Bratislava, Brno

Il volo Ryanair da Orio per Bratislava è favoloso; con le tasse non arriviamo a 50 euro e in più parte prima e arriva prima.. Bisogna solo avere l’accortezza di prenotarlo con almeno un mese di anticipo, tutto via internet. ...

  • di Brbb Brbb2
    pubblicato il
  • Viaggiatori: da solo
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Il volo Ryanair da Orio per Bratislava è favoloso; con le tasse non arriviamo a 50 euro e in più parte prima e arriva prima.. Bisogna solo avere l’accortezza di prenotarlo con almeno un mese di anticipo, tutto via internet.

La partenza è sabato sera alle 16:50; alle 18:00 sei già nel piccolo aeroporto della Slovacchia. Subito il primo errore; cambio 100 euro in corone slovacche che non mi serviranno a niente perchè Brno è in Rep. Ceca. Ford Fiesta a nolo per poche ore che ti costa più del viaggio, 70 euro. Purtroppo il navigatore non “prende” e muoversi è difficile, andrà meglio dopo il confine da dove comincia la cartografia. Bisogna prendere i bollini da mettere sul parabrezza; se la polizia ti ferma guarda solo quello, con pochi euro ti prendi il "giornaliero", tanto domani faccio dietro-front. Alle 20 sono già a Brno, strada perfetta, poco traffico e tutto nel senso inverso. Ho ancora 2 ore all'appuntamento con Anton e ho una gran fame. Vado subito in Štefánikova e, che fantasia.., vado al Ristorante "Italia", dove mi faccio un piatto di spaghetti al pomodoro e un filetto; 250 corone, onestissimi e gentili. Al "Grato" alle 22 Anton è puntuale e mi riconosce subito, ci sediamo e poi mi lascia da solo, forse per accertarsi che nessun altro sia con me. Dopo una birra riparte ancora fuori e mi innervosisco un po'. Mentre inizio a pensare che mi sta prendendo in giro, rientra e mi porta subito il Vetta; è veramente bello, proprio come il mio. Lo guardo bene con la luce del telefonino; si vede che l'ha lucidato, è perfetto. Adesso non vedo l'ora di togliere le tende, me lo metto in tasca e gli do i 500 euro. Lo saluto ed esco; aspetto un attimo e mi guardo in giro per un paio di minuti. Non c'è un cane e fa un freddo pazzesco, saranno 10° sotto zero e mi accorgo di avere fatto il secondo sbaglio; giacca troppo leggera. Infilo la laterale dove ho lasciato la macchina, salgo e mi allontano in fretta guardando dietro, ma nel fare manovra urto una schifosa skoda col paraurto posteriore e questa inizia a suonare.. Ma porc...!!!. Gli costerà più l'antifurto della macchina!!.. Non ci penso un attimo e parto sparato spegnendo le luci. Speriamo che nessuno si sia affacciato e mi abbia preso la targa o sono casini quando la riporto al noleggio.

Brno sarà anche carina, ma col freddo che fa non c’è in giro nessuno, sono anche un po’ stanco e decido di travare una sistemazione. 2km ed eccola; hotel “Akord”, via Palackeho 118. C’è una signora gentilissima che dormicchia nella piccola hall, parla italiano e mi dice che c’è anche il parcheggio nel cortile. 27 euro 1° colazione compresa. Alla mattina mi sveglio presto, nonostante sia domenica, voglio vedere un po’ in giro. La colazione non è il mio genere, caffè lungo, una brioshina striminzita, un piatto con del cetriolo (!) e della lattuga, praticamente mangio solo il pane con un po’ di marmellata.

Vado verso il centro; sarà che è domenica, sarà che fa freddo, ma c’è pochissima gente in giro..Sarà che ho già visto Praga che è bellissima, ma questa città mi fa venire il magone, non c’è un’isola pedonale, non c’è una vetrina, trovare un bar aperto è impossibile.. Giro la macchina e decido di rientrare verso Bratislava. Mi fermerò solo per mangiare. Dopo un’oretta sono già al confine; 40 km prima di Bratislava esco dall’autostrada e prendo una strada normale fino a Pernek. Qui il paesetto domenicale è bello e limpido; chiesetta, hotelino, strade pulite, mi fermo e bevo la birra schiumosa più buona della mia vita. Peccato che sia alla spina e peccato che debba rientrare in aereo, altrimenti ne avrei comprata un bel po’. A Bratislava arrivo a mezzogiorno; qui almeno c’è un centro con isola pedonale; bisogna solo parcheggiare prima e arrivarci a piedi in 2-3km. Bisogna dire che qui sono molto più educati di noi (e non ci vuole molto), non si sente un colpo di clakson, non c’è una macchina parcheggiata sul marciapiede, tutti i parcheggi riservati per disabili sono liberi.. Anche perché qui, se sbagli, te la “ceppano” subito e fanno bene. Mi fermo nell’unico posto aperto che trovo oltre al McDonald, si chiama “Cernek” ed è un ristorantone vuoto dove fanno anche le scommesse perché è pieno di video con tuti i risultati dei campionati esteri. Si mangia anche bene; un piattone unico con bistecca, pasta e insalata, birra d’ordinanza a 270 corone, il resto è mancia ma almeno spendo un po’ di quelle 3500 che ieri sera avevo cambiato. Alle 4 sono in aeroporto e consegna la macchina; come al solito, il volo Ryanair parte prima e arriva prima ;-)

  • 2057 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social