I tetti rossi di praga

Dopo aver letto molti interventi sui vari forum inerenti alla città di Praga, non abbiamo avuto dubbi sulla scelta della capitale europea da visitare. La città di Praga è davvero bella, è piacevole passeggiare nel centro storico molto vario, ricco ...

  • di Debora e Luca
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Dopo aver letto molti interventi sui vari forum inerenti alla città di Praga, non abbiamo avuto dubbi sulla scelta della capitale europea da visitare. La città di Praga è davvero bella, è piacevole passeggiare nel centro storico molto vario, ricco di storici e variegati monumenti, fermandosi spesso con lo sguardo rivolto alla collina da dove, maestoso, si erge il Palazzo Reale. E non dimentichiamoci uno degli aspetti più goderecci dell’intera vacanza: la birra, regina indiscussa delle tavole delle numerosissime “pivnice”, alias birrerie.

VENERDI 18 APRILE la partenza non è delle migliori dato che il ns. Volo da Milano con la Czech Airlines parte con 3 ore di ritardo causa nebbia, così arriviamo a Praga alle 13 anziché alle 10. Come letto sulla guida arrivare in città è proprio facile; acquistiamo subito il biglietto valido 24h per tutti i trasporti a 100 kr (ca. 4 €) – quello dei 3 gg. Ci dicono che non esiste più! – e prendiamo il bus 119 fino al capolinea di Dejvicka, da qui la metro e in 35 minuti siamo in centro davanti al ns. Eurostars Hotel Talhia. Sbrigate le formalità e depositati i bagagli, inizia la prima “scarpinata” della vacanza che, dopo un attento studio della guida, ci porta con il tram 22 alla collina del Castello dove iniziamo a passeggiare tra le corti dei palazzi ed entriamo nella prima chiesa, la cattedrale di San Vito che si erge imponente con le due torri alte oltre 80 metri, attraversiamo il Vicolo d’Oro (gratuito dopo le 17); facciamo la prima sosta culinaria al chiosco della torre per gustare un caldo e delizioso “trdelnick”, una ciambella passata nel caramello con zucchero, noccioline e cannella accompagnato da un bicchiere di hot wine. Scendiamo a piedi attraversando il quartiere di Mala Strana e, ai piedi della Moldava, scorgiamo per la prima volta l’affollato ponte Carlo. Vista la giornata iniziata all’alba, pensiamo già alla cena e la scelta cade sulla famosa birreria U Fleku, molto citata dalle guide turistiche, che non delude. Beviamo quattro ottime birre scure, prodotte in loco, e mangiamo uno stinco di maiale delizioso e una gustosa salsiccia a 993 kr, con assordante ma divertente sottofondo di tromba e fisarmonica.

SABATO 19 Le previsioni del tempo (www.Ilmeteo.It) vengono rispettate e alle 10, puntuale, inizia una leggera ma continua pioggia che ci accompagna per tutto il giorno e la sera rovinandoci lo spettacolo delle vedute panoramiche della città. Poiché la programmazione è un pezzo forte dei ns. Viaggi, sfoderiamo i ns. Spolverini e il piccolo ombrello e iniziamo il tour del giorno dirigendoci con la metro in piazza della Repubblica, ammiriamo da fuori la Casa Civica (aperta alle visite solo il mercoledì), saliamo sulla Porta delle Polveri (Prasna Brana 50 kr) e poi ci incamminiamo lungo la Via Reale, punto di partenza della processione per l’incoronazione di re e sovrani. L’arrivo in Staromestske Namesti è un piacere per i ns. Occhi perché in questa piazza convivono palazzi storici con facciate bellissime in diversi stili architettonici, il fotografatissimo orologio astronomico che costringe migliaia di persone, ogni ora, a stare con lo sguardo all’insù per vedere le statuette che sbucano dalle finestrelle, l’imponente chiesa barocca di San Nicola e numerosi ristoranti e locali con l’immancabile stemma della Pilsner, che non manchiamo di sorseggiare anche per pranzo. Il pomeriggio non ci è amico perché visitiamo il bellissimo quartiere ebraico, dove però le sinagoghe sono chiuse per una festività ed il Teatro Nazionale, chiuso al sabato. E così affondiamo i dispiaceri in una hot chocolate al Cafè Slavia con vista sulla Moldava. Per cena ci affidiamo ancora ai suggerimenti della mitica Lonely che ci manda al Novomestsky: eccezionale! 625kr (=25€) per due piatti succulenti, gulasch e offerta del contadino, con due birre da 0,5l (standard se non si chiede una birra piccola). Dopo cena, tappa d’obbligo in un altro locale dove producono in proprio la birra chiara, scura e aromatizzata (banana, caffè, ciliegia e ortica): il Pivovarsky. Scelta azzeccata!!! 70 kr (=2,8€) per due boccali da 0,5l

  • 895 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social