Scozia da amare

Tour da Edimburgo a Thurso attraverso le Highilands

  • di pattylane
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: due
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

La nostra vacanza in Scozia inizia il giorno 2 luglio. Partenza da Pisa, destinazione Edimburgo. Dopo esserci documentati, abbiamo pensato di fare il giro della Scozia partendo dalla parte ovest che ci sembra la più interessante dal punto di vista ambientale ed è la parte meno frequentata e più selvaggia.

I giorno

Arriviamo alle 12.40 ora locale. Il cielo è un po’ velato e l’aria è fresca. Prendiamo l’autobus per il centro della città e poi, a piedi, ci dirigiamo verso il nostro hotel. Depositati i bagagli, prima passeggiata nella città, verso la Old Town che subito ci appare in alto, su una collina, una città piena di edifici grigi dall’aspetto un po’ cupo. La “Old Town” è molto particolare, piena di vicoli e viuzze, scalinate e ambienti sotterranei, edifici dai colori scuri, talvolta un po’ inquietanti. Visita quindi al Castello: una cittadella in cartolina, circondata dalle mura, costruita sul cratere di un vulcano spento. Lì vicino si trova The Parliament House e la cattedrale di Saint Giles. C’è vento fresco, a tratti cade una leggera pioggia. Visitiamo inoltre il caratteristico quartiere di Grassmarket.

II giorno

Stamani non piove, c’è ancora un venticello fresco, ma spunta il sole ogni tanto. Ci dirigiamo a piedi verso la New Town percorrendo la Leith Street, una lunga strada piena di negozi, che conduce al mare. Arriviamo fino al porto dove è ormeggiata il panfilo reale: The Royal Britannia. Per tornare indietro prendiamo l’autobus, scendiamo per tempo e si percorre una via molto elegante Princess Street. Una incantevole passeggiata, su cui si affacciano eleganti case a schiera in stile georgiano. Intanto si fa sera, ma a Edimburgo la notte si fa attendere molto, infatti fa buio tardi. Nella luce crepuscolare la città ci appare ancora più cupa.

III giorno

Oggi prendiamo la macchina già prenotata dall’Italia. La Hertz si trova quasi in centro. Si preannuncia una giornata grigia e piovosa. L’auto ci aspetta: una fiammeggiante 500 cabriolet! La guida a sinistra e il caos cittadino ci mettono già alla prova, ma riusciamo a superare tutte le difficoltà. Ci dirigiamo verso la parte ovest, verso la città di Stirling. Intanto piove. Arriviamo al Castello, una fortezza molto bella. All’interno il castello mostra una ricostruzione che in realtà gli fa perdere gran parte del suo fascino. La Old Town di Stirling invece è molto ben conservata, è piena di edifici nobiliari e strade acciottolate che si snodano fino ai bastioni del castello che la domina. Ecco la piccola Dryman, cittadina molto carina da visitare. E’ ormai ora di cena. Ci rechiamo a Balmaha, vicino al lago. E’ l’ora del tramonto: primo incontro con i famosi e fastidiosi nugoli di moscerini. Sono tanti e pizzicano. Scappiamo verso il B&B.

IV giorno

Da Dryman a Fort William. Sono tante le mete da raggiungere, i posti da vedere, ma è necessario fare delle scelte. Percorriamo la strada che costeggia il caratteristico Loch Lomond. Il Loch, nella parte meridionale è molto ampio, disseminato di isole e contornato da boschi pieni di campanule, a nord si restringe fino a diventare un solco simile a un fiordo, ai lati del quale si elevano rilievi alti fino a 900 metri. Ci fermiamo in un ridente e solare paesino: Luss. Qui è in corso una festa, ci sono tante persone accampate in una piccola valle, tante stanno arrivando. Passa la banda con uomini e donne in Kilt che suonano uno strumento e tanta gente dietro di loro. C’è un clima di festa. Luss è caratterizzata da casette basse bianche con davanti graziosi giardinetti pieni di fiori multicolori. Proseguiamo con la nostra 500 rossa Ferrari e percorriamo una valle bellissima e maestosa delle Highlands: Glen Coe. La strada principale corre solitaria in mezzo a questo grandioso ambiente montano, oltrepassando profonde gole e cascate, fino a diventare un paesaggio più bucolico sul finire della valle. Ammiriamo Le Three Sisters e ci sentiamo sulle Alpi. Non sazi di tutte queste meraviglie, affrontiamo anche l’altro percorso che costeggia il Loch Leven ed arriviamo al villaggio di Kinlochleven dove percorriamo un sentiero: Grey Mare’s Tail Waterfall che conduce ad una cascata. Di nuovo verso la prossima meta: Fort William

  • 5811 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social