Salomone e fiji

Invio il mio racconto su un viaggio alle Isole Salomone purtroppo a distanza di qualche giorno dello tsunami che ha colpito questo paradiso.Io e mia moglie siamo rimasti molto impressionati nel vedere quelle poche immagini trasmesse dai telegiornali dove veniva ...

  • di SANDAP
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia

Invio il mio racconto su un viaggio alle Isole Salomone purtroppo a distanza di qualche giorno dello tsunami che ha colpito questo paradiso.Io e mia moglie siamo rimasti molto impressionati nel vedere quelle poche immagini trasmesse dai telegiornali dove veniva mostrata l'isola di Gizo completamente devastata,dove avevamo passato un'indimenticabile vacanza.Nello stesso viaggio durato alla fine un mese esatto dal 20 giugno al 21 luglio 2006 siamo stati anche alle Fiji in pratica tre giorni/due notti a Singapore,due giorni Honiara,otto giorni pieni a Gizo,proseguimento per le Fiji a Nadi duove ci fermiamo altri due giorni e successivamente altri dieci all'isola Taveuni.

Ho acquistato tutto il pacchetto soggiorni tramite un Tour operetor di Roma specializzato in soggiorni e diving nelle più remote isole del mondo, anche se non siamo subacquei, specificando si ottiene una riduzione sul prezzo dove invece sono già inclusi escursioni e noleggio d'attrezzature.Ovviamente c'è da tener conto del loro ricarico.

Visitiamo all'inizio Singapore anche per spezzare il lungo viaggio.

24 giugno Arriviamo ad Honiara via Brisbaine, siamo attesi da John il corrispondente dell'agenzia che ci porta subito in albergo al King Solomon, vi è un solo altro albergo di pari categoria i prezzi comunque non sono elevati rispetto allo standard europeo al cambio in euro dai 50 ai 60€ per notte, ci sono poi altre strutture apparentemente molto più semplici, altre di aspetto decisamente fatiscente. Dopo il necessario riposino e doccia usciamo per prendere i primi contatti con la città.Honiara non offre molto dal punto di vista turistico, ma si può trovare di tutto, vi sono molti drug stores gestiti prevalentemente dalla comunità cinese, dove è possibile comprare liquori,viveri,attrezzature varie,vestiario semplice ma decisamente molto economico. Anche i cosidetti " ristoranti " lasciano molto a desiderare dal punto di vista igienico, poi considerati i prezzi decisamente abbordabili dell'albergo lasciamo da parte qualsiasi voglia di provare esperienze poco piacevoli.

25 giugno Abbiamo compresa una mezza giornata dedicata alla visita delle zone interne più interessanti,John ci viene a prendere puntuale e ci conduce a visitare lo SkyLine Drive da dove si può ammirare tuto il panorama dall'alto due War Memorial,sia quello americano che quello giapponese, dei posti dove sono raccolti alcuni relitti di aerei,un giardino botanico ed un centro artigianale dove vengono eseguiti dei lavori il legno. Alla fine ci facciamo lasciare sul lungomare è domenica le chiese sia quella cattolica che quella protestante sono gremite di fedeli,in quella cattolica addirittura in molti sono rimasti fuori. Nel pomeriggio dopo il necessario break usciamo nuovamente,girelliamo avanti ed indietro,c'è uno spettacolo per bambini in un giardino vicino all'albergo.A cena conosciamo un gruppo d'italiani che sono lì per lavoro,ci dicono che in effetti i turisti europei sono praticamente inesistenti ma Honiara rappresenta un punto d'incontro per traffici commerciali nel sud Pacifico.

26 giugno Piove fino alle 10, e quando smette usciamo e ci rechiamo al mercato in gran parte coperto, frutta e verdura esposta in artistici cestini, pesce e frutti di mare certamente non mancano, vi sono delle cozze giganti peccato che in albergo le servano spalmate di una fonduta di formaggio al gusto americano. Mi reco alla compagnia aerea per la riconferma del volo per Gizo, tutto OK. Visitiamo un piccolo museo di arte e storia polinesiana, rientriamo in albergo per la cena, per evitare il pesce al formaggio è meglio ordinare una sana bistecca ovviamente " No sauce".Iragazzi italiani mi chiedono se desidero vedere con loro la partita dell'Italia, ma rispondo che il calcio non mi interessa più come una volta e che preferisco farmi una sana dormita

  • 4081 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social