Costa Verde e iglesiente, una sorpresa dietro ogni curva

Non eravamo mai stati in Sardegna. Succede a chi viaggia per passione, si battono rotte lontane e si trascurano quelle dietro l’angolo

  • di steve63
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Fino a 500 euro
 
Annunci Google

INTRODUZIONE

Non eravamo mai stati in Sardegna. Succede a chi viaggia per passione, si battono rotte lontane e si trascurano quelle dietro l’angolo. Questo è “il viaggio” di Elisabetta. Erano anni che lo corteggiava, lo sognava, di tanto in tanto provava a sondare i miei desideri e quelli di Riccardo, cercando di ritagliare un piccolo spazio tra le priorità del nostro essere viaggiatori “tout court” (Namibia, Samarcanda, Sud America…).

La sua tenacia e costanza andavano premiate e così fin dallo scorso autunno, la Sardegna diventò il punto fermo per le nostre vacanze 2011.

PROgrammazione DEL VIAGGIO

Il viaggio è stato organizzato in autonomia; fissate le date, pianificato l’itinerario ed acquistati i biglietti dei voli sul sito della compagnia aerea, non ci restava che noleggiare l’auto e trovare gli alloggi migliori per le nostre esigenze. Il programma, con il punto fermo dell’arrivo e della partenza da Cagliari, è stato strutturato a blocchi di due - tre giornate per zone geografiche (Costa Verde, Isola di San Pietro, Costa del Sud), cercando comunque di mantenere all’interno di ogni blocco un minimo di flessibilità, per poter modificare e/o implementare in corso d’opera l’itinerario originale in base alle sensazioni ed emozioni del momento. Da amanti della natura quali siamo, abbiamo deciso di concentrare la nostra visita nella zona sud occidentale dell’isola, tenendoci ai margini delle rotte più battute dal turismo di massa. Mi sono stati di notevole aiuto nella pianificazione del viaggio alcuni siti istituzionali come paradisola.it, ed alcuni portali internet sui quali ho reperito importanti informazioni seguendo i forum e leggendo numerosi diari di viaggio.

Guida: Touring Club Italiano – Guida rapida d’Italia (Volume 4).

Periodo: da Mercoledì 15 a Mercoledì 22 Giugno 2011

Partecipanti: Stefano, Elisabetta e Riccardo.

Voli: Venezia Marco Polo – Cagliari Elmas a/r entrambi operati dalla compagnia Ryanair (1 ora e 30 minuti di volo).

Mezzi di trasporto: Come accennato nella sezione “Programmazione del viaggio”, per poterci muovere in totale autonomia abbiamo scelto di noleggiare un’auto. Per visitare l’isola di San Pietro invece, abbiamo utilizzato i traghetti della compagnia Saremar seguendo due rotte diverse: Portovesme – Carloforte all’andata e Carloforte – Calasetta (isola di Sant’Antioco) al ritorno.

Alloggi: in un viaggio itinerante come il nostro, avevamo l’esigenza di cambiare sistemazione ogni due giorni. Gli alloggi sono stati scelti accuratamente tenendo conto dello sviluppo del nostro itinerario, cercando di mediare tra qualità, prezzo e posizione strategica rispetto alle località da visitare. Durante il viaggio abbiamo usufruito di due hotel, un albergo a conduzione famigliare e un bed and breakfast.

Appunti di viaggio: Come già fatto nei diari precedenti, cercherò di trascrivere in questi appunti quello che abbiamo vissuto on the road a livello di emozioni e sentimenti.

tratto dalla mia moleskine…

Mercoledì, 15 Giugno: volo Venezia – Cagliari, trasferimento ad Iglesias e visita della zona di Buggerru

da Venezia…

Venezia e Trieste rappresentano da sempre i nostri abituali punti di partenza (e di arrivo). Nel momento in cui si aprono le porte del gate d’imbarco ha inizio un nuovo viaggio e con esso nuove storie da raccontare. Questa volta tocca alla Sardegna

Annunci Google
  • 29051 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. steve63
    , 4/7/2012 12:44
    Grazie per aver letto ed apprezzato il nostro racconto dedè74, e per il bel commento che ci hai lasciato.
  2. dedè74
    , 4/7/2012 11:13
    Bellissimo racconto, devo dire che avete colto il meglio del vostro viaggio!
    ... Meravigliosa anche l'aforisma sull'aeroporto... assolutamente da condividere!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social