Romania: l'arcobaleno dopo la pioggia

Caro amico, apri le ali , le ali della mente ,e lasciati andare…apri le ali della conoscenza, le ali della tolleranza, le ali della tua libertà . La libertà è di incontrare uno sconosciuto, di parlare con uno straniero e ...

  • di AZanazzo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: da solo
 

Caro amico, apri le ali , le ali della mente ,e lasciati andare...Apri le ali della conoscenza, le ali della tolleranza, le ali della tua libertà . La libertà è di incontrare uno sconosciuto, di parlare con uno straniero e conoscerlo veramente. Caro amico, non aver timore di quanto grandi possano essere le tue ali, non aver paura di volare e di sapere...Vola in alto , più in alto che puoi . E solo allora potrai dire di conoscere veramente il Mondo e gli uomini che ci vivono, prigionieri di immaginarie frontiere . Frontiere di sabbia, che si sciolgono all’arrivo delle onde dell’ immenso mare della conoscenza, o svaniscono come ghiaccio al sole che illumina l’ arrivo di una sconosciuta primavera ...

Il profumo intenso e dolcissimo delle piante di glicine si espande attraverso le mie narici, attraverso tutti i miei sensi , come per ricordarmi che la leggiadra Primavera è ormai apparsa. Sono a Roma, ai piedi della famosa piazza del Campidoglio , un capolavoro di equilibri e straordinari pensieri architettonici.

Il mio viaggio per la Romania inizia da qui. Mi fermo sotto il simbolo della città eterna : la Lupa con Romolo e Remo, quella stessa statua l’ho incontrata per caso a Bucarest , sembrava un miraggio vederla in quella lontana città . Continuando la mia passeggiata notturna nella Roma primaverile, mi avvicino ai Mercati di Traiano e in questo luogo , su una maestosa colonna, che raffigura gesta e episodi della storia romana in sequenze scolpite, come fosse la pellicola di un film ante-litteram, rivedo gli avvenimenti in Dacia... : la Dacia...Oggi Romania. Nel I secolo a.C. I Daci riuscirono a dar vita, sotto re Burebista, a un regno immenso e sconfinato . Nel 101 Traiano avviò la campagna di conquista dell'area, conclusa nel 106 con l'istituzione di una nuova provincia romana.

La Colonna di Traiano , situata nel Foro di Traiano , fu inaugurata nel 113 ed è una testimonianza e trascrizione figurata del libro di Traiano in cui erano descritte le imprese dell'imperatore e del suo esercito, appunto, in Dacia tra il 101 e il 106.I 200 metri del bassorilievo -fregio si arrotolano a spirale come una pergamena intorno al fusto della colonna per 23 volte e rappresentano 2500 figure.

Il nome Romania deriva da Român, derivazione dell'aggettivo latino Romanus, romano.

La Romania è una parte di noi : italiani .

La Romania è tutto ciò che non ti aspetti, è tutto quello che non sai o che non ti hanno mai detto : dinamica, vivace , propositiva, creativa, accogliente, colorata, positiva, e a tratti elegante, riservata o surreale . La Romania è come una bella sorpresa che non ti aspettavi. La Romania è come un arcobaleno che appare e che vorresti non andasse mai via, un vasto arcobaleno che ti meraviglia , ti fa sognare, ti sorprende con le sue vibrazioni di luce...Un arcobaleno dai vividi colori che segue un cupo temporale, che rinasce dopo una grigia pioggia insistente che credevi non avesse mai fine. Bucarest ti accoglie come se tu fossi sempre stato qui. A Bucarest non ci sono stranieri, ci si sente ospitati in un modo speciale , accolti con una gentilezza senza formalità, una gentilezza che è sopratutto familiarità, calore, convivialità, come se foste uno di loro. Si : qui il turista è uno di loro. Il mio aereo atterra a Bucarest. Bucarest , che fiorisce in quella serena pianura fra il solenne Danubio e i maestosi Carpazi . Bucarest, dove sorge il secondo (per grandezza e dimensioni) edificio del mondo , secondo per estensione solo al Pentagono : il palazzo imponente che apparteneva a Ceauşescu . Faccio appena in tempo a vedere quell’ immenso palazzo fra le mille fantasie d’ acqua delle fontane che adornano la grande strada principale . Poi una visita (obbligata) alla chiesa Biserica Stavropoleon , creata nel 1724, e che rappresenta un vero gioiello dell’ architettura rumena

  • 1703 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. dritangremi
    , 4/3/2011 23:21
    ho sentito parlare dei <a href="http://www.dentistiinalbania.com/1/dicono_di_noi_1529244.html">dentisti in romania</a>. Mi sapete indicare qualcuno?

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social