Praslin, La Digue, Mahé: il meglio delle Seychelles

Forse il paradiso terrestre assomigliava alle Seychelles, ma di sicuro faceva meno caldo! Natura splendida sia sopra che sotto il mare

  • di proto
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro

Il giorno seguente siamo andati alla famosa anse Lazio che si trova nella parte più a nord dell' isola. Qui la barriera è assente per cui le onde dell'oceano arrivano dirette. Forse per il maltempo della notte prima o per la stagione, i frangenti erano alti e si poteva solo “ prendere le onde “ o i più bravi tuffarsi nell' onda e riemergere oltre i frangenti!

Il giorno successivo siamo andati con una barca a visitare tre isole; la prima, Curieuse, ospita una colonia di tartarughe giganti di Aldabra. Lì abbiamo fatto un bel bagno. Poi, traversata una foresta di mangrovie, per fortuna quasi tutta su passerelle dove abbiamo visto molti granchi violinisti e molti molluschi, spiaggiati in attesa dell'alta marea, siamo arrivati dall'altro lato dell'isola. Qui dopo altri bagni ci aspettava un ricchissimo barbecue a base di pesce arrosto, pollo in umido, insalate di pesce affumicato e frutta a volontà menù tipico delle Seychelles. Abbiamo sostato davanti all'isola di St. Pierre dove abbiamo fatto snorkeling e visto pesci colorati in quantità.

Il giorno seguente abbiamo deciso di andare a fare il bagno ad Anse Georgette, spiaggia molto famosa per la sua bellezza. Il problema è che per arrivare alla spiaggia bisogna traversare il campo da golf del Lemuria resort che rilascia il permesso di passare a un piccolo numero di persone ogni giorno e bisogna prenotare con un certo anticipo, cosa che noi non avevamo fatto; però ci abbiamo provato lo stesso e, visto che eravamo solo due, ci hanno fatto entrare. Anche traversare il campo da golf è stato piacevole. È un campo a18 buche sparse su alcune colline, con laghetti, palme e uccelli svolazzanti (a parte il caldo, era incantevole). Arrivati alla spiaggia abbiamo incontrato due coppie di amici che avevano sfidato la sorte come noi. Dopo il bagno abbiamo mangiato in piatto di frutta fresca di dieci tipi diversi preparata al momento all' ombra degli alberi.

Il giorno dopo lasciata l'auto ci siamo trasferiti con una breve traversa in battello al La Digue, forse l'isola più bella o quanto meno la più particolare. Si circola solo a piedi o in bicicletta, salvo alcuni taxi, un camion trasformato per il trasporto passeggeri e un carro trainato da un bue che probabilmente è un residuo del tipo di trasporto che esisteva sull'isola fino a pochi anni fa. Infatti, forse per farsi fotografare, era tutto addobbato a festa. Qui noi abbiamo alloggiato in un buon albergo: Chez Marson, gli altri erano sparsi qua l là. Il paese di La Digue è piccolo, ma carino: ci sono scuole, ospedale diversi ristoranti, fra cui uno italiano che fa ottime pizze (ebbene nonostante che di solito quando siamo all' estero evitiamo i ristoranti italiani questa volta un po' stanchi della cucina locale ci siamo andati: io ho mangiato un'ottima pizza e mio marito spaghetti al nero di seppia con frutti di mare seguiti da un tiramisù (il massimo della perversione!). Ci sono anche diversi negozi di souvenir, ma, come dappertutto alle Seychelles, i negozi chiudono alle 5 o addirittura prima, abbiamo quindi rimandato gli acquisti a Mahé dove avremo avuto più tempo e siamo andati a fare il bagno in una spiaggia dove abbiamo conosciuto una coppia di Treviso. Lui di padre italiano e madre delle Seychelles, con due bambini che vive a la Digue dove ha costruito due case che affitta. Inoltre lui è un bravo cuoco per cui con due coppie di amici siamo andati a mangiare da loro una sera (ci ha fatto una cena mista creolo-italiana molto buona, abbiamo speso 35 euro come in Italia e abbiamo chiacchierato della vita sull' isola)

  • 6960 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social