Russia fai da te

Diario di un viaggio indipendente alla scoperta dei simboli della Russia, partendo da San Pietroburgo fino ad arrivare a Mosca, passando dall'Anello d'Oro.

  • di gregori72
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Venerdì 5 Agosto

Il volo Lufthansa via Monaco atterra puntualissimo all’aeroporto di San Pietroburgo: le pratiche di immigrazione risultano relativamente veloci ed in breve siamo all’esterno del terminal, dove abbiamo il primo contatto con la complicata lingua russa! Prerogativa comune dell’intero viaggio sarà, come previsto, la difficoltà di comunicazione: qui quasi nessuno parla inglese, qualsiasi scritta risulta intraducibile ed il 90% della popolazione stenta persino a capire la parola “airport”. Utilissimo sarà il traduttore italiano-cirillico scaricato nell’iphone. I mezzi più economici per raggiungere il centro di San Pietroburgo sono le “marshrutkas” (rubli 30), una sorta di taxi collettivi che effettuano varie fermate (alcune a richiesta) e che permette di raggiungere la fermata della metropolitana di Moskovskaya. Il viaggio è davvero curioso: i passeggeri fanno da intermediari per passarsi i soldi da consegnare all’autista per pagare la corsa, un via vai di rubli tra le varie consegne ed i rispettivi resti.

Arriviamo alla metro e grazie al traduttore richiedo un carnet di 10 biglietti (r. 210): persino nella metro è difficile districarsi con la lingua, le scritte sono esclusivamente in cirillico, compreso il nome delle fermate e risulta complicato anche distinguere la scritta “uscita”. Raggiungiamo l’hotel che abbiamo prenotato per 4 notti, il 5th Corner, vantaggiosa soluzione grazie al buon rapporto qualità-prezzo-posizione (camera tripla con colazione € 90).

È ormai quasi sera e decidiamo di fare una piacevole passeggiata lungo un buon tratto della Prospettiva Nevsky, l’elegante arteria rettilinea che taglia tutto il centro città. La giornata è stupenda con cielo terso e temperatura gradevole e passeggiare in questa città ricca di vita e di storia è davvero un’esperienza piacevole. Un aspetto interessante di San Pietroburgo è che lungo le strade si trova quasi sempre un wi-fi free, che permette di chiamare a casa con pochi centesimi grazie a skype.

Importante: ricordarsi di fare registrare il visto entro 3 giorni lavorativi, vidimato dall’Ufficio del Servizio Federale di Immigrazione (Ufms). Gli hotel solitamente effettuano questo servizio con una piccola commissione.

Sabato 6 Agosto

La giornata è splendida, pertanto decidiamo di percorrere a piedi l’intero centro di San Pietroburgo per visitare le principali attrazioni: camminiamo nuovamente lungo la Prospettiva Nevsky fino all’immensa Cattedrale di Kazan, in stile neoclassico e con un grande colonnato a semicerchio, che ricorda molto quello di piazza San Pietro in Vaticano. In lontananza scorgiamo la caratteristica Chiesa del Salvatore o del Sangue Versato, splendido esempio di architettura ortodossa con la moltitudine di cupole colorate. L’interno (r.320) è davvero ricco e spettacolare e custodisce un gran numero di icone e 7000 mq di mosaici.

San Pietroburgo poggia su 101 isole ed è attraversata da numerosi canali: il modo migliore per scoprire la città è osservarla direttamente dall’acqua, con una piacevole gita in barca sui canali che si aprono sull’immenso fiume Neva (r.500). Terminiamo la lunga ed appagante giornata alla Fortezza Pietro e Paolo, che raggiungiamo con la metro (stazione Gorkovskaya). La fortezza è stata la prima costruzione della città e si distingue per il caratteristico campanile della Cattedrale barocca, al cui interno (r.350) sono custodite le tombe degli zar tra cui quella di Pietro il Grande, fondatore di San Pietroburgo

  • 20644 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social