiamo una bella chiacchierata. Atterrati a Catania il clima è ottimo: né troppo caldo né troppo freddo, ritiriamo la macchina e dopo una breve sosta per rimpinzarci di arancini, partiamo in direzione Siracusa. Parcheggiamo l'auto sotto il nostro b&b che sono già quasi le 14.00, fatto il check in e lasciate le valigie, ci incamminiamo a piedi verso il parco archeologico Neapolis. La strada sembra non finire mai... ma è soltanto la stanchezza a rendere le gambe pesanti e dopo meno di 15 minuti di camminata siamo dentro. Ci dirigiamo subito al teatro Greco, dove in questo periodo rievocano le bellissime opere greche. Il posto è incantevole, rocce bianche si innalzano dietro le scalinate e come cornice, sullo sfondo, il mare. Al centro del teatro un albero secolare immenso prende la scena e noi siamo catapultati direttamente nel IV secolo a.c. Sotto un bel sole, che inizia a farsi cocente, ci dirigiamo, dopo aver scattato alcune foto, verso l'orecchio di Dioniso nella prossimità del teatro. L'orecchio di Dioniso altro non è che una grossa caverna alta circa 23 mt e profonda 65. Fu chiamata così dal Caravaggio in base alla leggenda secondo cui il tiranno Dioniso, dopo averci imprigionato gli Ateniesi sconfitti, avrebbe sfruttato le straordinarie proprietà acustiche per ascoltare i discorsi dei prigionieri. Ultima tappa del sito è l'anfiteatro romano, risalente al II secolo, dove si tenevano i combattimenti dei gladiatori e le corse dei cavalli. Verso sera ci siamo diretti verso Ortigia, l'isola centro storico di Siracusa. Questo è il vero cuore della città, qui le vie lastricate sono lucenti e bellissime, ad ogni angolo c'è qualcosa di meraviglioso come il tempio di Apollo. La fame e la stanchezza iniziano a farsi sentire così cerchiamo un ristorante per la cena, prima però ci fermiamo a scattare alcune foto al meraviglioso duomo della città: capolavoro barocco, un tempo acropoli di Siracusa. Il duomo fu eretto sopra all'antico tempio di Atena, infatti guardando lungo il fianco si notano benissimo le antiche colonne. Dopo aver cenato egregiamente in un piccolo ma bel ristorantino (a putia) torniamo al nostro b&b e ci concediamo il meritatissimo riposo... A domani mondooo!

SIRACUSA - DAY TWO

È il nostro secondo giorno a Siracusa. Dopo una ricca colazione a base di brioches, granita alle mandorle e ovviamente caffè, andiamo a curiosare nella famosa via del mercato. Rimaniamo davvero colpiti dai colori, dai profumi e dalle persone che urlano per attirarci verso le loro bancarelle

  • 25993 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social