Le mie (ultime) Seychelles

In otto anni le ho visitate tre volte. Durante l’ultimo viaggio (2018) le ho trovate diverse, in meglio sotto alcuni aspetti, in peggio sotto altri. Ecco tutto quello che c’è da sapere su Mahé, La Digue e Praslin

  • di mokina
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

In 8 anni le ho trovate diverse, in meglio sotto alcuni aspetti, in peggio sotto altri. Tutto quello che c’è da sapere su Mahé, La Digue e Praslin

AGOSTO 2010 E 2018, MARZO 2013: LE MIE (ULTIME) SEYCHELLES

Penso proprio che quello di quest’anno sia stato l’ultimo viaggio in queste splendide isole: stanno cambiando, non sono più le stesse e, per me, non in meglio.

Il progresso regala benessere, porta a costruire case, strade, migliora i trasporti pubblici, ma purtroppo toglie il fascino del luogo “incontaminato” e selvaggio, quel paradiso che sogno di trovare durante il mio viaggio.

Delle tre, La Digue è quella cambiata maggiormente; per strada bisogna fare attenzione alle numerose biciclette (persino quelle elettriche), alla moltitudine di turisti (soprattutto francesi e italiani), ai taxi, ai mezzi elettrici e i camioncini di trasporto materiali.

Non si corre più il rischio che il bancomat sia vuoto (ce ne sono ben tre), ci sono 70 guest house sparse dappertutto (in compenso manca l’unico panettiere che ha chiuso), i locali organizzano la festa di Ferragosto con le bancarelle e, in ogni dove, c’è un banchetto che vende frutta (nella sola Anse Severe ben 4, uno dietro l’altro).

In 8 anni le ho trovate diverse, in meglio sotto alcuni aspetti, in peggio sotto altri: ecco il perché del titolo e della mia introduzione al viaggio.

Inizio col dire che, fuori dal coro, a chi mi chiede quale sia la mia isola preferita non ho dubbi: Mahé.

L’isola principale ha spiagge bellissime, il mercato ed un grande centro commerciale per fare la spesa dove si trova anche il latte fresco (Bois de Roses, appena fuori Victoria sulla strada per l’aeroporto), oltre a numerosi sentieri di trekking: è l’isola dove potrei pensare di trascorrere un po’ del mio tempo quando ne avrò molto per viaggiare.

Le Seychelles non hanno stagioni e sono visitabili 12 mesi all’anno: i locali dicono che i mesi migliori siano ottobre e novembre, ma vi garantisco che in 19 giorni ad agosto abbiamo trovato una giornata e mezza di pioggerella (temperatura 27C, acqua del mare piacevolmente fresca).

Facilissimo ormai organizzare un viaggio: volo notturno perfetto con Emirates (comprato a gennaio) , acquisto traghetti (comprati ad aprile) online sul sito www.seychellesbookings.com (selezionando la lingua=italiano), dove al porto l’incaricata della compagnia di navigazione (la riconoscete per la camicia blu con i frangipani bianchi) vi cercherà per darvi i biglietti, prenotazione guest house diretta o con Booking (a febbraio).

In tre viaggi sono comunque sempre riuscita a fare o vedere qualcosa di nuovo, pertanto inutile dirvi come dividere i pernottamenti: calcolate almeno 5 notti a Mahe e Praslin, 4 a La Digue, ma avrete comunque solo un assaggio e non vi basteranno di certo per vedere tutto.

Per il budget vi serviranno mediamente 90 euro al giorno l’appartamento, 40 l’auto, 6 la bicicletta a La Digue e 250 euro le tre tratte con il Cat Cocos e Roses fra le isole (in due); se uscite a cena non meno di 25 euro a testa, ma si risparmia moltissimo con il self catering e i take away dove una porzione di riso e pollo o pesce non costa più di 3 o 4 euro.

Una buona idea può essere quella di chiedere la cena direttamente alla guest house in cui si soggiorna: con 20 euro a testa vi cucineranno riso, pesce e verdure.

PRASLIN

Cat Cocos - 50 euro a testa- un’ora di mare un po’ mosso

Residence Praslinoise - 90 euro al giorno: appartamento nuovo, molto pulito e accessoriato in una zona un po’ defilata dell’isola, vicino ad Anse Georgette; presto asfalteranno la strada ed aggiungeranno ristorante e piscina, quindi temo aumenteranno i prezzi

  • 2406 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social