Tra i Paesi baltici e la Russia

Viaggio in Lettonia, Estonia, Lituania, Mosca e San Pietroburgo

  • di castagno51
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

In questo resoconto non parlerò dei singoli monumenti, chiese, ecc. A parte la Russia dove secondo me non gradiscono i visitatori fai da te, all’ingresso di questi ci sono opuscoli con spiegazioni in inglese. Cercherò di indicarvi cosa visitare e cosa non e come orientarvi, quali sono i problemi che si possono incontrare e in che modo potete facilitare il vostro soggiorno. Vi ricordo che sono un viaggiatore solitario, quindi i miei tempi sono più rapidi di chi si muove in compagnia e non troverete commenti su musei perché soffro di fotocromia, quindi non percepisco molti colori.

Prima di tutto informazione per il visto: Russian Tour. Costa 35€ e in una settimana te lo fanno avere.

5/6

Partenza da Orio per Vilnius volo Ryan Air. All’uscita del minuscolo aeroporto a 20 m. a sx c’è il pulmino di 20 posti che per 1€ porta alla stazione dei treni e dei pullman (una di fronte all’altra nella stessa piazza. A 500m sei in piena città vecchia. Prenotato “Florens Boutique, Austros Vartu 29 che ho raggiunto in tre minuti. E’ un ostello che ha anche camere con bagno. La cosa positiva è che è sulla strada che porta in centro. Aspetto esterno anonimo. Non ci sono distributori di bibite e acqua. C’è solo una macchina per caffè e te disponibile gratuitamente solo al mattino. Camera pulita con a/c. Vado in Piazza della Cattedrale. La piazza è bella, con un campanile staccato dalla cattedrale, ma la cattedrale è ordinaria sia all’interno che all’esterno. Accanto c’è il Palazzo Reale ricostruito di recente. Adesso è adibito a museo. Niente di degno di nota. Dalla piazza si vede La Collina di Gediminas con i resti delle torri e delle mura. Si può salire a piedi o con una funicolare. In cima bello il panorama. Scendo e mi avvio verso la città vecchia, immettendomi nella Pillies Gatve. E’ la strada più importante, piena di negozi e ristoranti. Non spiego i percorsi perché le indicazioni turistiche sono esaustive. Degna di nota è la Chiesa di Sant’Anna. Purtroppo Vilnius è stata ridotta in cenere dai tedeschi alla fine della II guerra mondiale. Uzupis Repubblica. E’ inutile andare. Non c’è niente da vedere. Pranzo a Pllies Gatve 11/9: un filetto al pepe con contorno di verdure e 2 birre 22.64€. La sera “Uab Aderas in Austros Varty gatve 8, a due passi dal primo, 1 birra e un piatto di cui non ricordo il nome, ma sembravano tortellini, €12,40. Certo la cucina non la cosa migliore di Vilnius.

6/6

Noleggiato auto. Vado alla Collina delle Croci. E’ una collinetta piena di croci di qualsiasi tipo. Da Vilnius ci sono 3 ore di auto. Non ne vale la pena. A pranzo mi fermo in un ristorante sulla strada di ritorno per Vilnius, dove mangio i famosi zeppelin. E’ un impasto di patate ripieno di carne o formaggio condito con carne o formaggio. Terribili. Attenzione, tranne che per la città vecchia, la ristorazione chiude alle 21,00.

7/6

Trakai Il castello è bello e suggestivo. Consiglio di andare e fare un giro in barca nel laghetto che circonda il castello.

Druskininkai. A 8 km dalla città c’è il Parco delle Statue dell’età Sovietica. Se venite da Vilnius poco prima di arrivare in città vedrete le indicazioni alla vostra sx. Attenti perché c’è scritto “Hesova Grota”. Ingresso 6€. Portatevi qualcosa contro le zanzare. Il parco è un insieme di statue dell’era sovietica che non sono state distrutte al momento dell’indipendenza. Se andate pranzate pure all’interno del parco: si mangia bene e con poco. Volo per Mosca con Transaero eccellente. Ho prenotato presso l’aeroporto Domododevo l’hotel Tiara, una casetta ad un piano in un posto dove metà delle strade erano buone per fare motocross, e dove suono in campanello varie volte ma non mi aprono. Torno verso l’aeroporto e prendo una camera all’hotel Air. Consiglio: non noleggiate un’auto a Mosca. Il traffico è pazzesco anche di notte, ci sono sempre lavori in corso, e fuori Mosca è difficile trovare autostrade. Inoltre guidano come forsennnati. Ultima chicca: se fai un incidente l’assicurazione non copre se non hai chiamato la polizia e loro non sono intervenuti. Ho cercato di parlare con vari polizziotti, ma nessuno conosce l’inglese

  • 10295 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social