Romania, splendida sorpresa

Prezzi bassi e una nutrita serie di siti UNESCO. Tour in una nazione bellissima e accogliente

  • di mque_mque
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 5
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Quest'anno il Gruppo Vacanze Piemonte, dopo alcuni anni di grandi numeri (eravamo dieci in Islanda e in Sicilia, sette nelle Repubbliche Baltiche, nove in Francia) per una serie di motivi si scinde su più periodi e su più destinazioni. Esplorato in lungo e in largo tutto l'estremo nord... stavolta ci si butta ad est. Prezzi bassi, commenti positivi di alcuni amici e una nutrita serie di siti UNESCO: si va in Romania!

COME, DOVE, QUANTO

Grazie al web, è facile pianificare il nostro tour, per toccare in due settimane i principali must-see romeni: da Bucarest saliremo in Transilvania, dove visiteremo Brasov, Sibiu e Sighisoara, poi ancora più su fino al Maramures, al confine con l'Ucraina, dove una campagna bucolica è punteggiata di antichissime chiese ortodosse in legno, e infine verso est, oltre i Carpazi, nella regione della Moldavia, più precisamente nella Bucovina meridionale, dove ci attendono splendidi monasteri affrescati. Da lì raggiungeremo Iasi, vivace città universitaria e polo informatico-tecnologico della nuova Romania, per il volo di ritorno su Torino. Avendo due settimane giuste, accantoniamo la regione occidentale al confine con l'Ungheria (Timisoara e Oradea) per una prossima visita, magari un weekend lungo, vista l'ampia disponibilità di voli dall'Italia ad ottimi prezzi.

A conti fatti, la nostra vacanza in Romania ci costa davvero pochissimo. Per dormire, su booking scegliamo perlopiù pensioni familiari e bed&breakfast, trovandoci sempre benissimo per l'ottimo rapporto qualità/prezzo (di solito meno di 30 euro a notte per una doppia con bagno, in strutture nuove, centrali e ben arredate); a Sibiu, Iasi e nel Maramures troviamo un appartamento, anch'essi ad ottimo prezzo; presso il monastero di Voronet scegliamo un albergo, e sarà l'unica esperienza negativa (struttura datata, camera scomoda e buia, personale scorbutico). Ci pare di poter dire che nelle strutture a conduzione familiare abbiamo sempre trovato grande cortesia e massima disponibilità per l'ospite. Anche per mangiare i prezzi sono davvero minimal: un pasto completo, ovvero una zuppa (ciorba), che qui si mangia come antipasto, e un piatto unico di carne e patate, sempre dalle dosi extra-large, con un boccale di birra costa in media 12-15 euro a persona. Non conviene quindi cercare sistemazioni con cucina, per potersi preparare da mangiare.. cediamo solo un paio di sere alla voglia di casa, e ci facciamo una bella spaghettata (i supermercati propongono tutte le marche italiane più note). Per chi non mangia carne, le soluzioni sono molto ridotte... le opzioni etniche, che spesso salvano i vegetariani in viaggio, in Romania praticamente non ci sono.

Per girare, ovviamente noleggiamo un'auto. A differenza di quanto si può pensare, le strade sono quasi tutte molto ampie e ben tenute (molto più delle nostre!) ma l'assenza quasi completa di una rete autostradale fa si che siano sempre molto trafficate. Sulle arterie principali ci sono gli autovelox, e ci sono anche frequenti pattuglie: sulla via verso Iasi veniamo fermati per aver superato di pochissimo il limite dei 50 km/h in un attraversamento cittadino, e giustamente ci fanno la multa (per il versamento ci danno un bollettino precompilato). In generale, troviamo sempre in chi ci parla orgoglio (e un pò di stupore) per l'aver scelto la Romania come destinazione per le nostre vacanze, soprattutto fuori della Transilvania, più abituata al turismo.. Il Maramures e la Bucovina potrebbero vivere di turismo, grazie al mix di cultura e natura che le contraddistingue.. speriamo sappiamo cogliere presto e bene le potenzialità del loro territorio, salvaguardandolo dagli eccessi di modernità (ad es l'abbandono delle vecchie case tradizionali in legno per nuove anonime villette colorate); in questo percorso il riconoscimento UNESCO li sta aiutando

  • 13732 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social