Procida, un weekend d'amore sull'isola dai colori pastello

Due giorni di romantico relax nella perla del Golfo di Napoli alla scoperta della natura, del mare, dei profumi e dei sapori di questa piccola ma incantevole isola

  • di storm_87
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Per il nostro ottavo anniversario di fidanzamento (eh sì, la mia Alessia mi sopporta da tanto), io e la mia ragazza abbiamo deciso di trascorrere un dolce week end d’amore sull’isola di Procida. A dire il vero, l’idea è stata di Alessia che mi ha regalato biglietti per il traghetto e alloggio per questi due giorni stupendi!

Avevamo già sentito parlare di Procida, avevamo visto qualche documentario e ammirato le foto di amici e parenti che già c’erano stati. Più volte ci eravamo ripromessi di andarci prima o poi, ma Alessia è stata più lesta di tutto e tutti e, alla fine, ha pensato a tutto lei per un romanticissimo week end!

24 giugno

Siamo partita da Pozzuoli venerdì 24 giugno, al mattino. Dopo circa mezz’ora di navigazione siamo arrivati a Procida e subito ci siamo sistemati nella casetta che Alessia aveva prenotato. Attraverso il noto sito Airbnb, Alessia ha prenotato un appartamento in zona Ciraccio, proprio al centro dell’isola e ideale come location per visitare i posti più belli. L’appartamento, con cucina, piccolo salone, camera da letto, bagno e un bel terrazzino, era molto confortevole, pulito e ben tenuto: il tutto, inoltre, a cifre più che contenute. Ad accoglierci c’era Federica, la nipote della proprietaria che, oltre ad essere stata molto gentile, ci ha dato tanti consigli per muoverci al meglio sull’isola e vivere al meglio la nostra vacanza.

Messi da parte i bagagli siamo subito partiti, da buoni esploratori, alla scoperta dell’isola. Visto il caldo fortissimo abbiamo deciso di fare subito una capatina al mare. Dopo una lunga ma piacevole passeggiata lungo Via Vittorio Emanuele (una delle principali dell’isola) ci siamo rifugiati sulla spiaggia della Silurenza, situata poco al di là del molo dove attraccano i traghetti. La sabbia nera di origine vulcanica fa da contrasto ad un mare fresco e cristallino: la Silurenza è la spiaggia dei procidani e, quindi, poco conosciuta dai turisti. Il valore aggiunto è rappresentato dal fatto che, in questo periodo, Procida è molto vivibile in quanto le ondate di visitatori arrivano da metà luglio in poi. Alla Silurenza abbiamo trovato, quindi, tanta pace e anche una piacevole ombra per ristorarci dal sole e dal caldo.

A pranzo ci concediamo una pizza e poi, nel pomeriggio, via alla scoperta delle principali bellezze dell’isola. Pur essendoci la possibilità di muoversi con bus, taxi, biciclette e scooter, io e Alessia scegliamo di scoprire Procida camminando per i suoi vicoli e le sue strade. Senza troppo pensarci, quindi, ci inerpichiamo su per le vie del centro fino a raggiungere Piazza dei Martiri. Da qui proseguiamo fino al Belvedere dei Due Cannoni dal quale è possibile ammirare Marina della Corricella, il caratteristico borgo di pescatori formato da case arroccate l’una sull’altra dai colori pastello. Pare che le case abbiano tutte dei colori diversi in quanto i pescatori che le abitavano nei decenni scorsi erano soliti riconoscerle al rientro dalle loro uscite in mare proprio per le loro tonalità. Dal belvedere, come tutti i turisti che si recano a Procida, non possiamo non ammirare la bellezza di questo scorcio d’isola e ci fermiamo per le foto di rito.

Proseguendo di qualche centinaio di metri ci addentriamo nel borgo di Terra Murata. Terra Murata rappresenta il centro storico dell’isola in quanto, nel XVII secolo, i procidani furono costretti a rifugiarsi in questa zona per via delle invasioni piratesche sull’isola. Intorno ai ruderi di un antico penitenziario sorge un borgo silenzioso ma bellissimo, con piccole case che sembrano disegnate anche nei loro minimi dettagli. All’interno del borgo è possibile visitare (con offerta libera) l’Abbazia di San Michele Arcangelo

  • 5154 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social