Scozia on the road

In Scozia percorrendo la North Coast 500, alla scoperta delle meraviglie naturalistiche della zona

  • di Maryotta
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Io e il mio ragazzo abbiamo effettuato questo viaggio in agosto, dopo essere stati 3 giorni a Londra. Per svariati motivi ci siamo ritrovati a organizzare il viaggio all’ultimo e quindi abbiamo trovato qualche difficoltà a prenotare b&b e hotel su internet, soprattutto per quanto riguarda la zona delle Highlands. Se siete come me e preferite avere la certezza di avere un posto da dormire ogni notte, vi consiglio di prenotare con un mesetto di anticipo. Tuttavia, arrivati sul posto, ci siamo resi conto che c’è una grande quantità di gente che mette a disposizione le proprie camera come b&b pur non essendo segnalata su siti come Booking o Airbnb.

Giorno 1: Glasgow

Il primo giorno scozzese lo passiamo per le vie della vivace città di Glasgow. Le guide e i diversi blog di viaggio trovati su internet la presentano come una grigia città industriale, perciò non ci aspettiamo molto. Dopo una visita alle principali (e oserei dire le uniche) attrazioni della città, ovvero la cattedrale e la necropoli, proseguiamo per le vie del centro. La sensazione che ci lascia è sorprendentemente positiva, le vie pedonali sono piene di gente e di artisti di strada, e non mancano i locali e birrerie.

Giorno 2

Da Glasgow noleggiamo l’auto e ci dirigiamo verso le Highlands occidentali. Prima tappa, dopo circa un’ora e mezza di viaggio, al castello di Invereray. Decidiamo di proseguire verso nord osservando le meraviglie del paesaggio dell’Argyll dalla macchina. È un susseguirsi di boschi, laghi e montagne, siamo già nel cuore della Scozia. Purtroppo abbiamo organizzato tardi il viaggio e non siamo riusciti a trovare un b&b sull’isola di Skye; ci fermiamo quindi ad Achmore, un paesino piuttosto isolato poco distante da Plockton. Da lì ci sarà comodo raggiungere Skye il giorno seguente.

Giorno 3

Dopo aver salutato il gentile proprietario del b&b, partiamo alla volta dell’isola di Skye; prima però, ci fermiamo per fare qualche foto nel pittoresco villaggio di Plockton. Raggiungiamo Skye attraverso il ponte di Kyle of Lochnish e facciamo una prima tappa a Portree. Portree è la cittadina principale dell’isola ed è affollata di turisti; è carino comunque fare qualche foto al suo porto con le casette colorate e fermarsi in qualche ristorantino tipico. Avendo solo un giorno a disposizione per visionare l’isola, decidiamo di fare il giro della penisola di Trotternish, a nord di Portree. Qui veniamo a contatto con la bellezza assoluta della natura scozzese. La strada, a volte di 2 corsie e a volte con una sola, offre dei parcheggi in corrispondenza degli scorci più interessanti e ogni 10 – 15 minuti di viaggio la sosta è obbligatoria. Vediamo scogliere a picco sul mare, cascate, baie e insenature. Il punto che più mi è piaciuto è quello in cui si trovano i ruderi di un vecchio castello. È ormai quasi sera quando torniamo sulla terra ferma; questa notte si dorme a Dornie, in un carinissimo B&B situato nei pressi di un lago e circondato dal verde. Alla sera ceniamo nel pub del paese, nel quale rischiamo di rimanere a bocca asciutta per “tardo” orario (8,40 di sera).

Giorno 4

A Dornie vi è il castello di Eilean Donan, uno dei più famosi di tutta la Scozia. Dopo qualche foto bellissima, la gran mole di turisti presente ci scoraggia dal visitarlo anche al suo interno; iniziamo quindi a dirigerci verso nord. È qui che inizia la nostra avventura sulla NC500. Anziché percorrere la strada principale, seguiamo quella costiera che ci porta a conoscere paesaggi incontaminati, laghi e piccoli villaggi. La prima parte dell’itinerario si trova in un territorio boscoso, dove si trovano parecchi laghi che, essendo effettivamente rientranze del mare, ricordano i paesaggi nordici della Norvegia. Ci fermiamo al villaggio di Scoraig per il pranzo

  • 13845 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social