Praga tra capodanno e la Befana

Io ho l’abitudine di prepararmi al meglio prima di fare un viaggio e questa preparazione comprende la lettura massiccia degli autori che hanno vissuto nel posto in questione o scritto a riguardo. Quindi, ho dato fondo alle mie energie e ...

  • di Lauraar71
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Io ho l’abitudine di prepararmi al meglio prima di fare un viaggio e questa preparazione comprende la lettura massiccia degli autori che hanno vissuto nel posto in questione o scritto a riguardo.

Quindi, ho dato fondo alle mie energie e mi sono letta i Racconti di Kafka (gli altri romanzi li avevo già letti) e di A.M. Ripellino “Praga magica” libro bellissimo, ma pesante da morire a metà strada tra una laude d’amore e un saggio iper universitario sulla “città vlatavina” come lui la chiama.

Le guide, poi, hanno fatto da supporto prima, durante e continuano a farlo anche dopo il nostro rientro. Mi sono infine dotata di una piantina di Praga dove ho segnato le zone che avremmo battuto giorno per giorno con evidenziate le cose da vedere: noi ci muoviamo essenzialmente a piedi e dobbiamo pianificare le mosse con il minor dispendio di tempo ed energia. Infine ho comprato la Moleskine di Praga, di recentissima pubblicazione, libello diviso in piantina della città, pagine bianche per appunti generici, pagine tipo rubrica divise in varie sezioni (ristoranti, bar, hotel, attrazioni, persone ecc. Sempre bianche da riempire con gli indirizzi), fogliettini staccabili tipo mini bigliettini da visita e post-it trasparenti per tracciare sulla cartina gli itinerari senza scriverci sopra direttamente. Infine la mitica taschina porta-tutto. Così bardati, partiamo in aereo da Roma pagando in due 335 A/R. 03/01/07 Dopo un volo bellissimo, con un tempo splendido che ci ha consentito di vedere tutta l’Italia dall’alto, atterriamo all’aeroporto di Praga e prendiamo il 119 fino alla fermata della metro Dejvickà. L’appartamento è in un sottotetto dal quale si vede la città e la Moldava, in un bellissimo palazzetto rosa con le cornici delle finestre gialle in via Uvoz.

Il luogo è silenziosissimo se non fosse per una campana che alle 7 di mattina inizia a rintoccare a martello, a velocità impressionante, per circa 5 minuti. Sembra di averla direttamente dentro il cervello...Ma non sono atei i Cechi? Preso possesso dell’appartamento, ci fiondiamo in centro che ormai sono le 18: fa un freddo tremendo, ma sopportabile e comunque siamo ben vestiti. Facciamo le prime foto alla luce della luna al Ponte Carlo.

La cucina ceca è buonissima anche se molto abbondante e calorica: io provo i formaggi, Andrea prende un cosciotto di maiale che portano accompagnato dai gnocconi di pane tipo canederli (knedlíky) e verdura. Tutto veramente ottimo. Lui beve birra...Io vino! La birra non mi piace e, infatti, seminerò sfiducia e ostilità nei miei confronti in tutte le birrerie che frequenteremo. Alle 22 siamo in prima fila per goderci la sfilata dei Santi dell’Orologio. Trallallero trallallà, i Santi sfilano sotto gli occhi della piccola folla a naso all’aria: la Morte suona la campanella, il vanitoso si specchia; è la vita e i suoi vizi che scorre in metafora.

04/01/07 Per oggi abbiamo prenotato una guida per mezza giornata perché vogliamo fare una visita dettagliata dei palazzi stile liberty della città ed in effetti, Magda, preparatissima e molto disponibile, ci fa girare mezza Praga facendoci vedere gli edifici più belli e dandoci notizie molto dettagliate.

Magda ci porta anche a vedere la Novomestsky Pivovar (Vodièkova, 20) una sterminata birreria-ristorante e ci consiglia di mangiare lì e di prendere il gulash alla birra.

Sono le 10.30 di mattina e molti già mangiano e bevono; scopriamo poi che, fino alle 11, il pranzo completo costa una miseria! Ma noi non abbiamo fame e decidiamo di tornarci più tardi

  • 5541 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social