Slow tour: Reggio Calabria e dintorni

Settimana di mare e brevi tour nel sud della Calabria con tappa in Sicilia

  • di bea_comix
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Viaggio per due persone ma a mio parere adatto anche a un gruppetto (4-5 perché girare con una sola auto è più comodo)

Premetto che alloggio e macchina sono stati gentilmente offerti dai nonni del fidanzato! La casa che abbiamo usato come base si trova su Corso Garibaldi, la via centrale di Reggio Calabria, a pochi passi dalla via Marina, dove alla sera si riversa tutta Reggio!

Andata in treno perché in questo periodo i voli per il Sud costano parecchio e noi volevamo fare una vacanza al risparmio! Partenza alle 14.00, Milano centrale-Napoli (freccia rossa, business class al prezzo della economy), alle 18.55 Napoli-Reggio Calabria (freccia argento), 88 € ciascuno.

Ritorno in aereo con volo Alitalia con partenza dal piccolo aeroporto di Reggio alle 11.15, scalo a Roma Fiumicino, arrivo a Milano Malpensa alle 14.35 ( il volo diretto sarebbe arrivato a Linate, un po’ più scomodo per noi!) 81 € ciascuno. I viaggi, prenotati 2 mesi prima, ci hanno fatto perdere in sostanza 2 giorni di vacanza ma se si vuole risparmiare un po’ si deve pur rinunciare a qualcosa!

Partiamo con la descrizione del tour di Reggio e dintorni!

Lunedì 29 luglio

Primo giorno effettivo di vacanza! Anzitutto andiamo a fare colazione al bar 'Cordon Bleu' in corso Garibaldi, io con cappuccino e un cornetto al cioccolato molto buono mentre il mio fidanzato brioche rotonda ”col cucuzzolo” e thè freddo al limone in cui lì mettono anche della granita al limone; opterò anch’io per quest’altro tipo di colazione la volta seguente! La mattinata la sfruttiamo per andare al mercato alimentare che è molto caratteristico, soprattutto il banco delle olive e quello dei formaggi e insaccati e per andare a vedere i famosi Bronzi di Riace! Purtroppo questi ultimi non sono al momento al Museo Nazionale della Magna Grecia perché in ristrutturazione, ma è possibile vederli gratuitamente a Palazzo Campanella, sede del Consiglio Regionale della Calabria (un palazzo gigantesco, neanche noi sapevamo bene dove fosse ma se chiedete a qualcuno sono molto disponibili ad indicarvi la strada!). I Bronzi sono distesi quindi perdono un po’ della loro maestosità ma vale comunque la pena andarli a vedere, sono un’opera spettacolare! Finito questo breve giro saliamo sulla nostra mitica Seicento (macchina ideale per girare in due per le strade di Reggio e dei paesini circostanti) e ci dirigiamo alla volta di Gallico frazione di Reggio andando verso il mar Tirreno. Ci fermiamo al bar 'Winner' per l’ora dell’aperitivo, con 5 € il più sostanzioso che abbia mai fatto! Chiedendo un aperitivo della casa è arrivata una serie infinita di specialità e non, dalle pizzette a piccoli arancini e brioches salate, da mozzarelline in carrozza a calzoncini ripieni e molto molto altro… nonostante siamo due buone forchette abbiamo avanzato un po’ di cose. Appesantiti ma soddisfatti andiamo a fare il primo bagno al mare a Catona marina! Spiaggia libera (sabbia non troppo fine e sassolini) ma ci sono anche lidi economici attorno, consiglio comunque un ombrellone. Mare molto bello anche se nel corso della vacanza ho trovato mari ancora più cristallini! Ritorno a Reggio passando da Gallico dove c’è un supermercato Conad molto fornito (ho scoperto che non ci sono così tanti supermercati nella zona ma molti più negozietti specifici quindi se serve approfittatene), cena casalinga e una passeggiata in via Marina dove ci sono locali sulla spiaggia e un po’ di musica; poi tappa fondamentale alla gelateria 'Sottozero', primo gelato! Veramente ottimo! (preparatevi infatti ad un po’ di coda anche se sono velocissimi a servire!)

Martedì 30 luglio

Per il secondo giorno decidiamo di andare sulla costa Ionica, in località Annà a Melito Porto Salvo. Prima del mare però facciamo tappa alla gelateria 'La Pergola' a Lazzaro, più o meno a metà strada

  • 10912 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Draco83
    , 7/2/2016 18:22
    Ciao,
    ottima descrizione di Reggio e dintorni ma visitare Reggio senza fermarsi a Scilla un paio di giorni è un delitto! :))
    Visto che conosco molto bene Scilla, mi permetto di completare la descrizione.
    Prima di tutto la migliore granita di Scilla è quella dello Zanzibar (ci siete andati vicino è il bar vicino al San Francesco :) ) alla fine della via marina (lato castello), i modi e i tempi del servizio potrebbero essere migliorati ma la granita non ha eguali.
    Secondo, per chi si trova a Scilla consiglierei di abbandonare la mentalità del turista "mordi e fuggi" ma di godersi il mare in pieno relax, senza tempistiche da rispettare... crogiolatevi al sole, un giro in pedalò e un tuffo e verso le 18 rinfrescatevi con la granita suddetta e una briosche per riprendersi dagli sforzi natatori! Poi, sfruttando le ultime luci del sole al tramonto fate una bella passeggiata per le viuzze di Chianalea, ammirate gli scorci di mare che s'intravedono dagli archeggiati e non vi dimenticate di dare un'occhiata alle chiesette che trovate lungo la strada ;) La sera visto che siete già li, fermatevi a cenare in uno dei ristorantini con passerella direttamente sul mare, chiaramente ordinerete una cena a base di pesce e vino bianco, il costo non è alto e più o meno la qualità è la stessa ovunque, forse il ristorante Glauco è il migliore (ricordatevi che a Scilla pescano il pescespada… ci siamo capiti )
    Infine, la mattina del secondo giorno, approfittatene per una passeggiata panoramica lungo il belvedere di Scilla e piazza San Rocco nel cuore del paese, se siete fortunati vedrete anche le isole Eolie. Da li scendete le scalinate e visitate l’impoonente Castello Ruffo di Calabria, se dalla piazza la vista dello stretto è stata spettacolare da qui sarà ineguagliabile. A questo punto pranzate senza esagerare e visto che avrà iniziato a fare caldo… tornate a rilassarvi al mare!
    Purtroppo Scilla d’estate diventa meta ambita di molti, per cui parcheggiare diventa un impresa ardua… per risolvere il problema vi consiglio di dimenticare l’auto e soggiornare in uno dei B&B di Scilla o, se volete risparmiare, in una casa vacanza (tipo questa www.casavacanzascilla.com) basta cercare un po, i prezzi non sono alti.. che altro dire?
    Ciao ciao a tutti e buon bagno!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social