Penisola di Kola

Viaggio in un territorio selvaggio dove il tempo sembra essersi fermato e la tecnologia ancora molto lontana. Stili di vita semplici...

  • di Luna Lecci
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Un viaggio pilota: siamo tra i primi turisti in maestose, e in gran parte inesplorate, distese di territorio selvaggio dove il tempo sembra essersi fermato e la tecnologia ancora molto lontana. Stili di vita semplici come quelli che si vivevano ...

· Premessa

04/8/12- giorno: Roma-San Pietroburgo- Murmansk

05/8/12- giorno: Murmansk

06/8/12- giorno: Kandalaskha-Umba-Colviza-Kutzreka-Kashkarantsy-Varzuga-Kozumen'

07/8/12- giorno: Kuzomen'-Capo Amethisty-Chavanga

08/8/12- giorno: Chavanga

09/8/12- giorno: Chavanga

10/8/12- giorno: Chavanga- Tetrino-Chavanga

11/8/12- giorno: Chavanga-Varzuga-Tonya Tetrchna-Umba

12/8/12- giorno: Umba-Lovozero- Murmansk--San Pietroburgo

Conclusioni

Premessa

Cosa ci ha spinti a scegliere una meta come la sperduta penisola di Kola? Essere tra i primi turisti in questo tipo di viaggio che, solitamente, intraprendono i pescatori (di salmoni e di salmonidi) provenienti prevalentemente dal nord Europa e dal Canada e ben poco interessati alle tradizioni locali, alla visita dei villaggi, allo scambio interculturale. Si tratterà di un viaggio pilota proposto da Stelle d'Oriente (www.stelledoriente.it), distribuito dal tour operator Barby Viaggi e avente come tour organizer Roberto che, assieme alla figlia, partiranno con noi per testare la possibilità di riproporlo come futura destinazione. Il requisito richiesto era un buon spirito di adattamento e la selezione per partecipare alla spedizione è ricaduta su di me, sul mio boy e su una coppia di Verona viaggiatrice in luoghi poco battuti. L'operatore locale al quale si appoggia quello italiano è Vasyl, una nota guida di pesca al salmone, che fino ad oggi, nel corso dei suoi 15 anni di esperienza, ha solo ed esclusivamente organizzato battute di pesca in quel tratto di costa per gruppi da 3 a 8 persone e nessun altro svolge lo stesso lavoro. Una prima esperienza per tutti. Ovviamente prima di partire avevamo un programma concordato tra gli operatori, un tragitto da seguire, le mete che avremmo toccato, i tipi di alloggio, alcune possibili difficoltà, consigli da mettere in valigia... ma il vissuto ha superato, a volte nel bene, altre un po' meno, l'immaginazione. Vasyl, bielorusso, si trasferisce nella penisola di Kola tutti gli anni da maggio a ottobre e solo in due circostanze, questa sarà la terza, porta con sé la moglie che lo assisterà, supporterà, preparerà la maggior parte dei pasti. Il costo totale del viaggio è stato di circa € 2.400 a persona (€ 1.650 solo il tour, € 600 il volato da Roma, € 120 per l’ottenimento del visto, delle lettere d’invito e dell’assicurazione), sicuramente un po’ costoso, ma nessuno aveva metri di giudizio.

4 agosto 2012

Volo da Roma (Fiumicino) a San Pietroburgo (Pulkovo) con la compagnia aerea Rossiya Airlines, durata del volo ore 3,45. Partiamo puntuali alle 12,50 e arriviamo, ora locale, alle 18,35 (fuso orario: due ore in più rispetto all'Italia). Durante il volo ci servono un pasto (a scelta pesce o pollo) commestibile, ma un po' scarso. Giunti a destinazione e velocemente sbrigate le formalità di sbarco, dobbiamo raggiungere, dal terminal 2 dove ci troviamo, il terminal 1 da dove partiremo per Mursmark, capoluogo dell’omonima “regione” nonché il più grande porto marittimo della Russia settentrionale. Presso il banco informazioni transfert comunicheremo a un'addetta quanti siamo, da dove veniamo, la destinazione e l'orario di partenza del volo. Ci chiamerà dopo un'oretta e il viaggio su un pulmino durerà una decina di minuti. Ammazziamo il tempo navigando gratuitamente su internet, socializzando con gli altri membri del gruppo: una coppia di Verona, l'accompagnatore-tour operator e sua figlia. Cambiamo € 100 presso un ufficio cambio con rubli 3300, ovviamente riceviamo meno soldi di quelli che ci avrebbero dato le banche (rb 3880), ma in aeroporto l’alternativa è prelevare dal bancomat pagando una commissione

  • 9242 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Fearless
    , 26/4/2016 18:34
    Un viaggio davvero peculiare, mi piacerebbe troppo fare qualcosa del genere (magari tipo, trekking sui monti Altaj in Russia)!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social