Saint Lucia, La Belle Helene

Da diversi anni ero incuriosito da quei due meravigliosi coni vulcanici, verdi smeraldo, che si innalzavano dal blu del mar dei Caraibi e formavano il famoso panorama dei PITONS (da pronunciare tassativamente in Francese). Da quest'anno (credo) Livingston ha un ...

  • di DrJones
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500
 

Da diversi anni ero incuriosito da quei due meravigliosi coni vulcanici, verdi smeraldo, che si innalzavano dal blu del mar dei Caraibi e formavano il famoso panorama dei PITONS (da pronunciare tassativamente in Francese).

Da quest'anno (credo) Livingston ha un volo DIRETTO per l'isola di Saint Lucia nelle Winwards, le Isole Sopravento anche conosciute come Indie Occidentali, abbiamo colto al volo l'opportunità ed abbiamo prenotato (con largo anticipo).

Al 26 Dicembre siamo partiti, il volo è piuttosto comodo, dura circa 9 ore ed i posti della linea aerea Livingston sono molto confortevoli e SPAZIOSI anche nella classe turistica.

L'isola di Saint Lucia, anticamente chiamata dai Caribi Hewanorra (l'isola delle iguane), è anglofona, ma gli abitanti parlano il Patois, un dialetto con accento francese, molto difficile da decifrare.

E' una repubblica indipendente, scarsamente abitata, che basa la sua economia sul turismo esull'esportazione delle banane. Contrariamente da altri paesi come p.Es. La Costa Rica la conduzione dell'attività delle piantagioni non è di multinazionali straniere, ma viene gestita direttamente dagli abitanti che consegnano il raccolto al governo che lo vende ai clienti (esclusivamente Gran Bretagna) e redistribuisce ai coltivatori il ricavato, una specie di cooperativa governativa (ovviamente i membri del governo di Saint Lucia sono pochissimi e tutto è svolto in maniera piuttosto semplice), questo garantisce ai locali un discreto tenore di vita, e comunque lontano dall'indigenza.

L'isola è chiamata Belle Helene, perchè come Elena di Troia, è stata motivo di innumerevoli battaglie tra Francesi ed Inglesi che se la sono combattuta per molti anni, tant'è che passò di mano ben 16 volte tra l'uno e l'altro colonizzatore.

Il motivo di tanto scontro è intuibile dalla ricchezza dell'isola, e dalla sua posizione strategica nell'arco delle isole dei Caraibi. Dotata di moltissima acqua, foreste PLUVIALI molto fitte, vulcani e coste piuttosto difficili da essere approdate.

Tutti questi elementi devono essere ben presenti al turista che vi si reca, perchè possa trovare davvero quello che cerca.

Spesso ho sentito, anche in questo sito, parlare in maniera inadeguata per questo luogo incantevole, è chiaro che chi aspetta di trovare il mare placido e cristallino, e le spiagge lunghe e bianche, ha completamente sbagliato obiettivo.

Questa è la classica "isola dei pirati" tant'è che qui e nelle vicine St. Vincent & Grenadines sono stati girati gli episodi della saga di Jack Sparrow e dei Pirati dei Caraibi (si può fare un'escursione su un vero galeone pirata usato proprio per girare i film, la famosa "Perla Nera").

Questo luogo è per gli amanti della natura, eccezionale per gli amanti del Trekking che però devono trovare una brava guida che li possa portare in cima al monte più alto Mount Jimmie da cui si possono ammirare i PITONS nominati patrimonio naturale mondiale dall'UNESCO.

L'isola è a forma di pera, a Nord si trovano le zone più turistiche, con una grande spiaggia di sabbia bianca (artificiale) Rodney Bay, dove si trova il Sandal Grande Sait Lucia, all inclusive 5 stelle, con l'unica spaiggia, bianca, davvero protetta dalle correnti e dalle onde del mare, grazie all'isolotto di Pigeon Island su cui si erge un Fortino.

Le altre spiagge dell'isola sono piuttosto piccole e per la maggior parte scure, anche nere, ma comunque molto carine.

Nel sud dell'isola oltre all'aeroporto internazionale (comunque piccolissimo) si trova il paesino di Soufriere che sorge proprio sotto ai famosi Pitons

  • 2272 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social