Seychelles fai da te

Dritte e informazioni pratiche per godersi al meglio Praslin, La Digue e Mahé

  • di ciottolina
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Siamo 2 adulti e 2 bambini di 6 e 10 anni, per questo viaggio dal 17 al 30 aprile 2018 abbiamo optato per un totale fai da te, come del resto facciamo sempre laddove possibile, prenotando tutto tramite internet e risparmiando così parecchi soldi rispetto ad un qualsiasi appoggio di agenzia o tour operator.

VOLO

Noi abbiamo trovato una buona offerta da Roma con Air Emirates e scalo a Dubai. 550€ a testa per viaggiare con la compagnia numero uno al mondo, non è male! Abbiamo prenotato i voli a metà gennaio, periodo che di solito è ottimo in quanto evidentemente le compagnie aeree abbassano i prezzi dopo il picco di Natele e fineanno. Un’altrenativa da verificare come prezzo è anche Air Ethiopian, che ha buone recensioni e normalmente ha prezzi inferiori di Air Emirates. Nel nostro caso, stante l’offerta, il prezzo era uguale, quindi non abbiamo avuto dubbi. Noi normalmente viaggiamo con solo bagaglio a mano, cosa consigliatissima per evitare lo stress del ritiro bagagli al nastro. Andando verso mete calde e avendo la possibilità di fare lavatrici in caso di necessità è la cosa migliore da fare.

Per lo spostamento da Mahè a Praslin all’andata abbiamo optato per un volo interno con Air Seychelles, questo perché ci siamo trasbordati subito su Praslin e in questo modo siamo rimasti in aeroporto ad aspettare il volo interno piuttosto che doverci sbattere ad andare al molo per prendere il traghetto. La scelta è stata molto azzeccata, il volo interno infatti è davvero scenografico, simile a quello che si fa alle Maldive. Si tratta infatti di un aeroplanino da 20 posti che sorvola l’oceano indiano regalando panorami mozzafiato. Ovviamente sconsigliato a chi ha paura di volare!

ALLOGGI

Noi abbiamo contattato moltissime guesthouse, la nostra esigenza era avere un appartamento per poter cucinare la sera, visto che quando torniamo a casa stravolti dalle giornate di mare ed escursioni preferiamo cucinarci piatti italiani e andare a dormire presto coi bambini che sono stanchissimi. Il consiglio è di trattare sul prezzo, in quanto molti di fronte a una richiesta di abbassare ci hanno fatto prezzi migliori.

Praslin – abbiamo prenotato 6 notti alla SkyBlue Guesthouse gestita da Marcus Hibonne. Si tratta di bungalow immersi in un giardino tropicale, all’interno del quale ci sono anche degli esemplari di pipistrelli giganti e due tartarughe giganti anche esse. La guesthouse si trova vicino alla spiaggia e al villaggio di Anse Volbert. Abbiamo scelto questa location perché le spiagge di questo lato dell’isola sono più belle, almeno sicuramente nel nostro periodo dell’anno. Inoltre il prezzo è veramente buon per l’isola, noi abbiamo pagato 100€ a notte. Il bungalow che è bifamilare è ben spazioso, con una grande camera da letto matrimoniale, un salotto in cui sono stati messi due letti singoli, una cucina e un patio con tavolo e sedie che abbiamo sfruttato tutte le mattine e le sere. C’è anche una utilissima doccia esterna per togliersi la sabbia al rientro dal mare. Le stanze hanno ventilatori a pale sul soffitto e nella matrimoniale anche il condizionatore. Noi non ne abbiamo avuto bisogno in realtà, la notte si stava bene senza. Le finestre non hanno zanzariere e come tutti i paesi tropicali dentro è fuori e viceversa, quindi tocca munirsi di abbondante autan in quanto le zanzare prolificano. Marcus e i suoi genitori vivono in due case nella stessa proprietà quindi qualsiasi cosa di cui sia abbia bisogno sono sempre disponibili. A noi non funzionava un ventilatore a pale e ce l’hanno riparato all’istante così come una finestra che non chiudeva bene. Forniscono anche teli mare, cosa per noi indispensabile per viaggiare col solo bagaglio a mano. Nota dolente il wifi che è piuttosto debole nei bungalow, c’è una zona comune dove prende meglio ma comunque è lento rispetto ai nostri standards. Ultima cosa, i bungalow sono molto basici, arredamento vecchiotto, poche stoviglie ma comunque sufficienti per cucinare, ma la pulizia è davvero molto accurata e anche gli asciugamani vengono cambiati ogni giorno. Se cercate qualcosa di moderno e ben tenuto, non è certo il posto dove stare. Se invece non avete particolari pretese, la location è ottima e il prezzo il più basso che abbiamo trovato

  • 8360 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social