Di bianco e di blu: Santorini e le sue spiagge

Una vacanza rilassante in una delle isole più belle del mondo, dove anche il mare e le sue spiagge non hanno nulla da invidiare a quelle ben più famose delle isole vicine

  • di FDM
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Il mio primo impatto con la terra ellenica è stato dall’alto: una piccola isola risaltava dal profondo del mare grazie alle tante piccole luci delle sue città, che risplendevano nel buio della notte. Santorini ci dà il benvenuto così, in una tarda serata di fine luglio.

Questo viaggio mi ha permesso di mettere nel cassetto alcuni tra i ricordi più belli che possiedo, non deludendo affatto le mie (alte!) aspettative. Dunque, mi piacerebbe condividere con voi le mie impressioni e alcuni consigli!

23 Luglio – L’arrivo

Abbiamo raggiunto Santorini con un volo diretto dall’Italia, prenotato con largo anticipo direttamente dal sito della compagnia, mentre per l’alloggio abbiamo scelto Karteradhòs. Come posso confermare da quanto suggeritomi delle abilissime guide per caso del forum “Grecia e isole della Grecia” (che ringrazio per le mille dritte utili, che non ho esitato a mettere in pratica!), l’isola è piccola e si può facilmente andare da un punto all’altro in poco tempo (circa 20 minuti), se muniti di mezzo proprio. Quindi la scelta della città in cui pernottare dipende tutta da cosa si cerca: chi sogna sistemazioni di lusso con vista caldera e tramonto si orienterà per Oia, Imerovigli, Firostefani o Thira/Firà (che però hanno anche sistemazioni a prezzi più accessibili, se si opta per camere senza vista); chi cerca tranquillità e prezzi più bassi, senza rinunciare all’affacio sulla caldera potrebbe optare per Megalochori o Akrotiri, anche se leggermente più decentrate; chi cerca un buon compresso tra qualità e prezzo troverà la propria soluzione a Perissa, Perivolos e Kamari che sono invece più turistiche ed economiche e si trovano lungo la costa sud orientale. Quest'ultime poi hanno anche un animato lungomare, piacevole sia di giorno che di sera, pieno di locali, ristoranti e negozi, davvero molto carino!

Noi arriviamo in hotel che è già mezzanotte. L’Anna pension di Karteradhòs è una piccola pensione con piscina, ottimamente gestita da Anna e suo figlio Andreas, che gentilmente ci è venuto a prendere all’aeroporto. La camera è pulita e spaziosa, dotata di un piccolo frigo e di un delizioso balconcino dove poter fare colazione. Ci piace molto ed è adatta alle nostre esigenze. La zona è molto silenziosa, ma io faccio fatica a prendere sonno: la curiosità per l’indomani è troppa!

24 Luglio – Primo giorno

Durante il tragitto che ci avrebbe condotto alla pensione, Andreas ci aveva indicato un noleggio moto posto proprio all’angolo della strada. È Moto Koletsis, presso cui noleggiamo un 150cc un po’ sgangherato, ma che farà il suo dovere per i prossimi 7 giorni. Come già suggerito da molti forum, sconsiglio vivamente cilindrate minori di questa. Allo scadere dei 7 giorni concordati, dopo aver riportato il mezzo al moto noleggio, il proprietario ci ha gentilmente prestato un cinquantino a titolo gratuito, per poter comunque girare l’isola nell’ultimo giorno di vacanza, visto che l’aereo era in tarda serata. Alla luce di questa esperienza non mi sento di consigliare un 50cc per girare l’isola. Le strade, anche se in buone condizioni, possono essere molto in salita e il motorino arrancava parecchio in due. Il noleggio auto è inoltre una buona soluzione. La scelta tra moto e auto è dettata da gusti ed esigenze, ma è inutile sottolineare come il primo dia più libertà di movimento, specie negli orari in cui il traffico aumenta (vedi Oia all’ora del tramonto!). Posso poi dire che si può tranquillamente scegliere di non affittare nulla ed utilizzare l’efficiente rete di autobus. L’isola è ben collegata in tutti i suoi punti principali dai bus della Ktel, la cui stazione principale è a Thira all’ingresso del paese, vicino al museo preistorico

  • 19839 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social