Chia, i Caraibi della Sardegna

Spiagge con sabbia bianca finissima, dune modellate dal vento, stagni con fenicotteri rosa... un paradiso della natura

  • di arpi61
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Io e mio marito abbiamo scelto l'estremo sud della Sardegna, spostasti verso ovest, dopo aver passato il golfo di Cagliari, c'è il tratto di costa poco meno di 10 km delle spiagge di Chia, fazione del comune di Domus De Maria.

La costa sud occidentale della Sardegna presenta paesaggi, ancora incontaminati, di straordinaria bellezza, le spiagge di Chia, famosissime per le candide e vaste dune dell'arenile, trapuntate di secolari ginepri e soprattutto per i fantastici colori del mare sull'immenso fondale sabbioso, che cambiano mano a mano che la profondità aumenta.

Questo lembo di terra è l'habitat naturale dei fenicotteri rosa che stazionano quotidianamente in numerosi stagni.

Una suggestiva strada panoramica a Chia che corre sulla costa, la SP71, consente di raggiungere agevolmente tutte le spiagge presenti.

Abbiamo alloggiato per 7 giorni al B&B Al Nuraghe (via Carducci -Chia) scelto su internet leggendo le varie recensioni.

Noi ci siamo trovati molto bene come ospiti a casa di amici. Camera con bagno e balconcino, ampia, funzionale, pulita, e un' abbondante colazione servita già alle 7,30 di mattina che per noi che siamo mattinieri è stato l'ottimale.

Sabrina e Corrado, i titolari, ci hanno fornito diversi consigli sia sulle spiagge da visitare che sulle escursioni da fare.

LE SPIAGGE DI CHIA

Su Portu si presenta con un fondale di sabbia chiara e piccolissimi sassolini, subito profonda. A destra su un alto promontorio sorge la torre Chia, torre aragonese di avvistamento. Alla base si trovano i resti dell'antica città di Bithia. Occorre salire su questo promontorio, il panorama è fantastico e scendendo si accede alla spiaggia di Sa Colonia, spiaggia di sabbia finissima sia libera che attrezzata raggiungibile anche dalla strada con parcheggio a pagamento in prossimità della spiaggia stessa.

Proseguendo lungo la spiaggia (a ovest) si trova il promontorio Monte Cogoni, camminando lungo il promontorio (scarpe da ginnastica) si arriva alla Cala del Morto, sabbia fine dorata incorniciata da rocce di granito rosa.

Proseguendo ancora verso ovest, lungo un sentiero coperto da macchia mediterranea con colori e profumi incredibili, si arriva alla spiaggia Dune di porto Campana (raggiungibile comunque anche dal parcheggio). È la spiaggia del Chia Laguna Resort, famosa per le sue altissime dune naturali. A ovest c'è un promontorio, dall'alto si gode il panorama della spiaggia più famosa di Chia: Su Giudeu. Per la sua forma a mezzaluna, deve il suo nome a un polpo che abita le acque attorno a una coppia di scogli antistanti l'arenile, facilmente raggiungibili sia a nuoto che a piedi lungo il tratto sabbioso a pelo d'acqua. La sabbia sembra talco sia per colore che per la consistenza, fondale sabbioso, mare limpido, turchese e poco profondo per diversi metri. Spiaggia sia libera che attrezzata. L'ampia e spaziosa spiaggia è il proseguimento di un'altra baia, S'Aqua Durci (acqua dolce), da cui è separata da una piccola scogliera rocciosa.

Si arriva alla spiaggia di Su Giudeu seguendo le indicazioni per il parcheggio. Si accede alla spiaggia dirigendosi verso sinistra percorrendo le passerelle e costeggiando uno stagno con i fenicotteri rosa.

Dirigendosi verso destra su una vecchia mulattiera, 100 mt a piedi, si arriva a Cala Cipolla. Piccola caletta (solo spiaggia libera) circondata da rocce granitiche che la proteggono dal vento. La spiaggia è dominata dall'alto dal Faro di Capo Spartivento. È un faro che era in degrado, ma è stato ristrutturato nel 2006 e ora funzionante. All'interno c'è un hotel d'élite. Si sale a piedi (15 minuti), ma la fatica vale il panorama. È molto bello

  • 1201 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social