Portogallo dal nord al sud

Tour on the road, per viaggio tra colori e sapori di questo bellissimo paese

  • di ITOTI
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Il nostro tour è durato 12 giorni. In questo itinerario non mi metterò ad elencare tutto quello che abbiamo visitato, potrebbe essere infinita questa “guida”.

Partiamo subito con una premessa, le nostre vacanze sono sempre molto low budget, cerco sempre d’informami su quale può essere un luogo bello e fattibile a livello economico da visitare, e questa estate leggendo qua e là ho optato per il Portogallo.

Con un po’ di sorpresa scopro che a livello di hotel, il paese non è così economico. Non fraintendetemi, non cerco un 5 stelle a 30 euro, ma cerco una camera pulita con un bagno privato a un prezzo decente. Cosa un po’ difficile, riesco a trovare solo ostelli (a volte anche dormitori misti) con bagni condivisi e il bagno condiviso non è che lo ami così tanto.

Così dopo mesi a progettare il nostro tour, tra cambi di hotel, di date e prenotazioni all’ultimo minuto il 4 settembre partiamo alla volta del Portogallo.

Partiamo il mattino presto alle 8 da Roma Ciampino con Rayanair. Arrivati in orario a Lisbona, prendiamo i nostri bagagli a mano, e ci fermiamo subito in un bar e assaggiamo il dolce tipico di Lisbona, le Pastel de Nata. Dolce buonissimo. Già da questo primo assaggio capiamo che questo Paese ci piacerà molto, soprattutto a livello gastronomico.

Appurato ciò, ci dirigiamo subito verso il banco Goldcar. L’auto l’abbiamo prenotata on line, la spesa dell’auto in sé non ci è costata tanto, 5 euro circa al giorno per 10 giorni. Quello che aumenta i prezzi sono le spese aggiuntive, l’assicurazione, la cauzione e l’affitto del dispositivo via verde (apparecchio indispensabile, in quanto su alcune strade del Portogallo puoi pagare solo con quel dispositivo). Anche qui un piccolo appunto. Il viaggio on the road in Portogallo non è poi così diverso dall’italia a livello di costi, benzina e pedaggi sono molto simili ai nostri.

Data la mia premessa forse penserete: “eh, ma allora se hai elencato tutte cose negative che ci sei andata a fare?” aspettate, vi ho elencato le uniche due cose negative che ho riscontrato, tutto il resto della nostra vacanza è stato fantastico.

Paesaggi bellissimi, gente accogliente, ottimo cibo e birra e, cosa importante per le nostre vacanze low budget, costo della vita basso. Sono riuscita a pagare due caffè espresso 1,10 euro. In Italia mai spese!

Allora, dove eravamo rimasti?! Ah sì… Presa l’auto ci dirigiamo alla volta di Sintra, successivamente partiamo alla volta di Cabo da Roca, il punto più occidentale del continente europeo e, a nostro avviso, anche il più ventilato visto che riusciva a spostare le persone.

Il nostro tour prosegue verso il nord del Portogallo. Il giorno successivo ci svegliamo riposati e partiamo alla volta di Obidos. Oltre a visitare il paese, che merita, assaggiamo l’amaro tipico Portoghese, la Ginjinha, un Mon Cherie scomposto, pranziamo al sacco e ci dirigiamo verso Aveiro. Prima di arrivare facciamo una deviazione a Costa Nova, località balneare, famosa per le case a strisce e colorate, fantastico! Fotografiamo ogni singola casa, ci fermiamo a dormire ad Aveiro e il mattino dopo partiamo alla volta di Porto o anche Oporto. Dedichiamo a questa splendida città due giorni. Una città veramente bella, divisa in due dal fiume Rio Douro. Il primo giorno dedichiamo la visita alla parte vecchia della città, visitando la stazione dei treni, bellissima con i suoi azulejos, la libreria Lello, la chiesa di sao Francesco e la sera dedichiamo la visita al quartiere della Ribeira, fermandoci in un ristorantino tipico per assaggiare la famosa francesina

  • 29981 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social