Sardegna.... Stintino,paradiso e dintorni

Piccole calette si alternano a spiaggie di sabbia corallina e a scogliere levigate dal vento e dalle onde, i colori del mare variano dal verde smeraldo al blu intenso creando uno spettacolo unico. Non siamo in qualche posto sperduto dei ...

  • di laurabolognesi
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Passiamo tutto il giorno a goderci la meritata vacanza e il dolce far niente.

Alla sera decidiamo di cenare in un ristorantino in riva al mare direttamente affacciato sulla aspiaggia della Pelosa, che si chiama “La Pelosetta”, dove si mangia veramente bene e non si spende un gran che.

2°GiORNO Ci rechiamo subito, dopo un tranquiilo risveglio, a fare provviste, ad un vicino super mercato, molto piccolo però , in zona Cala Lupo, e nemmeno troppo economico, infatti comprimao l’essenziale.

Decidiamo di partire presto per cercare di trovar posto nelle prime file dell’affollata Pelosa, ma come al solito non ci riusciamo, perché tra un imprevisto e l’altro, ci ritroviamo in spiaggia alle 11.

Troviamo posto incredibilmente vicino al mare, ma con l’asciugamano che sta mezzo sulla sabbia e mezzo sugli scogli e quindi non proprio comodissimo.

Comunque la vista delle acque trasparenti ed invitanti, ci fanno dimenticare il disagio.

3° GIORNO IL terzo giorno ancora con la pigrizia dei vacanzieri, decidiamo di non allontanarci molto, troviamo quindi una spiaggetta vicino al nostro residence, precisamente la spiaggia del roccaruja hotel, molto piccola , ma con acque niente da invidiare alla Pelosa.

Di lì comincia il mio supplizio, mio marito si accorge che noleggiano canoe, e quindi insiste perché ne prendiamo una a due posti, e facciamo il giro delle spiagge vicino.

Provo a convincerlo ad andare da solo, ma non vuole , quindi mi tocca accompagnarlo in questa faticosa avventura.

Devo dire che però mi son divertita, anche se son ritornata stremata, è spettacolare galleggiare sopra ad un fondale così limpido, ti sembra di essere sospeso nel niente.

E poi diciamo che mi sono approfittata di aver scelto la posizione posteriore, così quando meno mio marito se lo aspettava, io mi riposavo, e ammiravo il paesaggio, senza che lui se ne accorgesse.

4° GIORNO Oggi abbiamo deciso di cambiare, ma senza allontanarci troppo.

Ci hanno detto che nel tratto prima di arrivare a Stintino, c’è una lunghissima spiaggia Che si chiama “Le Saline”.

E li siamo diretti.

Questa spiaggia deve il nome, alle antiche saline che qui sorgono, la spiaggia è dominata dalla torre d’avvistamento tra le più antiche della sardegna, L'acqua è bassa e cristallina e dal colore azzurro cielo che ben si abbina al color argenteo della sabbia. La si può raggiungere percorrendo la SP 34 in direzione Stintino fino al cartello che all'altezza del km 27 indica la corrispondente deviazione.

E’ lunga più di tre km e quindi si può passeggiare lungo tutta la riva , anche se ci sono fastidiosi sassolini.

La sera, ceniamo a casa e poi decidiamo di fare un giro nel piccolo paese di Stintino.

E’ un paese molto famoso per le sue tonnare, infatti c’è anche un museo su questo, ha due porti, Portu Mannu e Porto Minori, e sono attrezzati per il turismo nautico.

Stintino è un minuscolo paesino, di solo mille anime, il borgo, si trova stretto attorno alla chiesa dell’ Immacolata Concezione , l’unica del paese, e le case sono tutte basse e colorate , tipiche dei borghi marinari.

Oltre ad un piccolo mercatino nella piazzetta principale, non c’è molta vita a Stintino, però a noi non interessano luoghi pieni di caos, e affollati, quindi seduti in una piccola gelateria vicino al porto, ci rilassiamo e ci godiamo la tranquillità del mare che si infrange sugli scogli la notte.

5° GIORNO Decidiamo di esplorare un'altra spiaggia, quella di cala Lupo, sempre vicino a noi, si trova vicino al tennis club di Stintino

  • 45020 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social