Destinazione paradiso (andata e ritorno): Seychelles

Viaggio da sogno fuori dal tempo... vacanza fai da te

  • di Antonellanannetti
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

SEYCHELLES 11-20 GIUGNO 2014 - VACANZA FAI DA TE

Partecipanti io, mio marito e mio figlio Francesco di 16 anni. Alla fine del racconto troverete tutti i mezzi utilizzati per il viaggio e le residenze dove abbiamo soggiornato.

11-06-2014: Partenza da Roma Fiumicino ore 15.30 con volo Fly Emirates -scalo a Dubai ore 23.00 (ora di Dubai +2) - partenza per Mahè ore 2.00 e arrivo a Mahè il 12-06 alle 6.45.

12-06-14 - Primo giorno - Arrivo su Mahè e trasferimento con Cat Cocos sull'isola di Praslin. Il servizio è puntuale e perfetto ma poco raccomandato per chi soffre di mal di mare. Siamo in aperto oceano indiano e il mare, anche quando è calmo, è veramente grosso. A giugno poi tira sempre vento e il vento alza le onde. Noi abbiamo trovato una situazione piuttosto "importante" e non eravamo i soli a sentirci male. All'arrivo al porto ci aspettava il taxi mandato da nostro B&B Villagaiarda. I padroni, la signora Marisa e il signor Umberto, ci hanno accolto con simpatia e un rinfrescante cocktail di benvenuto, ci hanno mostrato la nostra camera (in realtà una villetta separata con una bella veranda e un bel giardinetto intorno) e ci hanno dato tutte le indicazioni che potevano servirci per dare inizio alla nostra vacanza.

Dopo aver preso un'auto a noleggio e siamo andati a visitare subito la magnifica Anse Volbert, a cinque minuti dal nostro B&B. Anse Volbert è una spiaggia lunga e bianchissima, dove è possibile fare il bagno anche quando c'è bassa marea. Alle ha una discreta vegetazione in cui ti puoi anche riparare dal sole e inoltre ci sono vicini tutti i servizi essendo in pieno paese. Dopo qualche bagno e una scorpacciata di frutta, portata in spiaggia da un ragazzo del posto (5€ x un piatto pienissimo che è bastato in 3), abbiamo fatto una girata fino a Anse Lazio, incontrando sul percorso Anse Possession, Anse Takamaka, Anse Proudin... tutta una costa incantevole con angoli da togliere il fiato!! Arrivati a Anse Lazio non abbiamo avuto il coraggio di fare il bagno da quanto il mare era grosso, ci siamo limitati ad ammirare questa spiaggia dai colori esageratamente paradisiaci! Dopo essere rientrati a Villagaiard, alle 19.30 siamo andati a cena a La Pirogue (l'orario dei ristoranti è generalmente 19-21); LaPirogue è un ristorante di buona qualità, leggermente caro per la media del luogo ma dove si sta bene e si mangia bene (non prendete l'acqua gassata che ve la fanno pagare 7 € a bottiglia).

13-06-14 - sveglia ore 8 per non perdere nemmeno un minuto di paradiso! La signora Morena ci ha preparato una colazione divina: pane tostato, marmellate fatte in casa, brioches, succo di mango, frutta fresca...da leccarsi i baffi!! Appena finita la colazione ci siamo diretti alla volta di Anse Georgett, una spiaggia che è raggiungibile solo passando attraverso il Resort Lemuria o con un percorso di sentieri e mare un po' complicato (Morena il giorno prima aveva telefonato per prenotare la nostra visita, perché dal Resort Lemuria fanno entrare un numero limitato di persone). Dall'entrata del resort alla spiaggia c'è una bella camminata di una ventina di minuti con salite e discese da dolori muscolari, ma all'arrivo sei ripagato della fatica: sabbia bianca finissima, massi di granito su cui si infrangono le onde, colori mozzafiato…peccato che anche qui, come a Anse Lazio, abbiamo trovato il mare molto mosso e non ci siamo sentiti di fare il bagno, anche se in molti lo facevano. Alle spalle della spiaggia c’è una bellissima vegetazione e ci si può sdraiare all’ombra per non stare fissi sotto un sole cocente. Venendo via da Anse Georgette ci siamo fermati a visitare la famosa Vallèe de Mai (entrata circa 20 euro cad), una magnifica foresta pluviale patrimonio dell’Unesco…è veramente emozionante! Per tornare verso la nostra Cote D’ Or abbiamo fatto il giro da sud: occorre molta prudenza in auto perché la strada è strettissima con salite e discese mai viste! A parte questo, la costa che va da Anse Bateau a Anse Consolation e poi su fino al porto, non ci è piaciuta molto, colpevoli anche le molte alghe che a giugno il mare porta su queste spiagge. Per chiudere la giornata siamo tornati a fare un tuffo nella nostra Anse Volbert, che forse è un po’ sottovalutata ma che a noi è sembrata bellissima con la sua sabbia bianchissima e borotalcosa e il mare cristallino e calmissimo. Alle 19.30 siamo andati a cena alla Goulue: ottimo rapporto qualità-prezzo (circa 18-20 euro a testa) piatti abbondanti e gustosissimi, ambiente spartano che secondo noi è molto più adatto al luogo della Pirogue

  • 15034 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social