La Russia Imperiale

17 – 29 Agosto 2004 RUSSIA Mosca – San Pietroburgo Fin dall’estate scorsa Roby mi ha ripetuto sempre la stessa domanda:”L’estate prossima andiamo in Russia? Andiamo a vedere San Pietroburgo?”. L’idea non mi allettava (avrei preferito il mare) ma il ...

  • di Amsty
    pubblicato il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

17 – 29 Agosto 2004 RUSSIA Mosca – San Pietroburgo Fin dall’estate scorsa Roby mi ha ripetuto sempre la stessa domanda:”L’estate prossima andiamo in Russia? Andiamo a vedere San Pietroburgo?”. L’idea non mi allettava (avrei preferito il mare) ma il destino ha voluto che mi capitasse fra le mani una guida di Mosca e... Ne sono rimasto affascinato ed entusiasta! L’epopea dei grandi zar e zarine, i magnifici monumenti che essi hanno lasciato, le bellissime chiese e monasteri, i vasti e ricchi musei, fra cui l’Ermitage. E poi ho ricevuto al mio compleanno una guida su San Pietroburgo che mi ha letteralmente coinvolto.

Ma Roby stava cambiando idea (la paura del terrorismo) e voleva far un altro giro, però categorico ho detto: “O Russia o niente!”.

E così, organizzato il tour, prenotato il volo e il soggiorno, messo in valigia il guardaroba (poco fashion quest’anno ma roba da primo autunno), siamo partiti per la steppa russa e per le guglie ortodosse.

Ovviamente abbiamo iniziato dalla capitale, MOSCA dalle 1000 cupole, che ci accoglie di sera con le sue luci, ma al mattino successivo ci vede subito nella vicina Piazza Rossa ad ammirare la CATTEDRALE DI SAN BASILIO e le sue guglie colorate a forma di cipolla (tipiche dell’architettura russa).

Sulla Piazza, immensa, si aprono anche le vetrine del GUM cioè dei grandi magazzini, regno ora del capitalismo sfrenato e il rosso palazzo sede del MUSEO RUSSO.

Sul lato sinistro della Piazza corre uno dei lunghi muri rossi (che poi danno il nome alla stessa) che delimitano la fortezza del CREMLINO, di cui poi parleremo.

Per ora svettano solo le alte torri, fra cui la TORRE SPASSKAJA e il suo orologio, sormontate tutte da una stella rossa a 5 punte. Il MAUSOLEO DI LENIN sorge addossato ad un tratto di mura, quasi in mezzo la piazza e si intona con il suo colore al resto. Però la visita non ne vale la pena: Lenin imbalsamato non è uno spettacolo da far ore di fila. In un angolino estremo della Piazza, di fronte il Museo, si alza la deliziosa CATTEDRALE DI NOSTRA SIGNORA DI KAZAN, deliziosa ma purtroppo rifacimento recente della preesistente.

Passando sotto la porta di accesso dal lato nord, si sbuca nella Piazza del Maneggio (altra struttura in attuale rifacimento), dove alle spalle c’è un piccolo tempietto sempre affollato.

Ovviamente bancarelle piene di matrijoske e prodotti artigianali russi sono onnipresenti nelle vie adiacenti e davanti i monumenti principali ma danno un tocco di vita alla silenziosa piazza. Per recarsi all’ingresso del Cremlino, bisogna attraversare i GIARDINI DI ALESSANDRO, ben curati, con tante fontane in funzione (e spesso col caldo che fa sono un toccasana che ci si può bagnare) e un bel fresco. Sulla passeggiata laterale si apre un grande centro commerciale sotterraneo di tre piani e molti locali e ristoranti, dove poter assaggiare specialità internazionali e russe. Questi giardini sono aperti fino a sera tardi e al suo interno si può visitare anche il Monumento al Milite Ignoto (il solito braciere ardente che si trova in ogni capitale).

Il CREMLINO è sicuramente il più celebre complesso architettonico della Russia.

Cittadella fortificata fin dal Medioevo, rappresenta il potere militare e politico della nazione e tuttora in alcuni luoghi è vietato l’accesso.

L’ingresso avviene dalla TORRE KUTAF’JA e si passa subito sotto la TORRE TROICKAJA, la più alta, per accedere al vasto spazio interno. Di fronte abbiamo il moderno PALAZZO DEI CONGRESSI (una bruttura, ad esser sinceri) mentre sulla destra l’ARMERIA si mostra con le sue cupole a cipolla e, dall’altro lato, appare l’ARSENALE con i suoi cannoni

  • 1056 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social