Isola della Riunione, un paradiso poco conosciuto

Appunti pratici per un tour all’insegna della natura tra vulcani, paesaggi incredibili e un mare pieno di vita sottomarina

  • di ciottolina
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Non amo i diari di viaggio, quindi quello che scrivo sono più che altro appunti pratici che spero siano di aiuto a chi si vuole recare sull'Isola di Reunion

REUNION: APPUNTI DI VIAGGIO

Volo: AirFrance con scalo a Parigi e cambio di aeroporto, da CDG a Orly. Abbiamo scelto questa opzione perché ci è costata 2.150€ in quattro contro i 3.700€ che avremmo speso con una combinazione di volo low cost da Roma a Orly e poi un volo da Orly a Reunion.

All’andata ci hanno cancellato il volo 20 giorni prima, ma ce lo hanno anticipato di due ore. Noi avevamo programmato 4 ore tra un volo e l’altro per avere il tempo di fare il cambio aeroporto, e sono sufficienti. Tra l’altro noi viaggiamo con solo bagaglio a mano, quindi non abbiamo neanche la perdita di tempo di ritirare i bagagli al nastro.

Per farsi dare i biglietti gratuiti occorre salire al piano superiore e andare ad un banco airfrance, dove, mostrando la carta di imbarco, vi stampano i biglietti gratis. Poi si torna al piano di sotto e si va al capolinea degli autobus, dove ci sono anche quelli che vanno a Parigi centro o a Disneyland, quello per Orly è al terminal G.

Al ritorno è stato necessario dormire una notte a Parigi. Noi abbiamo optato per dormire ad Orly, in quanto il volo parte da Reunion alle 09.10 del mattino e arriva alle 18.00. Stanchi dal viaggio abbiamo preferito evitare la sera lo sbattimento di un’ulteriore ora di trasferimento, e dormire a Orly. Dormire a CDG sarebbe stato più economico ma avendo risparmiato una bella cifra abbiamo preferito avere maggiore comodità.

Noi viaggiamo facendo scambio casa, quindi non abbiamo avuto necessità di trovare alloggio. La nostra casa in scambio si trova a St.Pierre, appena fuori dal centro, in località Pierrefond. E’ una bella villa a due piani, con giardino tropicale, patio enorme e una fantastica piscina. Abbiamo anche una WW Polo a nostra disposizione che è fondamentale per girare l’isola in lungo e in largo.

SPESA: l’isola è piena di Auchan e Carrefour enormi, dove si trovano diversi prodotti italiani, tipo pasta Barilla (e anche Gragnano!), parmigiano reggiano, prosciutto di parma, philadelphia, l’immancabile nutella, etc. Altrimenti ci sono anche i Leader Price o i Leclerc. I prezzi sono salati, ce lo immaginavamo, del resto è un’isola e avevamo avuto la stessa esperienza l’anno scorso a Guadalupa.

Saint PAUL

Da non perdere il mercato del venerdì (intera giornata) e sabato mattina. E’ decantato in ogni guida, ed in effetti vale la pena. Si trovano oggetti di artigianato locale, oltre che cibo locale, è un tripudio di colori ed odori. E’ piuttosto grande, quindi dedicate un po’ di tempo. Attenzione al parcheggio, non facile da trovare dato l’alto afflusso di visitatori.

Il cimitero marino vale una veloce visita, sia per la particolarità delle tombe monumentali, sia per la bella vista che si gode affacciandosi su una spiaggia nerissima.

L’HERMITAGE: la lunga striscia di sabbia chiara mista a corallo è davvero bella. Inoltre l’ombra naturale è assicurata da un boschetto alle spalle con la tipica vegetazione tropicale. Ci sono diversi localini, con possibilità di mangiare sandwich e anche alcuni ristoranti.

Il mare è bellissimo, si nuota in una laguna che arriva fino alla barriera corallina, e si vedono belle formazioni di corallo già a metà strada. Inoltre si nuota in un vero e proprio acquario con tantissimi pesci di barriera, alcuni curiosissimi che se allunghi un dito vengono a toccarti, uno spettacolo stupendo per grandi e bambini. Importante avere ai piedi o pinne o comunque scarpette da scoglio sia per le formazioni coralline sia per il temibile pesce pietra

  • 863 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social