Marzo 2006 Praslin, La Digue, Mahe fai da te

Guide Leggere (e magari stampare e portare in viaggio) tutti i racconti di viaggio presenti su turistipercaso.it e buona parte dei forum di discussione, molto più utili della scarna Lonely Planet, che comunque va consultata. Esiste un’ottima guida in francese ...

  • di Iacopo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Guide Leggere (e magari stampare e portare in viaggio) tutti i racconti di viaggio presenti su turistipercaso.It e buona parte dei forum di discussione, molto più utili della scarna Lonely Planet, che comunque va consultata. Esiste un’ottima guida in francese sulle Seychelles, che vendono all’aeroporto di Parigi. Imprescindibile www.Seychelles.Com Itinerario Napoli – Parigi – Mahe –Praslin – La Digue – Mahe –Parigi – Napoli. (Tra l’altro passando per Parigi è possibile evitare di pagare i 42 euro di tassa sul passaporto, Airfrance fa delle offerte notevoli sull’acquisto del biglietto via internet e le miglia accumulate valgono anche per millemiglia Alitalia – ammesso ci sia ancora qualcuno che viaggia Alitalia). Cambio Abbiamo cambiato 4 volte complessivamente 450 € (tre volte a 10 e una volta a 11), dal taxista che appena arrivati ci ha portato dall’aeroporto di Praslin ad Anse Volbert, da un rasta per strada, al porto (jetti) di Praslin e dal tipo che ci ha noleggiato la macchina a Mahe. Cambiare a Praslin è facilissimo, e i tipi che vogliono cambiare ad un certo punto diventano quasi fastidiosi. A La Digue invece in 3 giorni solo una volta un tipo per strada (la mattina vicino al jetti) ci ha chiesto se volevamo cambiare. A Mahe il cambio lo abbiamo addirittura avuto a domicilio dal fittamacchine, ma lì mai nessuno per strada ci ha chiesto se volevamo cambiare.

Spese Complessivamente 1600 euro a testa, di cui 760 per il volo Napoli – Parigi – Mahe a/r, 60 per l’aereo Mahe Praslin, 20 per il traghetto Praslin – La Digue a/r, 40 per l’aliscafo Praslin – Mahe, 75 € (=150/2) per i 3 giorni di macchina a Mahe, per le guesthouse abbiamo speso complessivamente 395 € a testa (11 notti), il resto per mangiare, entrare in qualche parco e varie cosette.

Probabilmente è possibile risparmiare qualcosa, ma non moltissimo, non andando praticamente ogni sera al ristorante, e contrattando sistematicamente sui prezzi e sul cambio nero. Sulle spese i 50 € al giorno di noleggio macchina a Mahe pesano in maniera significativa (5% delle spese complessive di viaggio). Dato che a Mahe è assolutamente necessario avere la macchina per non perdere tempo e poter andare dappertutto, nel preventivo di viaggio aggiungete sempre + 50 € al costo di una stanza a Mahe.

Guesthouse Praslin: Rosemary Guesthouse 70 € la doppia con colazione (di frutta tropicale, pane e marmellata succo di frutta e the (o caffè)). La sistemazione più bella, direttamente su Anse Volbert, abbiamo avuto la migliore stanza della Guesthouse, quella che affaccia sul mare. Pensione molto silenziosa in quanto lontana dalla strada principale, Herbert, il figlio gentilissimo della proprietaria, se glielo chiedi ti accompagna con la barchetta a Curieuse e St Pierre per 25 €, una sera ha anche organizzato una cena per tutta la Guesthouse costata solo 10 € a testa. Nelle vicinanze ristoranti, spacci e cambisti al nero in abbondanza.

La Digue: Pension Residence Chez Michelin 80 € self catering. Bungalow enormi, in realtà per 4 persone (il costo per 4 persone è solo 100 €), sul mare a due passi dal Jetti, ti noleggiano le biciclette ad un prezzo di favore (35 rupie) e te le portano fin sotto il bungalow. Come tutte le sistemazioni di La Digue contatto diretto con la natura, ossia insetti in camera (ad esempio gli enormi scarafaggi indiani), uccelli sul tavolo, gechi alle pareti. Se si comunica l’orario di arrivo, ti vengono a prendere con il carro col bue al Jetti, utile se si hanno molti bagagli.

Mahe: Hotel “la Roussette” 90 € con colazione (banane, uova, pane e marmellata the). Un Hotel un po’ decadente, a me ha ricordato i Motel di alcuni film americani on the road, la vicinanza della principale (anche perché unica) strada nord-sud di Mahe lo rende rumorosissimo. La principale comodità consiste nell’essere molto vicino all’aeoporto, importante se il volo (come accade spesso se diretto per l’Italia) è la mattina. Niente di che la spiaggia di fronte. Sono comunque gentilissimi e ci hanno permesso di occupare la stanza fino alle 19 dato che il nostro aereo partiva alle 21.45

  • 2060 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social