Azzorre: che meraviglia

Anno 2005.. Nuove vacanze, nuovo pezzo di mondo da scoprire!! Il viaggio è iniziato il 4.09.05 anzi, almeno 2 mesi prima con la scelta della meta e l'organizzazione del viaggio assolutamente "fai-da-te". Dopo esserci recati in agenzia viaggi e non ...

  • di Laura&Gianni
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Anno 2005.. Nuove vacanze, nuovo pezzo di mondo da scoprire!! Il viaggio è iniziato il 4.09.05 anzi, almeno 2 mesi prima con la scelta della meta e l'organizzazione del viaggio assolutamente "fai-da-te".

Dopo esserci recati in agenzia viaggi e non aver risolto nulla perché i costi aerei erano "lievitati" abbiamo optato per la prenotazione voli tramite Expedia e SATA Airlines risparmiando tantissimo.

Il nostro itinerario: Milano-Lisbona e ritorno (volo) Lisbona-Isola di Faial (volo) Faial - Isola di Pico (traghetto) Pico-Isola di Sao Miguel (volo) Come dicevo partenza 4sett.'05 e arrivo in serata a Faial, piove (aiuto!) e in albergo non c'è posto.. Ma avevamo prenotato??!! Vabbé per 1 notte ci possiamo stare e la serata trascorre sotto la pioggia alla ricerca di un albergo. Per evitare ulteriori brutte sorprese telefoniamo subito ad un albergo sull'isola di Pico e prenotiamo una camera.. Meglio evitare di dormire sotto i ponti :):) Prima isola FAIAL: verdeggiante le cui mete che consigliamo di non perdere sono: - Horta, città principale, particolare soprattutto il porto con i graffiti lasciati negli anni dagli equipaggi delle navi qui approdate.

- Salita al vulcano Capelinhos, si può raggiungere la cima del vulcano più recente formatosi nel 1957-'58.. Sembra di camminare sulla luna - Caldera con salita al Cabeco Gordo (nuvole permettendo) - Baia di Porto Pim con la sua splendida spiaggetta (fare il bagno assolutamente!) - Salita al Monte da Guia con la chiesetta dalla quale si ha una vista fantastica sulla Caldera do Inferno - Varadouro: zona balneare con piscine naturali gradevolissime e vari spiazzi sull'oceano Questi luoghi si possono raggiungere con gli autobus locali, noi però abbiamo preferito l'auto perché amiamo muoverci in assoluta autonomia.

Dopo 3 giorni ci trasferiamo all'isola di Pico, si raggiunge in traghetto (ca. 15'-20'), il biglietto si acquista alla biglietteria sul porto anche solo 1,5h prima di imbarcarsi.

L'isola di Pico è altrettanto verde ma molto più aspra, ci siamo stati 5 giorni, direi troppi per visitarla ma aspettavamo il giorno giusto per fare la scalata al Monte Pico (2350mt), purtroppo però il tempo non siamo stati fortunati e la scalata è rimandata al prossimo viaggio (che ci sarà sicuramente).

I luoghi da non perdere sono: - Lago do Capitao - Gita al faro di Ponta Menhinha - Misterios: colate laviche ricoperte da una vegetazione fittissima - Lajes famosa per l'osservazione delle balene e dei delfini, noi ci siamo andati con i gommoni Zodiac, purtroppo il mare non era in buone condizioni e le balene non si sono avvistate però i delfini erano numerosi ed è stato emozionante (spesa 43Euro per 3 ore di navigazione) - Le piscine naturali di Silveira - La bellissima baia di Pocinho - La Grotta das Turras: grotta lavica di 5km aperta solo quest'anno ai turisti (costo 3Euro) - I vigneti di Santa Luzia, davvero particolari. Pico è zona di grande e ottima produzione di vino. Le viti sono tenute basse per difenderle dal vento; gli abitanti hanno creato dei muretti a secco con terrazzamenti e sentieri, sembrano dei labirinti o disegni geometrici incantevoli.

- Porto Cachorro: la costa è alta e il mare ha formato grotte, archi e piccoli promontori in cui l'acqua entra e esce formando gorghi e spruzzi altissimi se il mare è mosso; c'è anche un camminamento, in parte distrutto dalle mareggiate, ad una altezza di 20mt sul mare.

Proseguendo sulla strada sterrata si raggiunge una zona di lava nera davvero impressionante, solo alcune piantine grasse cominciano ad impossessarsi del territorio. Ancora avanti sino ai paesi neri di Arcos, Lajido e Cabrito, le case, le chiese e le strade sono davvero tutte nere!!! E' giunto il momento di lasciare Pico e con un volo Sata (aereo bielica con 50 posti) raggiungiamo Sao Miguel in cui sostiamo per 6 giorni. Noi avevamo già prenotato il volo con compagnia Sata e quindi abbiamo avuto uno sconto del 50%.. Non male direi! Sao Miguel è l'isola più vasta dell'arcipelago e Ponta Delgada la città principale

  • 5384 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social