Capodanno a Lisbona

Con volo charter da cagliari si raggiunge lisbona in due ore e 1/2 , arrivo ore 10 ore locali ( un'ora meno dell'italia) , la temperatura è tiepida e il cielo appena nuvoloso ma si aprirà poco dopo; 1^ tappa ...

  • di paola marras
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Con volo charter da cagliari si raggiunge lisbona in due ore e 1/2 , arrivo ore 10 ore locali ( un'ora meno dell'italia) , la temperatura è tiepida e il cielo appena nuvoloso ma si aprirà poco dopo; 1^ tappa all'hotel tivoli lisboa , avenida libertade a pochi minuti a piedi dalla baixa , centro città ; primo giro in Praca do restauradores, praca Rossio e Praca do Comercio con l'albero di natale + alto d'europa ; gli addobbi nelle strade del centro sono bellissimi e col buio diventeranno meravigliosi ; 1° approccio con la cucina portoghese : ristorante Joao Do grao , rua de correiros 220/226 ( c/o Praca da Figueira) : ottima scelta : il posto è affollatissimo e caotico ma pulito e con un servizio relativamente veloce ; 5 piatti ( abbondanti) con contorno , previo obbligatorio antipasto di burro, patè d'acciuga ,caciottine deliziose ( usanza tipica dei rist. Portoghesi che talvolta paghi-poco- e talvolta non paghi) , acqua, vino, pane( si paga a parte ma non si paga il coperto) ,frutta e/o dolce, caffè totale € 55.

Piatto migliore assaggiato : baccalà lessato con ceci e cipolle crude con contorno di patate lesse .Locale da consigliare sicuramente .

Passeggiata nelle vie circostanti: rua prata, Rua Aurea , Praca Figueira poi con l'elevador di s. Giusta (ascensore neo gotico particolarissimo) si raggiunge un belvedere ( miradouro) con baretto e tavolini, la serata è magnifica e la vista è perfetta ; dal miradouro con pochi passi si arriva alla chiesa del Carmo , semidistrutta dal terremoto del 1755 e dall'incendio che ne seguì , le vestigia sono molto suggestive ( ingresso 2,50€ ) e accolgono un piccolo museo archeologico.; dal rigore dello stile gotico fiammeggiante del Carmo si passa , poco più in là, al barocco + estremo della chiesa di sao Roque , un tripudio di talha dourada ( legno intagliato e dorato) azulejos, marmi, pietre preziose ,affreschi ecc ; Saramago ( celebre scrittore portoghese premio nobel per la letteratura ) HA INFATTI OSSERVATO CHE IN QUEL LUOGO DEVE ESSERE DIFFICILE PARLARE A un DIO DI POVERTà!!! nELLE VICINANZE - SIAMO NEL QUARTIERE cHADO - splendide facciate ornate da azulejos e la famosa Cervejaria trindade ( birreria ristorante allocata in un ex convento con sale ornate da azulejos) ; il locale è molto curato ed accogliente e mangiamo abbondantio piatti di gamberi di media misura ( tipo mazzancolle) e fuori misura ( camaroes tigre) spendendo con acqua , vino, birra , i famosi antipastini, dolce e porto finale sui 30 € a testa.

2^ giorno giro della città in pulman con sosta a belem (quartiere occidentale della città) per visitare la chiesa del famoso monastero dei Jeronimos ( dove torneremo per la visita allo splendido chiostro ed alla confeitaria di belem ) , la torre di belem ed il monumento agli scopritori ; oltre ciò sono esposte moto, camion e auto che prenderanno parte alla Lisboa dakar con partenza il 31.12. Proprio da belem , i signori maschietti sono +ttosto affascinati anche da questa inaspettata esposizione. Pranzo al rist. 1^ de maio , rua de Atalaia 8 ( all'inizio del barrio Alto) , l'ambiente è + ordinato rispetto al rist. Joao de Grao ma si mangia ugualmente bene spendendo appena di + ( okkio al pane : la doppia razione ci costa + di 10 euro) ; dopo pranzo visita al Museo Gulbenkiam che è un pò fuori mano ( Rua de Berna , sopra P marques de Pombal) ma raggiungibile in 1 baleno con i taxi lisboeti, spesso in condizioni penose ( vedi sedili sfondati) ma presenti dappertutto e con prezzi suxconvenienti anke rispetto ai mezzi pubblici ; il piccolo museo - creato dal ricchissimo Galouste Gulbenkiam che regalò a Lisbona la sua preziosa collezione di arte antica, mobili francesi , cineserie , argenterie e dipinti straordinari ( rembrandt, degas, Monet, Turner , Corot) , si visita in una oretta e comprende anche opere del gioielliere Lalique ( impressionanti i collari per cani e gatti) Botta di vita da Zara che in qls città ha sempre la sua convenienza ; per il resto i negozi del centro di lisbona di abbigliamento scarpe o gioielli mi sembrano molto retro

  • 9841 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social