Provenza e dintorni

Tour nel sud est della Francia senza orari (o quasi), passando per Avignone, Porquerolles, Marsiglia e Saint Tropez… con un particolare interesse all'aspetto enogastronomico

  • di Dario n44
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

LUN 15 giugno

Oggi riattraversiamo con calma la Camargue per raggiungere Aigues Mortes e per strada ci fermiamo a fotografare cavalli… e tori. Questa cittadina fortificata ha una storia che riguarda le partenze dei Crociati. Lasciamo la macchina al parcheggio a pagamento e facciamo il giro delle mura accessibili da un’unica parte pure a pagamento. La giornata è bellissima e la vista dalle mura è veramente panoramica su tutta la Camargue. Ci sediamo all’ombra di un grande platano in un localino niente male e ordiniamo delle ottime bruschettes e bibite ghiacciate. Tres bien. Al pomeriggio ci spostiamo verso l’immancabile Pont du Gard. Alla cassa una simpaticissima ragazza italiana che lavora per la struttura ci informa che il parcheggio e servizi tipo la storia mediatica del ponte e altre cose di questo genere costano 18 €. Ci sembra veramente molto caro anche perché la maggior parte della gente arriva, fotografa il ponte e se ne va. Fortunatamente con la splendida giornata ci siamo portati dietro anche i costumi da bagno e un bel tuffo vicino al ponte ce lo siamo proprio goduto e ci ha ampiamente ripagati e rilassati. Comunque il ponte è spettacolare. Ultima sera ad Arles e ci concediamo una cena al restoran “Plaza” sempre vicino alla Place du Forum. Entrèe (antipasti) con patè d’olive (tapenade) col pomodoro e peperone ripieno con patè di pesce. Come piatti principali (plats), per mia moglie dourade (orata) coperta di riso e contorno e per il sottoscritto daube provençal (stufato) con riso rosso della Camargue accompagnati da un vino rosèe della zona. Da ricordare… anche… per il conto non proprio economico, ma ne è valsa la pena.

MAR 16 giugno

Avignone, Palazzo dei Papi. Assolutamente da non perdere. Abbiamo lasciato l’auto nel grande parcheggio sotterraneo adiacente il Palazzo e prima di iniziare la visita ci concediamo un buon caffè sulla piazza antistante l’ingresso. Doveroso. E’ consigliabile visitare il Palazzo muniti di audio guide perché se no ci si capisce poco niente. Siamo stati più di 3 ore e abbiamo ascoltato in cuffia passo per passo la storia di quell’epoca (1300 ca.) e non solo. Veramente affascinante!

Facciamo una breve visita ad Avignone che ci sembra una città veramente carina e pittoresca. Quindi non solo il Palazzo dei Papi e il famoso ponte di St. Benezet. In serata raggiungeremo il Luberon, secondo me la vera Provenza, che sarà il nostro itinerario per i prossimi 3 giorni. Ma prima una capatina a Chateaunneuf du Pape per una degustazione di vini regionali e poi una sosta per una buona cenetta a Isle sur la Sorgue.

MER 17 giugno

Temevamo che la stagione fosse troppo precoce per vedere la lavanda. Invece no, eccola in tutto il suo splendore, matura e rigogliosa. Durante questa stagione è sbocciata prima perché i mesi precedenti sono stati buoni dal punto di vista meteorologico e quindi la fioritura è giunta in tempo. La Provenza senza la lavanda non è la stessa Provenza. Anche l’occhio vuole la sua parte soprattutto quello della macchina fotografica. Spettacolo! I campi sono un po’ ovunque… di meno nella famosa abbazia di Senanque che è incastonata in una piccola valle poco distante da Gordes e ha un particolare microclima nel quale la lavanda arriva con qualche giorno di ritardo rispetto al resto della regione… e ci sono solo poche decine di metri di filari di lavanda davanti all’abbazia stessa. Ma abilissimi fotografi pubblicitari si sono rivelati dei maestri nel rendere al meglio un luogo che è stato eretto a simbolo della regione. Per ritornare a Gordes, l’ho fotografata al tramonto e devo dire che merita tutta la fama che ha. E’ veramente stupenda e in giugno non è ancora presa d’assalto dalla gran massa dei turisti

  • 24128 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social