Rodi, un'isola magica tutta da scoprire

Sulle spiagge più belle per una vacanza all’insegna del relax tra luci, colori, sapori, profumi e mare cristallino

  • di CRIS0205
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro

Rientrati al parcheggio abbiamo fatto una sosta alla Taverna “Light House” per gustare 1 fresca fetta gigante di anguria all’ombra del pergolato e siamo ripartiti fermandoci successivamente a vedere il borgo di Lahania, con case bianche e semi deserto ma suggestivo; durante il tragitto abbiamo ammirato la parte più selvaggia ed arida dell’isola in cui però compaiono numerose ville di lusso accanto a case in semi costruzione i cui scheletri rovinano decisamente il paesaggio.

Lasciata Lahania ci siamo fermati a Gennadi Beach, il cui lungo e largo litorale è ben conosciuto sia dagli abitanti della zona che dai turisti per il mare cristallino anche se al posto della sabbia ci sono i sassi; noi abbiamo fatto una pausa per un gelato alla “Taverna Thalassa” pagando ben € 4,50 a testa 1 coppetta con gusti industriali: che ladri!

Lasciata Gennadi Beach ci siamo trasferiti all’interno recandoci ad Asklipio: qui abbiamo solo fotografato la Cappella di Kimissitis Theotokou, dedicata all’Ascensione di Maria, in quanto ancora chiusa al pubblico poi siamo saliti in auto fino al Castello di Asklipio, di cui sono rimaste solo le rovine ma dal quale si gode un panorama mozzafiato che merita assolutamente la visita!

Nel tardo pomeriggio siamo approdati a Lardos Bay per ammirare il mare meraviglioso di questa spiaggia in cui il colore smeraldo si confonde col turchese per trasformarsi poi in cobalto in lontananza dalla costa!

Rientrando a casa abbiamo scattato alcune foto nel momento del tramonto a Lindos ed alla famosa “S. Paul’s Bay” ammirando un bellissimo panorama dell’Acropoli illuminata dal sole calante; rientrati a casa ci siamo preparati e siamo tornati a Lindos per una cenetta romantica nel favoloso Ristorante “Odyssya”, scoperto per caso girovagando nelle strette e ciottolose (ma scivolosissime!) vie della cittadina, in cui abbiamo mangiato benissimo (moussaka e scampi alla griglia poi una mousse al cioccolato offerta dalla casa!) e che vi consigliamo assolutamente!! Un giretto per Lindos dopo cena e rientro alla base!

Lunedì 27/6/16

Di buon mattino ci siamo messi in marcia percorrendo strade interne dell’Isola che ci hanno condotti a Monolithos per visitare l’omonimo Castello, di cui troverete le rovine, ammirando uno splendido panorama ed una piccola chiesa bianca; la salita al Castello si percorre a piedi ed è fatta di scalini quindi consigliamo scarpe comode e NON infradito!

Il nostro tour giornaliero è proseguito poi a Siana, piccolo Borgo vicino alla costa occidentale dell’isola, famoso per la produzione di olio e miele: qui abbiamo fatto shopping e visitato la Chiesa di San Pantaleone, la cui maestosa e splendida facciata accoglie i turisti già dalla strada principale!

Tappa successiva è stata Emponas, cittadina a nord di Siana famosa per il vino, che non ci ha particolarmente entusiasmati ed infatti la sosta è stata molto breve; ci siamo poi recati a visitare il Castello di Kritinìa, anch’esso fatto principalmente di rovine ma da cui si gode un panorama mozzafiato sul mare circostante!

Salendo ancora più a nord lungo la costa occidente ci siamo fermati a visitare il Sito Archeologico di Kamiros, uno spettacolo per tutti coloro che come me amano la storia e la cultura ellenistica: l’ingresso è a pagamento (€ 6,00 a persona) ed il sito è molto grande (si può ammirare tutta la perfezione delle case, delle vie, dei templi, della stoà e dell’Agorà percorrendo il sentiero in salita che circonda tutta questa bellezza); rientrando ci siamo fermati a visitare la zona di “Epta Piges” o Sette Fonti, un parco naturalistico ad ingresso gratuito, adatto a tutti, in cui vedere le 7 sorgenti che sgorgano, pavoni, oche e papere che scorrazzano in libertà ed in cui incamminarsi lungo un piccolo torrente che entra in un Tunnel buio e stretto, lungo circa 200 metri (che noi NON abbiamo percorso!) che permettere di raggiungere la fonte più alta ovvero un laghetto in cui tuffarsi!

Abbiamo deciso di fermarci a Stegna per la cena: la località balneare è splendida, ha un lungomare pedonale delizioso, spiaggia di sabbia attrezzata e strutture alberghiere e ristoranti in quantità tra cui scegliere! Noi siamo andati alla “Taverna Maria” in una stradina laterale, in cui abbiamo scelto la grigliata mista di pesce per 2 (pesce freschissimo), feta al forno ed insalata mista di pomodori e cipolle, tutto in porzioni super abbondanti, con gelato offerto dalla casa come dessert ed abbiamo speso pochissimo! Consigliatissimo!

Martedì 28/6/16

La mattinata è stata dedicata alla visita dell’Acropoli di Lindos, raggiunta a piedi anziché sugli asinelli; l’ingresso è a pagamento (€ 12,00 a persona, eccessivo!) ma la struttura merita tutta la sua fama in quanto è meravigliosa ed i panorami che vedrete sono da cartolina! Vi consigliamo di essere davanti all’ingresso entro le ore 9.00 per no trovare la coda dei turisti e non fare la visita sotto al solleone! Portate acqua con voi!

Nel pomeriggio, dopo un frullato di frutta fresca ed un caffé al Gelo Bar in centro, ci siamo rilassati sulla spiaggia sabbiosa di Lindos: con € 10,00 abbiamo preso 1 ombrellone e 2 lettini in prima fila, godendoci il meraviglioso panorama dell’Acropoli sovrastante, il mare cristallino e la tranquillità assoluta.

Cena al Ristorante “Kalypso” a Lindos, che però non ci ha entusiasmati: pesce decisamente NON fresco ma surgelato (calamari alla griglia duri e gommosi con verdure e salsiccia della casa con un sapore non molto gradevole per il nostro giusto, con assaggio di Baklava ed altra torta con nocciole offerto dalla casa) in locale molto carino (dal nostro tavolo in terrazza si ammirava l’Acropoli illuminata in notturna!) con personale molto gentile

  • 17323 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social