Roma, sei sempre una certezza

Nella capitale tra Palazzo Barberini, le Fosse Ardeatine e piazza San Pietro

  • di ag.rebos
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Levataccia per prendere il treno frecciarossa delle 6.25 che da Piacenza ci porta a Roma termini. La mattinata è frescolina, il viaggio piacevole, arriviamo a destinazione con qualche minuto di ritardo. Siamo nuovamente a Roma per tre motivi: l'udienza generale del mercoledi in Piazza San Pietro, il museo Barberini, dove non siamo mai stati, e una doverosa visita alle Fosse Ardeatine.

Alla banchina dei bus il 38 ci attende per portarci in sole 3 fermate all'hotel Ercoli- Via Collina 48, adiacente a Via Piave. Una sistemazione senza pretese in un albergo che occupa un intero piano di un palazzo antico recentemente ristrutturato così come i locali del hotel. Una simpatica ragazza ci accoglie e in pochi minuti disbrighiamo le pratiche di accettazione. a camera è spaziosa, pulita e fresca. il costo del soggiorno: 200,00 per due notti, colazione compresa sono il giusto rapporto qualità-prezzo.

Un pò di rilassamento prima di preparci per la visita al museo.

Alla stazione abbiamo acquistato i biglietti turisti dei tre giorni e per 16,50 cad. avremo la certezza di poter usufruire illimitatamente di tutti i mezzi di trasporto.

Roma pass non va per noi bene, come tutte le card europee, poco conveniente.

Ci avviamo in via XX settembre dove quasi tutti i bus che transitano ci allungano fino a piazza Barberini dove scendiamo per fare i due passi che ci permettono di arrivare in Via quattro fontane per l'ingresso al museo. Pensavamo di trovare un pò di fila, invece nessuno. Solo due scolaresche che stanno uscendo. Lìesterno del palazzo con un piccolo giardino è molto bello e ben tenuto. Pago il biglietto di ingresso (7,00) ad uno svogliato impiegato, A., over 65, non paga; sono però obbligata a lasciare la borsa nell'apposita cassetta di sicurezza.

Le sale luminose del piano terra espongono artisti minori e dei bellissimi crocefissi lignei. Il clou del museo è al primo piano con la Fornarina di Raffaello, Giuditta e Oloferne di Caravagio e una bellissima Beatrice Cenci di Guido Reni.

Il terzo piano ospita artisti minori ed è in via di completa ristrutturazione.

Speriamo che i lavori procedano celermente, ora che il circolo ufficiali del nostro esercito si è deciso a lasciare i locali...

Con questa piacevole visita abbiamo colmato una nostra lacuna, peccato che il museo fosse poco frequentato. Solo qualche coppia di maturi turisti e per giunta stranieri. Di italiani solo noi due.

Piano piano ci dirigiamo, visto che siamo in zona, a fontana di Trevi. Qui si che c'è una fiumana di gente. si spazia dalle scolaresche italiane ed europee, passando per gruppi parrocchiale non ci facciamo mancare i soliti gruppi asiatici. la ressa è tanta, il vociare insopportabile, stiamo poco, gironzoliamo nelle viuzze ed arriviamo a Santa Maria in trivi per la doverosa preghiera alla tomba di San Gaspare, santo a cui la nostra famiglia è devota da anni.

La stanchezza del viaggio, il caldo, la confusione iniziano a farsi sentire, quindi rientriamo con un bus preso in via del Tritone che ci lascia alla fermata Cernaia, solo qualche minuto dal nostro albergo.

CI riposiamo e iniziamo a pensare per la cena.

Google ci dà una mano e proviamo al ristorante: Al forno della Soffitta in via Piave.

Non è presto, ma nemmeno tardi. Qualche tavolo è già occupato, entriamo ed ordianiamo una pizza. Ci servono una vera pizza romana-napoletana: cornicione alto, interno molliccio ed ottima mozzarella. Il locale è molto frequentato in pochi minuti tutti i tavoli si occupano, paghiamo il giusto e siamo pronti per Piazza di Spagna, dove arriviamo con un bus fino a Tritone e poi a piedi per tutta via Sistina

  • 9250 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social