In auto verso Praga

Tra il Ponte Carlo, il castello, i quartieri ebraici e l'Art Nouveau

  • di maripra
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Cari Turisti per Caso, ecco il nostro diario di viaggio da Cerro Veronese (VR) – a Praga in auto. Da venerdì 20 Maggio a lunedì 23 Maggio 2016.

Inizio con alcune indicazioni a nostro avviso utili per la buona riuscita del viaggio:

- Abbiamo organizzato il nostro viaggio servendoci della guida “Praga e Repubblica Ceca” della Touring editore, navigatore con programma SYGIC.

- Cambiato gli euro in corone ceche in Italia (1 euro =26,5 corone c.)

- Prenotato su Booking l’Hotel Park inn in Via Svobodova1 a Praga2, per noi, ottima scelta sotto ogni punto di vista.

- Acquistate le vignette per Austria e Cecoslovacchia.

Venerdì 20 Maggio 2016

Programma giornaliero: Raggiungere Praga.

Partiamo da casa verso le 8.00, il tempo è bello e così rimarrà fino a Praga, facciamo la prima sosta in un’autogrill di Chiusa sono circa le 10.00 acquistiamo la vignetta per l’Austria e ripartiamo, attraversiamo il ponte europeo intorno alle ore 11.00, arriviamo in Germania alla periferia di Monaco circa alle 13.40; pausa pranzo in autogrill e incontriamo dei ragazzi di Verona diretti anche loro a Praga per il concerto degli AC-DC;

Alle 17 varchiamo il confine cecoslovacco e alle 18.30 circa siamo a Praga.

Raggiungiamo il nostro hotel, il Prak inn sito all’inizio di Praga 2, attraversando il ponte sul “Jràskuv most” che attraversa la Moldava, “Vltava”per i praghesi e, in un guizzo ti accorgi che Praga deve essere fantastica!

Fermi sul ponte al rosso del semaforo, ammiriamo già alcune bellezze della città, alla nostra sinistra si staglia l’imponente complesso del Castello di Praga l’Hrad, davanti a noi la famosa Casa Danzante o“Tancìcì dum”, l’edificio che più rappresenta l’architettura praghese contemporanea.

Il tempo di sbrigare le formalità per la stanza alla reception, il personale non parla l’italiano noi conosciamo solo alcune parole d’inglese, ma la loro professionalità e la squisita cortesia sono bastate per intenderci. Parcheggiamo l’auto nel parking custodito davanti all’hotel (volendo c’è né anche uno coperto), depositiamo le valige e subito usciamo a passeggiare nelle vie del quartiere “Nové Mesto”=Città Nuova. L'aria è tiepida e profuma di tigli, siamo ai piedi della collina di “Vysehrad” su cui domina l’imponente chiesa di arenaria nera dei Ss.Pietro e Paolo con le due svettanti guglie icone del panorama praghese. Il sole è tramontato, ci spostiamo verso il lungofiume illuminato dai barconi galleggianti e gremiti di giovani, è ora di cenare e lo facciamo in un piccolo bistrot che ci ispirava…forse per il nome italiano! : “Oliva&Co” Via Plaveckà 404/4, in zona hotel, due primi un secondo due birre e un caffè (euro 34).

Rientrando in hotel in Via Vysehradskà,12 ci imbattiamo in una insolita vetrina che espone vasi da notte, water…è quella del “Museum Toilets”, ebbene si! Scopriamo poi che in questo piccolo museo si può “ammirare” una raccolta di circa 2000 pezzi!

Sabato 21 Maggio 2016

Programma giornaliero: Ponte Carlo, Isola di Kampa, Mala Strana e Castello di Praga.

Colazione in Hotel, passiamo alla reception per acquistare un biglietto valido 24 h su tutti i mezzi pubblici (110Kc), ma si possono acquistare anche alle macchinette delle fermate dei tram o in metropolitana.

Alla fermata Vyton ( 200 metri dal nostro Hotel) con il tram 17 in tre fermate siamo in Piazza Jan Palach o “Nàméstì Jana Palacha” nel quartiere ebraico a “Josefov”, spicca in questa piazza l’edificio del Rudolfinum, prestigioso auditorium sede della Filarmonica Ceca. Fa caldo, il sole splende costeggiamo la Moldava verso Ponte Carlo godendoci la vista della riva opposta del fiume; Scorci suggestivi del quartiere di “Mala Strana” o “Citta Piccola” e della collina dell’Hrad il Castello che sempre domina la città

  • 4521 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social