Mosca, s.pietroburgo e anello d’oro su misura

Allergici ai viaggi di gruppo, per l’organizzazione ci siamo affidati a internet: è stato un supporto molto utile, soprattutto per organizzare gli spostamenti e le viste dell’anello d’oro e perché dà sicurezza avere un referente che parla italiano e russo ...

  • di bob61
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Allergici ai viaggi di gruppo, per l’organizzazione ci siamo affidati a internet: è stato un supporto molto utile, soprattutto per organizzare gli spostamenti e le viste dell’anello d’oro e perché dà sicurezza avere un referente che parla italiano e russo raggiungibile telefonicamente 24h su 24. Ad esempio è stato fondamentale per affrontare con un minimo di tranquillità il viaggio in treno tra mosca e san pietroburgo dopo soli due giorni dall’attentato ferroviario che aveva interrotto la linea!!! Non tutte le sistemazioni proposte dall’agenzia ci hanno invece soddisfatto. Il nostro consiglio è quindi di informarsi bene chiedendo ai diretti responsabili più informazioni possibile sulle sistemazioni e, se per caso non siete soddisfatti quando vedete la vostra sistemazione, di chiederne immediatamente il cambio. Inoltre studiatevi bene le diverse possibilità che l’anello d’oro consente: se non vi convince del tutto il tour proposto dall’agenzia, chiedete di poterlo personalizzare.

Consiglio a tutti coloro che visitano Mosca di cercare di inserire il giro dell’anello d’oro perché merita davvero: soprattutto il paesino da fiaba che è Sudzal. Noi siamo stati invogliati dal racconto di... A cui rimandiamo per una descrizione più completa del tour.

Di seguito invece alcune informazioni di dettaglio sull’organizzazione.

MOSCA L’hotel Izmailovo di Mosca rappresenta un’ottima sistemazione per la qualità delle camere e la vicinanza del metro. Anche la sera la zona è frequentata e ci si sente sicuri.

Ottimo il ristorante Dioscuria (georgiano): abbiamo provato il pane al formaggio e lo stufato di carne con patate, entrambi favolosi. Sistemazione molto “alla buona” ma ottimo rapporto qualità/prezzo.

GIRO DELL’ANELLO D’ORO Hotel Gorjachje Kliuci a Sudzal: abbiamo apprezzato soprattutto l’aria condizionata, perché erano giorni caldi e afosi; forse in altri periodi non caldi si potrebbe preferire sistemazioni più centrali, che possono essere più suggestive (in particolare quella all’interno di un monastero); Gorjachje Kliuci rimane comunque consigliabile per chi ha bambini o vuole rilassarsi con pesca, barca e banya. Il ristorante dell’albergo è passabile ma non eccezionale; invece abbiamo mangiato bene nel ristorante all’interno del Cremlino e in quello all’interno del convento dell’intercessione.

L’autista ci ha gentilmente lasciato fino alle 10.30 per vedere il monastero del salvatore, chiuso il giorno prima. Non ci siamo trovati così bene, invece, al Minihotel Exeter di Yaroslavl (3 stelle): era ancora una giornata calda e la mancanza di aria condizionata (aspetto non precisato nelle descrizioni sul sito e dell’agenzia) è stata causa di molto disagio per la notte. La sera poi, una volta rientrati in albergo, alla reception non sono stati nemmeno in grado di fornirci una bottiglia d’acqua. Per completare, si sono rifiutati di custodire i nostri bagagli (contrariamente a quanto previsto dal vostro programma) che sono pertanto dovuti rimanere tutto il giorno nel bagagliaio delle gentilissima Katerina, nostra guida a Yaroslavl (ma con quale grado di sicurezza?).

Ci è stata sconsigliata la gita sul Volga per il caldo e l’affollamento dovuto ai russi che in quel periodo andavano nelle dacie. Sull’organizzazione complessiva del giro dell’anello d’oro: gli spostamenti in auto sono stati molto più veloci di quanto non pensassimo, e questo poteva probabilmente consentire una migliore organizzazione del tour. Ad esempio poteva permettere di inserire qualche altra tappa o vedere con più calma le tappe intermedie durante gli spostamenti. A Sudzal una giornata è più che sufficiente per vedere tutto: è comunque un paesino piacevole e rilassante e quindi abbiamo gradito avere tempo libero a disposizione. Fin troppo invece il tempo a disposizione a Yaroslavl, che tra tutte le cittadine visitate è stata la meno suggestiva (era la più grande e trafficata) anche se con alcuni monumenti notevoli da non perdere

  • 4628 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social