Le capitali degli zar

MOSCA, SAN PIETROBURGO Viaggio semiserio da Mosca a San Pietroburgo e viceversa; luoghi, persone, situazioni, cose “normali”, “curiose” e… “strane” così come sono state “viste” dal sottoscritto. PREPARAZIONE L’idea di un viaggio in Russia era nata da qualche tempo; le ...

  • di Antonio C.
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: da solo
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

MOSCA, SAN PIETROBURGO Viaggio semiserio da Mosca a San Pietroburgo e viceversa; luoghi, persone, situazioni, cose “normali”, “curiose” e... “strane” così come sono state “viste” dal sottoscritto.

PREPARAZIONE L’idea di un viaggio in Russia era nata da qualche tempo; le informazioni sui documenti necessari e sulla loro preparazione, trovate su Internet, sembravano piuttosto complesse se affrontate come viaggiatore “self-service” e per questo lo avevo rimandato nel tempo.

Ora, però, sembrava arrivato il momento giusto per farlo; (santo) Internet si è rivelato utilissimo sia per l’ottenimento del visto che per la prenotazione degli alberghi e dei trasporti in loco.

Riassumendo, l’intera trafila si è risolta nel seguente modo: innanzitutto si richiede un “voucher” di invito ad una delle apposite agenzie russe (pagando s’intende); indi si stipula un’assicurazione sanitaria relativa al periodo di permanenza in Russia (sempre pagando, s’intende); con questi documenti, una foto, il passaporto (ovviamente) e un altro paio di form scaricabili dal sito dell’ambasciata russa (senza pagare stavolta) si va al consolato dove, dopo una “classica” fila e il versamento di un’altra quota, si lascia il tutto con la promessa (e la speranza) di riaverlo di lì a qualche giorno.

Nel frattempo ho prenotato il volo (Mosca a.R.), gli alberghi (Mosca, S.Pietroburgo) ed il treno (Mosca-S.Pietroburgo e v.V.); per quest’ultimo ho optato per una soluzione preventiva “internettiana” per evitare di dover interloquire con gli addetti alla biglietteria in loco (Mosca) in... cirillico (sulla lingua ne dirò più avanti).

Ripreso il passaporto “vistato” (bontà loro), fatte le valige si parte per la Россия (assaggio di cirillico!) MOSCA Città sterminata ma la metropolitana, molto estesa e conveniente, accorcia le distanze; il biglietto costa 10 rubli e si arriva presto un po’ dappertutto; inoltre val la pena di passarci anche solo per ammirare l’architettura di alcune stazioni.

Si scende verso i treni con una scala mobile piuttosto veloce, lunga e sempre piena di gente tanto che si fa sempre la fila per prenderla (in salita o in discesa non fa differenza), anche a sera inoltrata; normalmente ci sono tre scale: una scende, una sale e la terza... sta ferma; quando la situazione del congestionamento da traffico... umano arriva al limite di guardia (a volte lo supera) un inserviente decide (bontà sua!) di far partire anche la terza, in salita o in discesa.

La puntualità dei treni nella metro è quasi... svizzera: il tempo medio di attesa sulla banchina è di due minuti con un minimo di 40 secondi (provato dal sottoscritto) ed un massimo di tre minuti, anche nei giorni festivi.

Il cirillico (intendo quello scritto) può creare dei problemi, all’inizio, in particolare per capire quale metropolitana prendere, in quale direzione e dove scendere per evitare di trovarsi, senza colpo ferire, direttamente sul... mar baltico; tuttavia, una volta capito l’alfabeto, a parte qualche lettera un po’ particolare, si riesce a leggere.

In albergo i rubinetti dell’acqua calda e fredda sono invertiti rispetto al resto del mondo e per avere l’acqua calda c’è da aspettare anche un quarto d’ora, per cui al mattino ci si sveglia con conseguente anticipo per aprirli e cominciare a far scorrere l’acqua che, tra l’altro, all’inizio è un po’ giallastra ergo è bene fare scorta di bottiglie d’acqua minerale nei supermarket (liscia per evitare l’inconveniente delle bollicine di quella gassata mentre ci si lava i denti)

  • 1525 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social