Weekend in Puglia tra la splendida Lucera e i Monti Dauni

Viaggio nella zona meno mondana e turistica della Puglia tra cibi sopraffini, perle architettoniche e paesaggi morbidi e rilassati

  • di Benedico79
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro

Andiamo a zonzo per il borgo ancora per un’oretta.

Recuperata la macchina rientriamo a Lucera. Pomeriggio di relax in camera. Per cena optiamo per Il Cortiletto, molto gettonato su tripadvisor e consigliato anche dal proprietario della guesthouse. Il ristorante è piccolo e ben curato; si trova in un vicolo alle spalle della cattedrale. Mangiato benissimo con sapori semplici ma valorizzati alla grande. Ogni piatto viene introdotto dal cuoco che traccia con orgoglio l’origine locale di ogni prodotto utilizzato. € 85 con immancabile bottiglia di vino Cacc’e Mmitte inclusa.

GIORNO 3

Salutiamo la nostra bella camera e partiamo per questa ultima giornata del nostro breve tour sui Monti Dauni. Prima di lasciare Lucera, facciamo una toccata e fuga all’Anfiteatro Romano. Belli i portali di ingresso ma tutto intorno è solo vegetazione alta e non curata. In un quarto d’ora siamo a Troia. La cittadina è nota per la cattedrale romanica, un gioiello in pietra bianca con splendidi portali in bronzo ed un singolare rosone a undici colonne che ne impreziosisce la facciata. Prima di andare, ci fermiamo sulla destra della chiesa in una piccola pasticceria per un caffè dove ci lasciamo ingolosire da piccoli dolci colorati presenti sul banco. Si chiamano ‘passionata’, sono fatti con ricotta e pasta di mandorle e la titolare ci dice che hanno fatto vincere alla sua pasticceria tanti premi: davvero una delizia!

Fatto il pieno di zuccheri raggiungiamo Bovino, la nostra meta finale. Iniziamo la nostra visita dal castello ducale davvero ben tenuto e che ospita un b&b gestito da giovani del paese. Attraverso un arco si giunge nella piazza centrale dove si trova la cattedrale, anche questa come quella di Troia in stile romanico, ma con atmosfere e motivi completamente diversi. Con un po’ di difficoltà raggiungiamo La Cantina, locale designato per il nostro ultimo pasto pugliese. Il posto è piccolissimo, ma per questo intimo e caratteristico. Nicola, il proprietario, ci fa assaggiare formaggi aromatizzati alla mentuccia e al limone (da lui stesso prodotti) e ‘annoda’ proprio davanti ai nostri occhi deliziosi bocconcini di mozzarella. Dovendo rimetterci subito alla guida, rinunciamo a malincuore al vino e ci limitiamo a due assaggi di pasta ripiena. € 40 davvero ben spesi… anche La Cantina consigliatissima!

Un territorio incontaminato, paesaggi incantevoli, eccellenze enogastronomiche, un modo di vivere semplice lontano dal caos e dalla frenesia della città. Grazie Monti Dauni e arrivederci!

  • 3488 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social