Seychelles: una terra di sogni

Ciao a tutti!!!!! sono tornata da qualche settimana dal mio viaggio (praslin-la digue)alle seychelles e scrivendolo vorrei aiutare chi non c’è ancora stato a sapere di più su questo paese. noi siamo partiti il 30-03 da malpensa 1 (aeroporto di ...

  • di Là 1
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Ciao a tutti!!!!! sono tornata da qualche settimana dal mio viaggio (praslin-la digue)alle seychelles e scrivendolo vorrei aiutare chi non c’è ancora stato a sapere di più su questo paese.

Noi siamo partiti il 30-03 da malpensa 1 (aeroporto di milano) con la compagnia “qatar airways”. Il nostro aereo era grande e bello, dotato di televisore per ogni posto. Il viaggio è stato tranquillo, nonostante alcune turbolenze e siamo arrivati in orario a doha. Qui abbiamo aspettato il secondo aereo. Era più piccolo rispetto all’altro, ma sempre della stessa compagnia. Siamo atterrati a mahè e abbiamo preso un aereoplanino , molto caratteristico, che ci ha portati a la digue. Il viaggio è bellissimo, anche se un po’ da brivido! un taxi ci ha portato al porto e abbiamo preso una barca per andare a praslin. Arrivati ci hanno condotto alla pension michel, dove siamo stati accolti con entusiasmo e gentilezza. Ci hanno portato un succo di frutta di benvenuto e dopo poco è arrivata una signora a darci le informazioni sul trasferimento e sul viaggio di ritorno. La nostra agenzia là si chiamava “mason’s”. Il nosro allogio era un complesso di 3 casette, ognuna con più appartamenti, circondato dai fiori e dagli uccelli, ma non sul mare. Subito siamo andati a vedere il mare ed è stato spettacolare! a cena siamo andati a “chez marston”, verso le 8.00 e non abbiamo aspettato molto, ma chi ha ordinato verso le 8.30 ha aspettato almeno 30 minuti prima di poter mangiare. Non contando questo abbiamo mangiato bene e il posto era carino.

Il giorno dopo siamo andati a fare il giro dell’isola in bici (le abbiamo prese alla nostra pensione). Abbiamo visto la magnifica anse source d’argent,si paga 4 € per entrare nel parco e accedere alla spiaggia, ma ne vale la pena. A seguire grand anse e petit anse, ne abbiamo approfittato per andare a mangiare a “loutier coco rest.”. Posto molto caro, carino e al buffet. Abbiamo ripreso il giro e lo abbiamo fintito alle 6.00. Vista l’ora siamo andati a cercare qualcuno disposto a farci fare il giro delle isole per il giorno seguente. Il tour comprendeva grand soeur, felicitè e coco island a 85 € a testa. Poi abbiamo trovato zico che ci ha offerto il tutto a 75 €. Alla sera siamo andati a mangiare al take-away, che però non consiglio.

Alla 9.30 di mattina ci siamo trovati al porto e siamo partiti x grand soeur. L’isola è veramente bella. Ha 2 spiaggie, di cui una molto adatta allo snorkeling (abbiamo visto la tartaruga marina!). X pranzo i nostri due accompagnatori ci hanno fatto 2 pescioni alla griglia buonissimi! siamo ripartiti per felicitè e intanto zico ci ha fatto vedere anche petit soeur. A felicitè si fa snorkeling, ma la migliore è coco island. Siamo ritornati per le 5.30. Alle 7.30 abbiamo mangiato una pizza molto simile a quella italiana da “chez gregoire”. il giorno dopo siamo tornati a praslin, dove alloggiavamo al “beach villa”, complesso di qualche appartamento, sulla spiaggia di grand anse. Abbiamo noleggiato la macchina tramite il responsabile del luogo, 50 € al giorno. Abbiamo cenato alla nostra pensione e siamo rimasti soddisfatti del servizio e della qualità. Il giorno seguente siamo andati alla “ vallee de mai”. La foresta sembra inesplorata, è molto umida e si rimane sorpresi dalla grandezza delle foglie di alcuni arbusti e del coco de mer. Con un po’ di silenzio si sentono gli uccelli cantare fra gli alberi e l’atmosfera è molto rilassante.

Per un buon prazno è consigliato andare “da luca”, gelateria italiana meta di tutti i turisti. L’escursione a cousin, courieuse e st.Pierre l’abbiamo organizzata tramite “mason’s”, al caro prezzo di 105€ a testa! a cousin si vedono moltissimi uccelli, ma vi sono molte zanzare, visto che non vengono usati insetticidi. Courieuse, dove abbiamo pranzato, è più grande e non siamo riusciti a visitarla tutta, ma le spiaggie che abbiamo visto erano splendide. Le tartarughe giganti girano libere e indisturbate. St.Pierre è un ottimo posto per lo snorkeling, ma con il nostro tour ci simo rimasti solo 20 minuti. un posto molto accogliente ed eccellente per mangiare è “ la goulue”. Si mangia a buffet e come antipasto sono servite le banane fritte, una specialità del luogo. a la “cote d’or” l’acqua è caldissima e sembra di stare nella vasca da bagno, molto belle e desolate sono le spiaggiette che si trovano lungo la strada per andare a “anse lazio”, che è da vedere per le sue onde. gli altri giorni abbiamo girovagato per l’isola fino alla fine della vacanza. Il ritorno era sempre con l’”airways qatar”, a differenza del viaggio di andata questa volta siamo partiti con 1ora e 30 di ritardo da doha e siamo arrivati alle 8.00 anziché alle 6.00 cose importanti: - portatevi dietro una o più torcie, perché alla sera là non c’è illuminazione.

- creme solari a volontà, perché ci si brucia facilmente - cambio in nero dagli abitanti del posto, che lo chiedono in continuazione, anche se è illegale è diffuso - abbiamo avuto la fortuna di incontrare parecchi italiani, con cui abbiamo fatto amicizia e insieme abbiamo fatto le escursioni, riuscendo ad avere un prezzo migliore.

- dizionari tascabili di inglese e francese, se ne ha sempre bisogno - noi ci siamo trovati benissimo nelle guest house, che non hanno nulla da invidiare ai villaggi.

Spero di esservi stat utile... Alla prossima! ciao lara

  • 95 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social