Dubai e Seychelles tra magia e relax

Un tuffo nella futuristica Dubai e relax nelle spiagge delle incantevoli Seychelles tra Praslin, La Digue e Mahé

  • di Micix
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

18-19/08

Partenza ore 17 da casa: finalmente ferie! Prendiamo l’aereo con la nostra amata compagnia Emirates da Milano Malpensa alle 22.20 (per il parcheggio, noi ci affidiamo sempre ai parcheggi dell’aeroporto, per il momento abbiamo sempre preso il P4, comodissimo ed a buon prezzo), e puntualissimi alle ore 06.20 atteriamo a Dubai. Appena usciti dall’aeroporto veniamo colpiti da un’ondata di caldo: siamo nel deserto... accidenti che afa! Prendiamo il taxi (100 dinari) per raggiungere il nostro hotel, l'One&only Mirage Arabian Court... e la stanza era fortunatamente già pronta. Che efficienza questi arabi! Sbrighiamo il conto e le formalità e ci accomodiamo nella nostra superstanza: 2 ore di riposo, doccia, giretto per l’hotel e via, prendiamo il taxi per il famosissimo Friday Brunch al Jumeirah Al Qasr. Per accedere a questo brunch, ci eravamo documentati in Italia e abbiamo prenotato circa un mese prima: è bellissimo... e quanto cibo! Mai vista cosi tanta abbondanza! Cibo di tutti i tipi e generi. Abbiamo deciso per la versione analcolica anche se poi il prosecco te lo danno lo stesso (quindi vi consigliamo di seguire le nostre orme..). E’ un po’ caro, ma vi assicuro che ne vale la pena anche perché, diciamocelo, quand’è che ricapita? Terminato il brunch ed alzato da tavola (non senza qualche difficoltà) siamo andati con l'Abra (“shuttle” gratuito, è una bella barchetta che ti permette di vedere dai canali artificiali la struttura Madinat Jumeirah in tutto il suo splendore) al Souk Medinat, riproduzione di un vecchio souk in chiave moderna e soprattutto con aria condizionata. Vi accorgerete, se andate ad agosto a Dubai, che cercherete l’aria condizionata in ogni momento della vostra giornata! Questo Souk è carino ma nulla di particolare (la struttura è molto bella, ma dentro ci sono negozi normali tipo centro commerciale. A noi non ha entusiasmato, ma si sa, Dubai è proprio come un parco divertimenti!). A piedi, sotto un caldo ed un sole davvero incredibili, siamo andati fin davanti alla famosissima vela per scattare delle foto: mi raccomando, è una struttura talmente bella che non potete perdere! Esausti e distrutti dal caldo, con il taxi (dimenticavo: lì ci si muove solo con il taxi) siamo tornati in albergo, dove ci siamo buttati in piscina per tre ore e abbiamo esplorato tutto l’esterno del nostro hotel (mare: caldissimo anche quello... aiuto!). Doccia e poi via a fare una camminata a Marina Walk, nonché un giro al "piccolo" (secondo loro) centro commerciale Dubai Marina (se volete acquistare un po’ d’acqua, lì dentro troverete il supermercato Waitrose). Torniamo in albergo ad appoggiare le cose poi andiamo al Jetty Lounge per bere due cocktail (2 cocktail circa 120 dirham): questo locale ve lo consigliamo, è pieno d’atmosfera e i cocktail sono davvero molto buoni!

Sab 20/08

Sveglia verso le 08, stamattina abbiamo in programma distretto storico di Al fahidi e i Souk. Sappiamo che non resisteremo molto con il caldo, ma ci proviamo! Quindi con il taxi arriviamo ad Al Fahidi, vediamo il Forte e il distretto storico, con tutte le sue viuzze, poi da lì andiamo all'Old Souk, prendiamo l'Abra al Bur Dubai station, attraversiamo il fiume e arriviamo ai Souk dall'altra parte, ossia Spice souk (nulla di che) e Gold souk (più particolare); da evitare il Parfume Souk.

Riprendiamo quindi il taxi e torniamo in albergo per goderci un po' di relax... considerate che i tempi d’estate non possono essere serratissimi, il caldo vi rallenterà inesorabilmente. Finito il pomeriggio in piscina ci prepariamo per la cena persiana allo Shabestan (prenotato su Zomato dall’Italia), dove andiamo con il solito taxi. Il ristorante si trova al secondo piano del Radisson Blue Hotel a Deira, sul Creek; cena persiana ottima (entree offerta da loro, un antipasto in due ed un piatto per due con tre specialità della casa) e soprattutto molto abbondante. Molti ristoranti si trovano dentro gli hotel qui a Dubai. Per noi italiani può sembrare strano ma qui è la normalità. In ogni hotel troverete molte attività, come fossero dei piccoli centro commerciali..anche questo è Dubai! Il ristorante è comunque molto buono, e si mangia a prezzi ragionevoli: consigliatissimo. Torniamo quindi in albergo per goderci l'ultima notte... domani notte si parte per le Seychelles!

21/08

Ci svegliamo con tutta calma. Oggi dobbiamo fare il checkout, lo facciamo verso le 10.30, e ci avviamo per prendere la monorotaia che attraversa tutta la palma fino all'Atlantis the Palm. Molto carina e costa a/r 25 dirham a testa. Che spettacolo l’Atlantis The Palm: ci ripromettiamo che, nel caso dovessimo rifare tappa a Dubai, dobbiamo assolutamente andare al parco acquatico del complesso! Dalla monorotaia abbiamo preso il taxi e siamo andati diretti al Mall of the Emirates, dove l'attrattiva più grande è la pista da sci! Incredibile vedere donne con il burka che si lanciano giu' dalle piste con il bob, e soprattutto pensare che fuori dal centro commerciale ci sono ben 45 gradi! Abbiamo mangiato nella food court (io koreano e Filippo thailandese), piatti buoni ed abbondanti, e prezzi piu' che abbordabili. Abbiamo quindi preso la metro per il Dubai Mall, il più grande centro commerciale del mondo. Siamo andati subito al Burj Khalifa e poi, dato che avevamo preso la combo online, siamo andati anche all'Aquarium & Underwater zoo. Meritano molto entrambi! Giriamo ancora, ed è arrivato il momento delle fontane e del gioco di musica e luci che fanno ogni mezz'ora. Carino, noi ne abbiamo visti due e quello con la musica araba è stato molto bello. Abbiamo quindi visto anche il souk e poi il dinosauro che c'e nel souk interno al centro commerciale, nonché la cascata con i nuotatori. Prendiamo il taxi, ritorniamo in albergo per le valigie e poi via, andiamo in aeroporto... ci siamo, il volo per le Seychelles partirà stanotte!

22/08

Eccoci a Seychelles! Ci accoglie nel piccolissimo aeroporto il tour operator Seyvillas con cui abbiamo prenotato la nostra vacanza itinerante qui alle Seychelles. È super consigliata per il vostro viaggio alle Seychelles: pensano a tutto loro! Con il pullmimo arriviamo al porto, dove attendiamo con ansia la partenza Del Cocos de mer, il nostro barchino per raggiungere Praslin. Un'andata un po' difficile... se dovessimo ritornare indietro, sceglieremmo l’opzione aereo. Arriviamo al nostro graziosissimo b&b L'Hirondelle ad Anse Volbert (soluzione solo pernottamento), dove abbiamo prenotato un grazioso appartamentino con veranda. Sistemiamo i bagagli e poi ci fiondiamo in spiaggia per tre ore, tra bagni e camminate sulla bellissima spiaggia bianca. Torniamo ad appoggiare le cose in camera ed andiamo in centro (chiamarlo centro è un parolone) dove ritiriamo rupie seychellesi per il nostro soggiorno in uno degli atm della strada. Stop anche al supermarket per acqua e colazione. Torniamo quindi in camera, un po di relax e ci vestiamo per la cena. Abbiamo prenotato a "Les Lauriers" , dove abbiamo mangiato con un buonissimo buffet creolo e grigliata di pesce e carne a circa 35 euro a testa. Questo ristorante non dovete perderlo: ricordatevi di prenotare in anticipo! Inoltre, vi segnalo anche che è meglio pagare in rupie che in euro: in euro vi arrotonderanno sempre qualcosa nel cambio, mentre le rupie sono accettate dappertutto e i prezzi sono più bassi

  • 11304 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social