Aspettando Natale sulla... Romantische Strasse

Una bella passeggiata tra le luci e i colori del magico periodo natalizio

  • di MARISOL
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Anche quest'anno partiamo nel periodo dei tradizionali mercatini di Natale. Siamo tre coppie e facciamo questo bel viaggio che toccherà l'Alta e la Bassa Baviera, buona parte lungo la Romantische Strasse.

Partiamo martedì 8 dicembre con un volo per Monaco. L'appuntamento è per le 4 di mattina, quando ancora tutti dormono, ma noi siamo ben svegli ed allegri. Arriviamo in aeroporto parecchio in anticipo: preoccupati per gli ultimi tragici avvenimenti accaduti in questo periodo, pensiamo che ci vorrà più tempo per le varie formalità di imbarco. Invece non è così: tutto si svolge tranquillamente come sempre ed i controlli non sono intensificati come invece pensavamo. Alle 7.05 il volo decolla puntuale e l'arrivo a Monaco è previso per le 8.15. Tutto bene se non fosse per la nebbia che copre la città, quindi atterriamo con ritardo. Qui in aeroporto dobbiamo ritirare la macchina che abbiamo noleggiato ed anche questa procedura di consegna avviene in tempi rapidi: ci rechiamo al parcheggio indicato ed ecco la macchina che ci porterà per le strade della Germania. È una Ford Touran, una bella e comoda macchinona che ci permetterà di girare tutti e sei insieme, sistemando anche comodamente i bagagli. Dall'aeroporto installiamo il navigatore con destinazione un paesino della Romantische Strasse: Donauworth. Qui tutto parla del Natale, con le stradine addobbate e tanti angioletti che riempiono le strade. Passeggiamo lungo la via principale e quindi giungiamo ad un ponte in legno, naturalmente piccolo, che però mi fa venire in mente il Ponte Carlo di Praga. Infatti è adornato da due statue e conduce al centro che è il nucleo originario della cittadina. Qui troviamo una panetteria che espone dei dolci che attirano la nostra curiosità: non resistiamo alla tentazione e li assaggiamo. Che ottima idea! Una visitina alla chiesa gotica e siamo pronti per ripartire con la nostra macchina che ci accompagnerà per questa bellissima vacanza. A 20 km. circa di distanza facciamo un'altra sosta. Questi paesini medievali sono incantevoli e meriterebbero di essere visitati tutti, ma noi ne scopriremo solo alcuni ed il prossimo è Nordlingen. Giriamo tra le case caratteristiche ed ecco il classico mercatino con tanti prodotti tipici, dalla cucina all'artigianato. Man mano poi che cala la sera, le lucini che si accendono rendono l'atmosfera ancora più calda ed affascinante. Visitiamo anche la chiesa; peccato non ci sia tempo di salire sul campanile alto 90 metri, chiamato affettuosamente “Daniel” dagli abitanti. Da lassù il panorama deve essere superbo! Sui tetti di alcune case notiamo gli enormi nidi delle cicogne! Che bellissima sorpresa pensare che da queste parti nidificano le cicogne! Dobbiamo riprendere la strada, perchè ci attende l'hotel a Rothenburg ob der Tauber. Quando giungiamo in hotel ci accoglie il simpatico signor Erich che parla solo tedesco e un po' d'inglese, ma che fa di tutto per farsi capire e si prodiga per illustrarci le attrattive del paese e anche dove andare a cena. La camera è accogliente e comoda, soprattutto pulita. Lasciamo le valige e usciamo per una prima ricognizione del paese. L'hotel si trova proprio a cinque minuti di strada da una delle antiche porte che accedono a Rothenburg. Quando oltrepassiamo una delle numerose porte del borgo, ci accoglie uno sfavillare di luci colorate: finalmente è Natale! Rothenburg è una meraviglia! Sembra di entrare nella fantasia: le casette sembrano fatte di zucchero e cioccolata. Avevo già visto questo paesino in estate ed ero rimasta incantata, ma ora con questa atmosfera natalizia, è tutto più irreale! Anche i nostri amici sono senza parole. Le vetrine illuminate ed animate attirano la nostra attenzione, ma tutto il paesaggio in sé è stupefacente! Un breve giro e andiamo a cena, tanto qui torneremo domani per l'intera giornata. La trattoria che ci ha indicato il signor Erich è appena fuori il muro di cinta e si chiama Gastof Rodertor. Quando entriamo ci accoglie la calda atmosfera bavarese. Ci accomodiamo e qui comincia l'avventura, perchè non ci sono menù in italiano, anche se il tedesco ha la traduzione in inglese. Sfoderiamo quindi tutta la nostra conoscenza e riusciamo a ordinare delle ottime insalate, un buon piatto di carne e una pizza alle patate, che non ha nulla a che fare con la nostra pizza, ma che comunque è buona.

Il giorno dopo siamo pronti per visitare Rotenburg. Ci avviamo presto e già il paese è pieno di gente. Ci immergiamo in questa splendida realtà facendo tante fotografie dall'alto del muro di cinta, che percorriamo per buona parte, curiosando nei giardini vestiti a festa delle casette. Ci dirigiamo verso il centro affollato e la prima tappa è il negozio di Kathe Wohlfahrt, dove è Natale tutto l'anno! Fuori il negozio è parcheggiato il furgone rosso carico di regali, dove è d'obbligo la foto. Entriamo e veniamo avvolti da un tripudio di colori, suoni e luci che ci proiettano nella calda magia della festa. Il negozio è pieno di gente e bisogna fare molta attenzione ai vari ninnoli esposti che sono miracolosamente in bilico su scaffali e tavolini. Ci lasciamo travolgere piacevolmente da questo vortice e naturalmente facciamo acquisti. Quando usciamo dal negozio, abbiamo la faccia soddisfatta come dei bimbi che hanno avuto il loro premio. Che bello! Che meravigliose spese terapeutiche! Passeggiamo tra i vicoli e ci soffermiamo a fotografare il bellissimo municipio mentre un Babbo Natale suona il suo organino. Camminando, giungiamo alla Porta della Fortezza, dove svetta la torre più alta della cittadina. Qui si entra in un bellissimo parco che si affaccia sulla valle del Fiume Tauber, offrendo un panorama che spazia tutt'intorno a noi, anche se il cielo è coperto e quindi non riusciamo a vedere troppo oltre. Ritornando sui nostri passi ci immergiamo nuovamente nei colori di Rothenburg ed andiamo a comprare dei dolci che abbiamo Visto friggere in alcuni negozi. Si tratta delle “schneeballen” dolci tipici della Baviera ed in particolare di Rothenburg, cioè pasta frolla tagliata a larghe strisce e poi chiusa a formare una palla che viene fritta in olio bollente e decorata a piacere. Una vera bontà! Giriamo senza stancarci perchè ogni angolo ci riserva qualche sorpresa, come un grosso orso di peluche all'entrata di un negozio oppure un orsetto che da una finestra fa le bolle di sapone che riempiono la strada. È ancora presto per rientrare, quindi pensiamo di fare un altro giro riprendendo la Romantische Strasse e dirigendoci verso un altro dei bellissimi paesini: Bad Mergentheim. Le strade sono illuminate ed una casa espone un grande calendario dell'avvento, con le finestrine aperte fino ad oggi. Giriamo, ma si sta facendo tardi e c'è poca gente in giro. Ritorniamo a Rothenburg e andiamo a cenare allo stesso ristorante della sera prima.

L'indomani, dopo una buona e ricca colazione, partiamo per tornare a Monaco, dove trascorreremo altri tre giorni di vacanza. Prima però facciamo un'altra importante deviazione verso Norimberga. Abbiamo abbastanza tempo per scoprire il centro di questa importante città: la bellissima chiesa di San Lorenzo fa da sfondo ad uno dei tanti mercatini, mentre ci passa vicino una carrozza trainata da due imponenti cavalli con la criniera bianca! Per caso Cenerentola sta andando al ballo? Ad una bancarella acquistiamo un piccolo e caratteristico boccale di vin brulè: è bollente e mentre scende giù ci sentiamo avvampare da un piacevole tepore! Ottima idea! La splendida chiesa di San Sebaldo ha due abeti vicino l'altare maggiore, una vera curiosità per noi. Giriamo ancora un po' ma poi è ora di avviarci: abbiamo un po' di strada prima di arrivare a Monaco. Arriviamo in serata al nostro albergo, molto bello ed accogliente. A pochissimi minuti di distanza c'è il treno che ci porta in centro. Marienplatz ci accoglie con tutto il suo splendore: un rutilare di colori e suoni del mercatino che riempie ogni angolo e che ci avvolge lasciandoci senza parole. È bello camminare tra la gente curiosando tra le bancarelle che espongono ogni sorta di oggetti artigianali. Un locale attira la nostra attenzione: è ora di cena, quindi proviamo ad entrare. Trovare un tavolo sarà un'impresa, invece siamo fortunati e troviamo una buona sistemazione. Ordiniamo una zuppa di patate veramente ottima e quindi i tipici wurstel, il tutto annaffiato da una buona birra bavarese. Nonostante la confusione, mangiamo in tempi piuttosto rapidi e siamo soddisfatti.. fa molto freddo: il breve tratto di strada dal treno all'hotel ci sembra lunghissimo e siamo intirizziti, inoltre alcuni tratti di strada sono ghiacciati, quindi bisogna fare attenzione a non scivolare.

Il giorno dopo è dedicato alla visita del famosissimo castello di Neuschwanstein, il castello per eccellenza, quello che ha ispirato Disney ed i suoi film. Un'altra giornata da favola ci attende e non rimaniamo delusi. La visita del castello è oltre le nostre aspettative e non facciamo in tempo a rimanere a bocca aperta per una sala che già quella dopo ci coinvolge ancora di più: la sala del trono è qualcosa di inimmaginabile, poi la grotta artificiale, la sala dei cantori ed anche le cucine hanno il loro fascino. Il paesaggio da quassù poi è veramente da sogno, con le montagne, il verde ed il blu del lago. Quando ridiscendiamo verso il paese il tramonto ci offre un altro incredibile panorama con le nuvole tinte di rosso! Questa sera a Monaco andiamo a cena da Hofbrauhaus, la storica e famosa birreria della città. Nel locale grandissimo stentiamo a trovare i posti, ma con molta fortuna riusciamo a scorgere un tavolo e ci catapultiamo subito sulle panche, facendo sedere con noi anche una ragazza ed un ragazzo tedeschi. L'allegria ci contagia subito ed iniziamo a ridere e brindare con questi enormi boccali di birra, coinvolgendo questi simpatici ragazzi che ridono con noi, anche se non ci capiamo affatto! L'orchestrina intanto suona cercando di sopraffare la confusione: insomma il divertimento qui è assicurato! Anche la cena non è male ed i prezzi sono nella norma. La serata scorre via allegramente ed è veramente un peccato dover rientrare.

Per il giorno dopo decidiamo di andare a scoprire altri angoli della città. Prendiamo il treno per scendere in centro, quindi con la metro raggiungiamo Konigsplatz, che viene detta l'Atene sull'Isar. Infatti il re Ludwig, nella prima metà dell'800 fece costruire palazzi che ricordano l'antico Egitto, come i Propilei ed il museo delle antichità. La piazza è veramente grande e fu usata da Hitler per tenere importanti comizi. Con la metro raggiungiamo vari punti della città, tutti molto belli ed infine torniamo in centro: da Marienplatz si diramano strade belle e si succedono mercatini caratteristici. Camminiamo tantissimo, perchè tutto è bello ed attira la nostra attenzione. Riusciamo anche a sentire il Carillon animato del municipio. Quindi proseguiamo per Odeonsplatz ed entriamo nel giardino della residenza reale. Lunghi viali ed aiole curatissime ci lasciano senza fiato e tornando in piazza attira la nostra attenzione la Loggia dei Marescialli, che ricorda la loggia della Signoria a Firenze. Entriamo anche nella cattedrale, ed ammiriamo il pregevole interno, mentre fuori le impalcature ci impediscono di ammirare pienamente gli alti campanili che sono come incartati dalle strutture per i lavori. Un'altra bella giornata è finita, trascorsa in questa bella città con i nostri cari amici. Domani si torna a casa, ma tanti bei ricordi li portiamo via con noi.

L'indomani lasciamo la macchina in aeroporto con un po' di tristezza, è stato bellissimo viaggiare per le strade della Baviera tutti insieme in questa grande e comoda macchina, un'esperienza da ripetere sicuramente! L'aereo è puntuale e noi siamo pronti a salire a bordo. Stiamo già progettando per il prossimo Natale un viaggetto alla scoperta di altri fantastici mercatini, perchè è l'occasione per stare insieme e divertirsi, così come sono stati belli questi giorni alla scoperta di questa bellissima zona della Germania, ricca di verde e di storia, una bellissima passeggiata sulla Romantische Strasse.

  • 1500 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social