Québec e cascate del Niagara: nella terra degli orsi e delle balene

Un viaggio nella natura sconfinata seguendo il corso del fiume San Lorenzo

  • di Labila
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

12 AGOSTO: Roma – Montreal

Il nostro viaggio inizia oggi, con partenza da Roma Fiumicino alle 12.25 in direzione di Montreal. Una volta atterrati ci dirigiamo al ritiro dell’autovettura, prenotata dall’Italia, presso il banco Thrifty. L’albergo dove pernotteremo si trova in una zona tranquilla del quartiere latino (Manoir Sherbrooke CAD 289, due notti, compresa super prima colazione). C’è un po’ di traffico per arrivare ma una volta li riusciamo a parcheggiare gratuitamente in quanto in alcuni tratti la sosta è libera tutto il week end. Lasciati i bagagli ci dirigiamo verso Place des Arts che pullula di locali in uno dei quali decidiamo di cenare (Fumoir Rub’s, CAD 45 per un’insalata al salmone, una poutine e una birra).

13 AGOSTO: Montreal

Di buon mattino ci rechiamo nella parte vecchia, denominata per l’appunto Vieux Montreal, dominata dalla bella cattedrale e da piccole stradine dove si concentrano numerosi negozi e ristoranti. Sembra però che la città sia sotto assedio: lavori in corso ovunque. Questo chiaramente non riesce a farcela apprezzare quanto meriti. Passeggiamo per il porto vecchio facendo un’impegnativa salita sulla Torre dell’Orologio dalla quale finalmente riusciamo ad avere una vista che non sia interrotta da ruspe di vario genere. Vogliamo visitare il Centro di Scienza ma un cartello avvisa che per problemi amministrativi con il porto, rimarrà chiuso per tempo indefinito. Sembra proprio di essere capitati in un momento sbagliato, oltretutto inizia a piovere in modo incessante. Nel momento in cui ci pentiamo di aver prenotato anche per questa notte, troviamo invece la prima bella sorpresa. Può sembrare un paradosso ma con questo tempo l’unica via d’uscita è quella di rinchiudersi nelle vie sotterranee dove si nasconde un’altra città. Non sono certo gli oltre cento negozi ad entusiasmarci bensì il fatto che negli ampi spazi liberi si susseguono una serie di concerti: dalle grandi orchestre che alternano musica classica a pezzi che richiamano il vecchio west ai solisti di arpa. Quelli che più colpiscono sono però una giovanissima coppia di sposi intenta a suonare il piano a quattro mani. Assistiamo ad un’esecuzione eccellente con divertentissime gag inscenate da loro stessi. Passiamo così molto piacevolmente l’intero pomeriggio e per mangiare la sera c’è solo l’imbarazzo della scelta, ristoranti e fast food di ogni genere con cucina tipica da tutte le nazioni. Scegliamo il messicano. (Mucho Burrito CAD 24 per due burritos classici e una bottiglia d’acqua)

14 AGOSTO: Quebec – Baie Saint Paul

Lasciamo Montreal in direzione di Quebec. Parcheggiamo in uno dei grandi Parking pubblici proprio a ridosso delle mura. Una volta entrati nella città vecchia non possiamo non innamorarcene. Stradine quanto mai vivaci e caratteristiche ci accolgono, sembra di essere in una piccola Parigi. Su tutto domina Le Chateau Frontenac e l’antica cittadella che decidiamo di raggiungere. Circondati da mille odori e accompagnati da colonne sonore di vario genere, grazie alla presenza di numerosi artisti di strada, passeggiamo senza sosta alla scoperta di ogni angolo nascosto perché ogni centimetro di questo gioiello merita di essere scoperto. Ripresa la macchina proseguiamo lungo la costa in direzione di Baie Saint-Paul. Attraversiamo molti villaggi fatti solo di piccole e poche case e rimaniamo sorpresi allo spuntare in mezzo a questo nulla un’enorme cattedrale a Sainte-Anne de Beaupré. Leggiamo essere un vero e proprio luogo di pellegrinaggio che ospita migliaia di persone alla fine di luglio. Una volta a destinazione rimaniamo affascinati da questa piccola cittadina che si affaccia su una baia, il cui centro è sinonimo di buon umore caratterizzato com’è da numerose gallerie d’arte, fiori e case colorate. Troviamo posto per dormire in un B&B, i cui proprietari hanno una maniacale cura della loro casa che condividono con gli ospiti affittando la parte superiore della struttura. Camere, non c’è neanche da dirlo, pulitissime e colazione preparata sul momento, eccezionale (Auberge A L'Ancrage 188 CAD)

  • 24976 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social