Pantelleria: la ami o la odi

Sabato 7 luglio ore 7.05 Malpensa 2: il nostro volo della Blue Panorama dovrebbe partire con destinazione Pantelleria, ma come la maggior parte delle volte che abbiamo volato con questa compagnia, l’aereo decolla con mezz’ora di ritardo. Dopo un’ora e ...

  • di cactus
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Sabato 7 luglio ore 7.05 Malpensa 2: il nostro volo della Blue Panorama dovrebbe partire con destinazione Pantelleria, ma come la maggior parte delle volte che abbiamo volato con questa compagnia, l’aereo decolla con mezz’ora di ritardo. Dopo un’ora e 20 di volo atterriamo.

Il cielo è un po’ coperto e non ci sembra neanche che faccia un gran caldo per essere luglio.

L’aeroporto è piccolo, c’è un unico nastro per i bagagli, che arrivano dopo 10 minuti dallo sbarco. Dalle vetrate, a un metro da noi, vediamo l’addetto che carica i bagagli sul nastro e i nostri ci sono! All’uscita ci aspetta Ruben, uno dei responsabili del resort dove abbiamo affittato un dammuso. Ci indica dove ritirare le chiavi dello scooter che avevamo prenotato da casa (cc150 € 120,00 per una settimana, autonoleggio Policardo). Carica i nostri bagagli sulla sua jeep e seguendolo in scooter per 10 minuti, tra strette strade asfaltate, qualche dammuso sparso a caso e qualche minuto di strada sterrata arriviamo a Scauri, zona Penna al resort Dammusi Sciuvechi. Il primo impatto con l’isola è stato duro e un po’ desolante. Ma i colori ci hanno subito incantato. Il nostro dammuso è in una riserva tranquillissima, a volte anche troppo, a 700 m dal mare, ma per arrivarci ci vuole sempre il nostro fidato scooter.

Per prima cosa ci mettiamo un paio di pantaloncini e una maglietta leggera e perlustriamo il resort. C’è un vecchio jardino arabo dove è stata ricavata una sala per la cena, un idromassaggio coperto da una vetrata, il bagno turco, una piccola piscina, il tutto immerso nella natura più selvaggia e silenzio incontaminato.

Partiamo con il nostro motorino per Pantelleria “città” per incontrare una coppia di amici che per la terza volta ha trascorso le vacanze qua e che alle 17 penderà il volo per casa.

Con loro facciamo un giro completo dell’isola (83 km2 ), ci consigliano delle calette e sconsigliano delle altre. Ci fermiamo a Scauri per pranzo, al ristorante “la Vela”, in riva al mare. La proprietaria arriva al nostro tavolo a prendere le ordinazioni con un vassoio colmo di pesce fresco e un’aragosta che si muove ancora. Antipasti misti (zucchine, melanzane, tumma, moscardini...), caserecci con pesce spada e mandorle, trancio di tonno alla griglia, vino di zibibbo, bacio pantesco: 25 € a testa...Ottimo inizio! Nel pomeriggio restiamo al resort, proviamo la piscina, ma gli altri ospiti sono abbastanza antipatici, c'è un silenzio imbarazzante, nessuno fa il bagno, noi ci parliamo sotto voce, entriamo un pò in acqua...Ma un bel cd di café del mar, no?! Ci voleva proprio.

Per cena proviamo il ristorante del resort, non male, ma niente di speciale: penne gamberi e mentuccia, triglie in agrodolce e macedonia, acqua: 20 euro a persona.

In 10 minuti raggiungiamo Mursia, l'hotel Mursia e Cossyra dove alloggiano i nostri compagni d'avventura, Patty e Dotti, arrivati nel pomeriggio. E’ composto da due grandi edifici bianchi ad archi, circa 100 camere, si mangia bene e ci sono due belle piscine grandi di acqua salata, che nei prossimi giorni ci godremo.

Domenica 8: ci troviamo con Patty e Dotti a Pantelleria “città”. Di storico c’è solo il castello “il barbacane”, non si può entrare a visitarlo, e i resti del porto fenicio, proprio al centro del nuovo porto. Ci sono pochi negozietti carini, i soliti di souvenir e nelle vie interne alcuni di prodotti tipici (consiglio l’enoteca/prodotti tipici in via Catania e un’occhiata nel negozio di fronte Patané). Facciamo benzina (gli unici due distributori dell’isola sono a Pantelleria) e prendiamo da bere, visto che nelle calette non esistono bar o chioschetti

  • 8358 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social