Riga, Vilnius e tanti bei paesaggi

Volevamo visitare un mondo poco conosciuto, abbiamo scoperto che è favoloso

  • di MartinaDalVal
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

RIGA, VILNIUS E TANTI BEI PAESAGGI!

9 AGOSTO

Adoro preparare la valigia per scoprire una nuova parte di mondo! Questa volta abbiamo deciso di visitare un angolo di Europa nuovo: Lettonia e Lituania, da Riga a Vilnius on the road!

Partiamo quindi al mattino presto e da Bergamo raggiungiamo Riga; alle 15.30 locali (il fuso è di un’ora in avanti rispetto all’ora italiana) siamo in ostello Two wheels, in Balozu iela. Carino, pulito e con personale ospitale e disponibile, unica pecca è la distanza dal centro città, più di venti minuti a piedi, ma per questo non ci scoraggiamo, anzi, sistemate le cose in camera si parte per dare una prima occhiata al centro di questa “piccola” capitale. Già mi piace! Camminiamo un po' pregustando un’atmosfera rilassata e serena che ci accompagnerà per tutta la vacanza. Non può mancare la tappa all’ufficio informazioni, rifornendoci di mappe e guide. Seconda tappa per mangiare qualcosa, ci sediamo all'esterno ad un ristorante in Ratslaukums (piazza del municipio), ordiniamo una grigliata mista di carne e pesce. Un ottimo primo pasto, i prezzi sono un po’ più bassi di quelli italiani.

Questa sera ci dedichiamo a un momento culturale, nel pomeriggio abbiamo comperato i biglietti per un concerto di orchestra e organo nel Rigas doms (duomo di Riga). Questo concerto è stato da pelle d’oca, veramente molto bravi: notiamo che il pubblico è numeroso e molto vario, dai giovani agli anziani alle famiglie e gruppi di studenti, la cultura della musica in Lettonia è molto diversa dalla nostra, qui le persone vivono la musica suonata nella loro quotidianità.

Finito il concerto, molto stanchi, ci dirigiamo verso il nostro alloggio, facendo un giro alternativo vediamo e fotografiamo il primo tramonto sul fiume Daugava con il controluce di ponti e dei grattacieli, che colori! E notiamo in questo bellissimo momento un uomo che fa "snowboard d’acqua", che figata! Anch’io anch’io anch’io J

Buonanotte Riga!

10 AGOSTO

Buongiorno, è giorno dalle cinque circa, anche a metà agosto le giornate sono ancora molto lunghe e oggi la temperatura è perfetta per visitare la città.

In mattinata cominciamo il nostro giro da Rigas pils (castello di Riga), per passare dalla Sapju Dievmates baznica (chiesa dell’Addolorata), dai Tris Brali (tre fratelli), allietati dalla musica di corno e bombardino, poi proseguiamo per Sv. Jekaba katedrale (cattedrale di San Giacomo) e Latvijas Republikas Saeima (parlamento). Proseguiamo il nostro giro lungo le mura della città vecchia, ora ci meritiamo un po' di riposo, magari sedendoci su una panchina in Bastejkalns (parco) con i canali, tante aiuole e il più classico dei ponti con i lucchetti. Qui leggiamo un po’ sulla nostra guida le curiosità riguardo i monumenti che abbiamo visto finora. Continuiamo ora per il Brivibas piemineklis (monumento alla libertà), dove assistiamo al cambio della guardia, poi Kristus Piedzimsanas pareizticigo katedrale (cattedrale della Natività di Cristo), io non sono potuta entrare visto che indossavo i pantaloni corti.

Non si può andare in una città e non passare per il Centraltirgus (mercato centrale), che a Riga è stato ricavato in alcuni ex hangar; qui tra profumi e odori del tutto tipici, cibi e personaggi particolari, decidiamo di pranzare con una zuppa del giorno e una torta salata al formaggio, cose semplici, ma ottime! In questo mercato si trova di tutto, dalla carne, pesce, frutta e verdura ai vestiti ai souvenir, ma soprattutto si può osservare la gente che abita la città nella sua vita quotidiana. Credo che per girare il mercato tutto con calma serva almeno mezza giornata.

Per programmare il nostro pomeriggio ci prendiamo un caffè al Costa Coffee che si trova nel centro commerciale vicino alla stazione dei treni.

Cominciamo salendo sulla cupola della Sv. Petera baznica (chiesa di San Pietro) per poter vedere la città dall’alto, ciò che colpisce subito l’occhio è il tettuccio d’oro della chiesa Ortodossa e la biblioteca dall'altra parte del fiume. E' sempre bello vedere dall'alto la maestosità di una città! Peccato che proprio ora inizia a piovere, ma non è un problema.

Per visitare il Doma laukums ormai siamo in ritardo (chiude molto presto), allora ci ripariamo in un pub per prendere l’aperitivo, una birra e del pane nero fritto all’aglio, cosa tipica da queste parti: piuttosto pesante, ma buono. Ce lo gustiamo guardando la partita olimpica di pallavolo femminile Italia – Olanda.

È giunta la sera, e servono i pantaloni lunghi, la pioggia ha rinfrescato molto l'aria: ci aggiriamo per la città cercando il nostro ristorante per la cena, trovato! Prendiamo del filetto di tonno e del salmone tenendo delle coperte calde sulle spalle, fuori diluvia. Qui c’è ottima musica dal vivo, cosa molto comune in questi locali, a confermare la cultura musicale radicata in questo popolo. Tornando verso l'ostello ci fermiamo in Ratslaukums dove si trova uno degli edifici più belli della città, Melngalvju nams (casa delle teste nere) per scattare delle foto, nonostante la pioggia del Nord continui a cadere, purtroppo non riusciremo a vedere il tramonto di ieri.

11 AGOSTO

Oggi è una giornata molto bella e il nostro programma prevede di passarla a Jurmala, con i suoi parchi naturali e rinomata zona balneare degli anni che furono; qui si trovano molte ville dei turisti russi, le quali ormai sono sempre meno curate. Questa località si trova a circa 30 chilometri da Riga.

Prendiamo l’autobus per arrivare alla stazione dei treni, e poi da qui con il treno in mezz’oretta giungiamo a Jurmala

  • 10659 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social