Un tour in Sicilia

Da Acireale a Palermo, passando per la Riserva dello Zingaro, Marzamemi...

  • di mauiri.si
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Carichiamo la nostra tenda in auto e partiamo decidendo di fare la prima tappa ad Acireale, ai piedi dell'Etna. Arrivati la mattina presto, dopo una notte trascorsa a percorrere tutta l'Italia, non ci rimane altro che montare la tenda all'ombra di un albero ed abbandonarsi ad un lungo riposo. Visitiamo Taormina dalla cui terrazza si apre uno spettacolo sul mare sottostante e l'Etna; si deve ammettere che gli antichi greci sapevano scegliere i luoghi. Nella piazza non ci resta altro che sederci ad ammirare la vista sorseggiando il latte di Mandorla (non alla Mandorla), squisito. Saliamo al rifugio Sapienza, dove parcheggiamo la macchina, e da lì, con la funivia, alle pendici dell'Etna; avanziamo camminando, naso e bocca avvolti, per non essere soffocati dallo zolfo, ed all'improvviso, davanti a noi, una spessa nuvola si leva lentamente come una cortina bianca che sale e che sorge dalla terra e sulla destra si apre un prodigioso, uno spaventevole abisso, di quasi cinque chilometri di circonferenza.

Sempre più a sud fino alla punta estrema fermandoci a Marzamemi, paesino con una tonnara completamente ristrutturata. Da qui visitiamo i dintorni alternando il barocco siciliano (Noto, Ragusa…) ad oasi naturali (cava di Cassabili, oasi di Vendicari…). Ci aspetta un lungo trasferimento fino alla più bella tra le città dei mortali. Da Gela ad Agrigento la strada che corre lungo il margine meridionale dell'isola non offre grande interesse. Tuttavia il cuore batte forte quando appare, sulla sua aspra collina, la Valle dei Templi. Le grandi meraviglie sono, tra le altre, il Tempio della Concordia, perfetta opera dell'architettura dorica, e il Tempio di Giove Olimpico, il maggiore degli edifici sacri di Sicilia.

Per completare il nostro tour ci dirigiamo, questa volta, verso nord, a San Vito lo Capo dove, nei pressi c'è la riserva dello Zingaro, paesaggio marino tra i più belli mai visti in Italia e poco lontano Palermo. L'ingresso di Palermo, sontuosa e oscena, colpisce il visitatore, non tanto per la città in sé quanto per lo stupendo anfiteatro di montagne che formano la baia. Visita il mio sito: http://maurisilvia.altervista.org/index.html

  • 4840 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social