Vacanze prepasquali: Matera e Puglia

Viaggio in auto con la famiglia nel bellissimo Sud Italia

  • di varant
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Viaggio Matera - Puglia, quattro giorni (dal 31/03/2015 AL 04/04/2015)

Scrivo questo racconto di viaggio per raccontare le bellezze di queste fantastiche regioni e per dare, almeno spero, ricche informazioni ad altri futuri viaggiatori che come noi vorranno visitare questi bellissimi posti.

Partiamo il mercoledì pomeriggio in auto da Caserta, dopo una giornata di lavoro alla volta di Matera. Siamo in quatto, io, mia moglie e due bellissime bambine, una di sette anni e l’altra di quattro. Il viaggio scorre tranquillo e anche, la tristemente famosa, Salerno Reggio Calabria non fa scherzi e alle 19,00 raggiungiamo Matera dove ci attende la sig.ra Tonia, proprietaria del b&B nel muro che ci ospiterà per due giorni. Il centro storico di Matera è a ztl quindi possono circolare solo i residenti pertanto lasciamo la macchina a via Lanera (parcheggio non a pagamento) nei pressi del castello tramontano e con quella di tonia raggiungiamo la nostra dimora. Il b&B è situato in via muro vicinissimo alla cattedrale, nel sasso Caveoso, in una posizione stupenda, basti pensare che il nostro appartamento confinava con uno degli alberghi più lussuosi della città. L’appartamento è molto gradevole, il bagno è grande e ben curato con un box doccia ampio da starci in due. la cucina ha il minimo indispensabile per un breve soggiorno, tavolo con 4 sedie, frigo, piano cottura con forno, e una credenza con caffè, tè e camomilla. La camera da letto è grande e accoglie due letti matrimoniali uno per me e mia moglie e l’altro per le bambine. L’appartamento oltre ai termosifoni ,che si accendono a determinate ore della giornata, offre agli ospiti una stufa a pellet una vera comodità per chi, come noi, visiterà la città in periodi non estivi. La vera sciccheria è il balconcino di cui è dotata la struttura che consente agli ospiti di poter fare colazione con una vista incantevole sulla città. Basti pensare, Infatti, che, se fossimo rimasti a Matera il venerdì santo, lo spettacolo della via crucis ( ospite Michele placido) l’avremmo visto beatamente e comodamente dal balconcino del nostro alloggio. purtroppo il nostro itinerario prevedeva solo due notti :-(. Il costo dell’appartamento, per le due notti, è stato di 130€.

Ritornando al nostro racconto, una volta preso possesso della camera, usciamo e la vista notturna della città è incantevole e mia figlia sintetizza lo spettacolo con una sola frase: “sembra un presepe”. E di presepi, da buoni campani ne capiamo. Su consiglio di Tonia ceniamo all’osteria L’arco (www.osterialarco.it) a poche centinaia di metri dal B&B. il locale è bello e si mangia benissimo prendiamo due antipasti (assolutamente da provare): Selezione dell’Oste e Selezione di salumi e formaggi Lucani; 3 primi: Cavatelli salsiccia e rucola, Troccoli con pesto di rucola, orecchiette al sugo; una bottiglia di vino della Basilicata, un blend di quattro vitigni: aglianico, malvasia nera, cabernet e merlot. costo totale 76 euro, ci stanno tutti non solo per la bellezza del posto, e per la bontà della cena ma anche per la professionalità del personale.

1 aprile

La mattina, primo aprile, dopo la colazione (cappuccino, caffè, pane di forno, marmellata e dei cornetti favolosi di pasticceria) visitiamo la città ma prima di farlo ci informiamo a casa noha, sempre vicino al b&b, vedendo un bellissimo filmato sulla storia di Matera dal paleolitico fino ai giorni nostri passando per il famoso libro di levi “cristo si è fermato ad Eboli” e per il prestigiosissimo riconoscimento dell’UNESCO nel 1993. La giriamo in lunga e in largo tra i continui Sali e scendi per le scale e rigorosamente a piedi. Bravissime le mie bambine senza mai lamentarsi ci hanno permesso di poterla assaporare in tutti i suoi aspetti. Visitiamo palazzo Lanfranchi, con una mostra dedicata a Pasolini, e dall’omonima terrazza guardiamo un bellissimo panorama e scattiamo delle bellissime foto. Percorrendo via Ridola e il corso raggiungiamo piazza Vittorio veneto dove c’è un’altra terrazza che offre una bellissima vista, non sul sasso Caveoso come quella precedente, ma sul sasso Barisano, detto così perché è rivolto verso bari. Nella piazza c’è il buongustaio, dove si possono acquistare degli ottimi salumi e formaggi locali e non , affianco ad esso c’è un forno con diversi tipi di pane. Vien da sé salumi, formaggi e pane caldo il pranzo è fatto. Il pomeriggio, sempre a piedi, ci dirigiamo nuovamente verso il sasso Caveoso dove visitiamo le chiese rupestri e casa grotta

  • 10028 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social