Che meraviglia!!!

La nostra avventura ha inizio il 13 agosto 2005, partenza da Roma Fiumicino alle ore 20:30! Si parte per le vacanze finalmente, ma come al solito c’è qualcuno dietro l’angolo che cerca di rovinarti la festa! Infatti dopo appena 20-25 ...

  • di Francesco G 1
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

La nostra avventura ha inizio il 13 agosto 2005, partenza da Roma Fiumicino alle ore 20:30! Si parte per le vacanze finalmente, ma come al solito c’è qualcuno dietro l’angolo che cerca di rovinarti la festa! Infatti dopo appena 20-25 minuti di volo, il comandante dell’ aereo ci informa che per problemi con i sistemi di navigazione l’aereo de far rientro a Roma, capirai con tutto quello che è successo in questa estate cominciamo bene. Comunque dopo aver verificato e risolto i problemi si riparte e questa volta è la volta buona. Arriviamo con circa tre ore di ritardo, ma troviamo il volo per Praslin ad attenderci quindi recuperiamo il tempo perduto. Alloggiamo a Iles de Palmes. Tutto molto carino con la nostra dimora a circa un metro e mezzo dal mare. Una piacevole sorpresa la tranquillità di questo posto. Dopo un anno di lavoro un po’ di pace ci vuole. Siamo un po’ distanti da Anse Volbert e la spiaggia di Cote d’Or, che insieme ad Anse Lazio e anse Giorgette rappresenta la meta preferita dei turisti, ma con un po’ di organizzazione si risolve tutto. Noi abbiamo optato per il taxi anche perchè le strade di sera sono completamente al buio e visto come guidano da queste parti ci sembrava poco opportuno andare in bicicletta di notte. Da qui siamo partiti per visitare Cousin Curiose e Saint Pierre il primo giorno. Il secondo ci siamo diretti a La Digue, semplicemente incantevole ed il terzo abbiamo visitato le Coco Sisters. Se non avete problemi di tempo e ovviamente di spesa vi consigliamo tutte e tre le escursioni, ognuna di esse ha qualcosa di particolare. Per il cibo ci siamo arrangiati. Qualche volta in casa ed altre in giro per l’isola. Provate il Laurier di fronte alla spiaggia di Cote D’Or, ne vale la pena. Se vi piace la natura non perdetevi l’escursione alla Valle De Mai. Noi l’abbiamo fatta da soli. Ci sono i percorsi ben segnalati e troverete dei cartelli lungo il percorso con la spiegazione di ciò che state guardando.

La nestra seconda tappa è Mahè. Molti se devono escludere una delle isole scartano questa ma noi non siamo molto d’accordo. Il primo giorno eravamo quasi della stessa idea, ma poi girando con la macchina che avevamo affittato ci siamo accorti che l’isola principale dell’arcipelago nasconde posti incantevoli al pari delle altre isole. Una che ci hanno consigliato di andare a vedere, e che noi non abbiamo mancato di vistare, anche perché ce l’ha consigliata una ragazza del posto, è Petit Anse. Non è segnalata sulle guidie, noi avevamo la Lonely Placet, ma vi assicuriamo che ne vale proprio la pena. Dove camminare un po’ e percorrere un sentiero in discesa in mezzo alla vegetazione. A dire la verità ti mette un po’ di soggezione fare questo tratto a piedi perché è isolato ma arrivati in spiaggia siamo rimasti a bocca aperta. Nella nostra classifica personale delle spiagge delle Seychelles si trova al secondo posto dopo Anse Source d’Argent (La Digue) e prima di Anse Lazio (Praslin). Quando siamo arrivati noi, ore 10:30 circa, era completamente deserta ma poi pian piano sono arrivati altri turisti e anche persone del posto, ma ciò nonostante i più vicini a noi erano ad una ventina di metri se non di più. Una visitina a Vittoria bisogna farla, anche se la cittadina nonché capitale delle Seychelles è molto caotica. Qui abbiamo mangiato al ristorante pub I Pirati, molto buono, ma la vera chicca di questa isola è il ristorante La Perla Nera. Ristorante gestito da italiani che fanno dei piatti veramente deliziosi. Si spende più della media del posto ma solo a parlarne mi viene voglia di ritornare in quel posto. Si trova a Beau Vallon che è anche la spiaggia più famosa di Mahè.

Nuotando nel mare avrete la possibilità di incontrare pesci di tutti i tipi, ma anche tartarughe marine, enormi mante e...Squali!!!!!

Durante l’escursione alle Coco Sisters mentro ero in acqua ho avuto un incontro molto ravvicinato con una tartaruga marina, eravamo a dieci centripeti di distanza e con una manta a circa due tre metri, ma l’incontro più impressionante è stato con uno squalo di circa due metri di lunghezza con squaletto al seguito. Una raccomandazione, se avete paura non entrate in acqua durante questa escursione perchè gli squali che trovate in queste zone sono gli squali bianchi (più docili), ma se infastiditi possono essere aggressivi. Comunque il personale che ci ha accompagnati durante le escursioni ci ha spiegato tutto nei minimi particolari

Che dire buon viaggio e alla prossima!!!!

Francesco e Antonella

  • 110 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social