Seychelles belle con qualche neo

Con questi consigli vogliamo dare qualche dritta a chi si accinge a partire per le Seychelles e ringraziamo quanti prima di noi hanno dato il proprio contributo che ci è stato molto utile. Allora: eravamo in coppia, e per forza, ...

  • di Francesca Ciccone
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Con questi consigli vogliamo dare qualche dritta a chi si accinge a partire per le Seychelles e ringraziamo quanti prima di noi hanno dato il proprio contributo che ci è stato molto utile. Allora: eravamo in coppia, e per forza, visto che le Seychelles sono la classica destinazione da coppia... Infatti abbiamo visto solo 2 gruppi di single (tra l'altro italiani). Quindi il primo consiglio è di scoraggiare i single a partire per le Seychelles: morireste di pizzichi, visto che si cena alle 19,30 e si va a dormire alle 22. Non ci sono o quasi locali e non c'è nemmeno la possibilità dello struscio serale, visto che non ci sono centri abitati come li intendiamo noi (tranne la capitale Victoria e La passe a La Digue), né negozietti aperti la sera (chiudono alle 17.30).

Allora mare e sole e basta. Ok parliamo di questi 2 argomenti. Il mare ha dei bellissimi colori, ci sono spiagge molto belle (segnalo in ordine di visita Anse Lazio e Cote d'or a Praslin, Anse Source d'argent e Anse patate a La digue, e Anse intendance, e baie Lazare a Mahé tra le più belle viste) e l'acqua è esageratamente calda, ma il bagnetto non è dei più facili, perché o l'acqua è troppo bassa per le maree, o ci sono troppe correnti oppure le onde ci sbatacchiano sugli scogli, cmq una volta in acqua si vedono meno pesci e colori del mar rosso e l'acqua è sempre un po' torbidina (sabbia? plancton?). In ogni caso il bagno di 2 ore è assicurato, ma è consigliabile indossare una maglietta, almeno i primi giorni, visto il sole impietoso. Parliamo del sole: noi abbiamo usato protezione totale e fattore 50 e abbiano passato la prima settimana con principi di eritema e pruriti vari.. Regolatevi. La cosa buona è che c'è l'ombra dei takamaka in quasi tutte le spiagge. A proposito dei pruriti: zanzare ce ne sono poche, ma in alcune spiagge e specie di pomeriggio escono fuori i sand flies per le cui punture mi sto ancora grattando. Riguardo al clima, noi siamo andati dal 12 al 25 febbraio e abbiamo trovato 31 gradi con un'umidità fortissima, tipo Roma a luglio, ma abbiamo notato che verso la fine del mese si stava meglio, quindi meglio evitare i periodi dicembre-febbraio.

Riguardo alle isole visitate la più bella è La Digue, perché è la più tranquilla, si va in bicicletta in quanto ci sono poche macchine ed è possibile anche fare una passeggiata in paese. La seconda in ordine di preferenza secondo noi è Mahè, le cui spiagge della parte sud-occidentale sono molto belle. Va detto che a Mahè (vicino la capitale Victoria) c'è una montagna alta 900 m. Sempre contornata da nubi, quindi la zona intorno a Victoria è battuta dalle piogge ed in generale tutta la parte orientale dell'isola è spesso nuvolosa, visto che almeno a febbraio i venti tirano da ovest. Praslin è quella che ci è piaciuta di meno, sia per le spiagge che per i centri abitati... A Mahè e Praslin abbiamo affittato la macchina a 50 euro al giorno dal momento che siamo pigretti e non ci andava di aspettare l'autobus sotto quella cappa di afa. Inoltre considerate che camminare su queste isole è difficilissimo, non ci sono marciapiedi, le strade sono strette, con salite anche del 35% , ci passano le macchine (tutti pickup a diesel sporchissimo, altro che euro 4!!! fumano come raffinerie) non ci sono guardrail o altra segnaletica orizzontale o verticale che sia e ci sono gli strapiombi a lato. Quindi dopo il primo giorno in cui abbiamo camminato in fila indiana sotto lo scoppio del sole, abbiamo optato per una "comoda" Daiatsu Charade con aria condizionata sfiatata e gomme lisce... A Mahè invece abbiamo noleggiato una Daiatsu Cuore sempre scassata, inoltre abbiamo anche bucato (forse era già bucata viste le condizioni delle strade) e girato con il ruotino per 2 giorni. A La Digue invece il nostro mezzo di locomozione è stata la bicicletta, 35 rupie al giorno.NB è difficilissimo trovare una bici che non sia mountain bike ma noi ci siamo riusciti

  • 3999 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social