San Francisco... I love you

Una breve vacanza in una delle città più belle degli Stati Uniti

  • di Stefano Butty
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

Sono partito da casa per il mio primo viaggio negli Stati Uniti e devo dire che avevo un pò d'ansia per questo. Un viaggio cosi lungo non l'avevo mai fatto! Arrivato all'aeroporto di Fiumicino, ho imbarcato i bagagli e mi sono diretto verso il gate scelto dalla compagnia aerea. Partenza in orario, volo molto lungo e debbo dire anche non troppo comodo! ma perchè non fanno i sedili leggermente piu' larghi? il volo da Roma purtroppo non era diretto a San Francisco ma faceva scalo allo JFK di New york, con un attesa di 3 ore, ma fortunatamente sono ed è proprio il caso di dire "volate" senza che me ne accorgessi! Arrivato a San Francisco, i miei amici mi accolgono a braccia aperte e dopo i convenevoli saluti ci dirigiamo verso il centro della città. I miei amici che mi hanno ospitato per tutto il periodo della vacanza hanno un delizioso appartamento all'undicesimo piano di un grattacielo nel Financial District, proprio vicino alla Transamerica Tower, ossia il grattacielo piramidale simbolo della città insieme al Golden Gate. Naturalmente con il fuso orario mi sentivo stordito e sono andato a riposarmi.

Il giorno seguente, usciamo per la città. L'emozione di essere su suolo americano mi faceva brillare gli occhi su ogni cosa che vedevo. Grattacieli altissimi, Cablecar che giravano per la città, la gente che cantava o suonava per le strade, per me tutte cose insolite mai viste in Italia. Come prima tappa facciamo sosta all'Embarcadero Ferry bldg. Una piazza molto grande con una bella fontana e tanti locali dove ristorare. Il clima della città è sempre mite anche se a volte il vento sovrasta la calma che la città offre. Pur essendo una città con un milione di abitanti devo dire che c'era sempre poco traffico e l'aria rimane sempre bella pulita e limpida. Dal Embarcadero ci dirigiamo poi verso il piu' famoso dei moli di SF ossi a il Pier 39. un vecchio molo adibito a centro commerciale con centinaia di locali e negozi dove il turista si può svagare facendo shopping o degustare il famoso Crubb ossia il granchio a vapore. Ottimo direi, ed anche la zuppa di vongole merita un assaggio. Di sfondo abbiamo la famosa prigione di Alcatraz che ci guarda severa.

Ci dirigiamo verso la Levis Plaza dove c'è la sede principale della famosa ditta produttrice di jeans. Non sapevo che fossero nati proprio li e l'idea di essere nella patria dei pantaloni piu famosi al mondo mi dava allegria. Nella sede principale esiste un piccolo museo interno che è gratuito e dove è possibile vedere come sono nati i jeans. Da lì ci dirigiamo verso Union Square che tutti la definiscono la piazza centrale, anche se di centri la città ne è piena! La piazza si presenta molto grande, con grandi catene di negozi che la definiscono e al centro di essa un piccolo parco dove la gente rilassata sulle panchine si dedica alla lettura di libri o ad una chiacchierata.

La sera andiamo in un Dinner a mangiarci un ottimo hamburger con patatine fritte, piatto nazionale a parer mio. Devo dire che comunque i prezzi dei cibi non sono proprio popolari. Qui in media per una consumazione con mance incluse si spende intorno ai 50 dollari a testa!

Il giorno seguente ci dirigiamo verso il piu' famoso dei ponti; il Golden Gate! Lo attraversiamo con l'auto, e il fascino che emana farlo non ha eguali. Aperto al traffico nel 37, da allora ci transitano ogni giorno migliaia di auto provenienti da ogni parte degli States. Mi hanno spiegato che il ponte ha una manutenzione molto accurata su ogni bullone che lo compone. Questo perchè sia per il passaggio delle auto che per la salsedine del mare si rischia sempre che le parti piccole si danneggino facilmente. Per questo la città spende milioni di dollari per mantenerlo. Ah, il colore rossasrto che gli è stato dato è per via della nebbia che lo circonda quasi tutti i giorni dell'anno. Tornando a noi, ci fermiamo su un altipiano per fare qualche foto del ponte e ci dirigiamo verso Sausalito, ridente cittadina turistica caratterizzata da pittoreschi negozi ed hotel. Faccio un po' di shopping anche lì e poi rientriamo in città dove ci dirigiamo verso il Golden Gate park. Piu' grande di quello di New York, il parco ha alberi secolari, fontane e laghetti che la rendono il pomone della città. Al centro del parco, il museo della scienza disegnato dall'architetto italiano Renzo Piano, molto interessante. Di fronte, c'è il Japanese garden, bellissimo giardino in stile giapponese a pagamento con pagode e laghetti

  • 8208 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social