Le Seychelles e lo spirito creolo

20/08/05 Italia - Mahè Ore 20.30 Aeroporto di Roma Fiumicino. Finalmente si parteeeeeeee !!!!!! Il volo, effettuato con un Boeing 767 della Air Seychelles da 246 posti, è durato 8 ore e 20 minuti. La Air Seychelles è un’ottima compagnia. ...

  • di Giovanna Tullo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
 

20/08/05 Italia - Mahè Ore 20.30 Aeroporto di Roma Fiumicino. Finalmente si parteeeeeeee !!!!!! Il volo, effettuato con un Boeing 767 della Air Seychelles da 246 posti, è durato 8 ore e 20 minuti. La Air Seychelles è un’ottima compagnia. Il servizio di bordo è di prim’ordine. Le hostess e gli stewart sono gentilissimi e la cena creola (anche se fatta alle 23.00) è molto buona. Molto coinvolgente la musica creola che si ascolta appena saliti a bordo. Sembra quasi di respirare già l’atmosfera seychellese.

21/08/05 Mahè Una volta scesi all’aeroporto di Mahè, che è sul mare ed è in fase di rifacimento, ci siamo dovuti fermare all’ufficio immigrazione dove a ciascun turista viene rilasciato un permesso di soggiorno turistico e dove a tutti viene controllato il biglietto di ritorno.

Mahè è l’isola principale delle Seychelles ed è caratterizzata da una grande varietà di paesaggi. Infatti alle stupende spiagge sabbiose bianche come cipria, circondate da palme e takamaka si alternano suggestivi promontori granitici coperti di vegetazione tropicale e piantagioni di the. Ovunque palme, banani, felci, ibiscus, frangipane alberi del pane, di passionfruit e takamaka.

Lasciato l’aeroporto a bordo di un pulmino in venti minuti siamo arrivati al Casuarina Beach Hotel, il nostro hotel a Mahè. Nel tragitto verso il Casuarina abbiamo conosciuti i simpaticissimi toscani Tiberio ed Elisabetta che durante il nostro soggiorno a Mahè sono diventati i nostri inseparabili amici.

Il Casuarina Beach Hotel si trova direttamente sulla spiaggia di Anse Aux Pins immerso in una bella vegetazione e situato in ottima posizione per muoversi liberamente sull’isola. L’albergo, di proprietà del fratello della proprietaria di Alke Viaggi, è carino e nel tipico stile creolo. Le camere invece, anche se offrono una bella vista mare e hanno l’aria condizionata, avrebbero bisogno di essere ristrutturate così come i servizi igienici che lasciano molto a desiderare. A disposizione dei clienti, oltre la spiaggia, c’è un biliardo e un piccolo campo da bocce. La cucina creola offerta al Casuarina è abbastanza buona. La colazione è a buffet mentre la cena è servita.

Dopo la sistemazione in camera e il cambio in nero dei primi Euro in Rupie, col cambio 1/10 contro l’1/6 che offrono le banche, siamo andati a fare un giro nella capitale Victoria. La prima cosa che ci ha meravigliato è stata la fermata dell’autobus. La più vicina al Casuarina è contraddistinta da un albero lungo la strada. Si avete letto bene. Non c’è nessun segnale se non questo albero sotto il quale la gente si mette in attesa dell’autobus. All’andata comunque non siamo andati in autobus ma abbiamo accettato il passaggio di Christopher, un ragazzo seychellese che avremmo poi rivisto anche nei giorni seguenti. Christopher ci ha portato direttamente a Victoria dove abbiamo acquistato una convenientissima sim card da 200 Rupie della Airtel, una compagnia telefonica seychellese, che abbiamo usato sempre per telefonare a casa.

Victoria, così chiamata in onore della Regina Vittoria d’Inghilterra, è la capitale delle Seychelles ed è l’unica vera “città” di tutte le Seychelles. Con i suoi 20.000 abitanti è una delle capitali più piccole del mondo, è ordinata e carina e si visita in poco tempo. Il centro della città è facilmente riconoscibile dalla Clock Tower, posta all’incrocio di Indipendence Avenue, la via principale dove sorgono gli edifici più importanti e Albert Street, la trafficata via commerciale. I seychellesi sono molto simpatici, gentili e si ingegnano come possono. Infatti è possibile vedere tantissimi pick up con a bordo una decina di persone. Lasciata Victoria in autobus, direttamente dal terminal della Capitale, abbiamo raggiunto Beau Vallon. Beau Vallon Beach è la spiaggia più turistica di Mahè ma a nostro avviso non la più bella. Nonostante spesso i vari tour operator tendano a definirla tale. A forma di mezzaluna, immersa nel verde offre un mare calmo e piatto dove si può fare il bagno tranquillamente ed è la spiaggia dove a Mahè abbiamo trovato più italiani. Alla fermata dell’autobus invece ci siamo intrattenuti con un gruppo di simpatiche vecchiette con i loro allegri cappellini e i vestiti dai colori sgargianti. Prendere l’autobus è sicuramente un’esperienza affascinante. Sono efficienti, toccano tutti i punti dell’isola, il biglietto costa solo 3 Rupie a corsa e sono sempre strapieni di sorridenti seychellesi pronti a dare una mano e a fare una chiacchierata con i turisti

  • 2060 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social