Azzorre:amore a prima vista

Sfogliando i cataloghi in previsione di un tour del Portogallo in auto io e il mio ragazzo Michele ci imbattiamo per caso nelle Isole Azzorre, dopo aver fatto alcune ricerche ci diciamo “perchè no?” e cambiamo la nostra meta. Breve ...

  • di Rachele.A
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Venerdì 8/08 Giro a Caldeira Velha, anche qui si trovano delle fumarole e proseguendo per il sentiero una piccola piscina naturale con cascata d'acqua che ci avevano detto essere calda, dopo esserci immersi siamo certi del contrario! Non so se proseguendo per il sentiero si trovi un'altra piscina perché non abbiamo pensato di proseguire, gli spogliatoi in prossimità della piscina sono sporchi da fare schifo, con ogni genere di rifiuto, meglio affidarsi al vecchio asciugamano per cambiarsi... Abbiamo poi proseguito per uno dei luoghi che più ci sono rimasti nel cuore: Lagoa do Fogo, la vista dalla cima del lago è mozzafiato! (Per questo consigliamo di raggiungere il lago dalla parte di Caldeira Velha). Il riflesso del sole che luccica sull'acqua, le pendici dei monti di tonalità di verdi infinite e più in fondo l'oceano ci regalano foto e emozioni indimenticabili. Decidiamo di scendere giù al lago per un sentiero piuttosto ripido che richiede circa 20 minuti per la discesa e un po' di più per la risalita, arrivati giù ci concediamo un bagno rinfrescante nel lago e il benessere è totale! Gli unici rumori che si sentono, infatti, sono quelli dell'acqua e degli uccelli: la nostra vita “normale” è stata completamente dimenticata! Purtroppo dopo qualche ora il cielo comincia ad annerirsi (tipico cambio di tempo improvviso delle Azzorre) e questo ci costringe a malincuore a risalire. Dopo un ultimo sguardo al magnifico panorama ci dirigiamo verso Fajã da Cima, famosa per le coltivazioni di ananas: ci sono varie serre con tutte le fasi della coltivazione, peccato che non ci sia modo di saperne un po' di più su come avviene la coltivazione...Nel negozietto vicino alle serre è possibile degustare un ineguagliabile succo di ananas fresco che, una volta provato, vi farà dimenticare quelli a cui siamo abituati. Incontriamo poi Luis al rent-a-car dove riconsegniamo l'auto e facciamo un altro giro dell'isola per tornare a casa fermandoci con lui a bere qualcosa in un locale con vista oceano: che bella compagnia! La sera il sempre gentilissimo e premuroso Luis ci presta l'auto di Amorita per andare a cena, visto che, dato che domani dobbiamo partire, non è rimasto praticamente nulla in frigo! Ceniamo al “Briza do Mar” , ma né la carne né il pesce sono un gran che e anche se abbiamo speso solo 19 euro non siamo per niente soddisfatti.

Sabato 9/08 Passiamo la mattina pigramente stando a letto un po' più del solito e rifacendo i bagagli, Luis ci accompagna in aeroporto da dove prendiamo il volo di circa un'ora per Terceira. Jean Claude ci attende all'aeroporto, Rural Salga è molto accogliente e ospitale, in stile esotico; passiamo il resto del pomeriggio a bordo piscina a leggere e sonnecchiare e la sera ci dirigiamo a piedi al “Boca Negra”, la macchina infatti arriverà solo domani. Mangiamo un'ottima “alcatra de peixe”: una zuppa di pesce davvero saporita a soli 24,40 €! Ci accorgiamo per caso che tutti i clienti del locale sono italiani! Ne approfittiamo per fare due chiacchiere, visto che l'alternativa era andare subito a casa. Domenica 10/08 Visita ad Angra do Heroismo, molto carina con i suoi mille vicoletti e i palazzi color pastello. Approfittando del bel tempo prenotiamo il whale watching al porto di Angra (è dentro l'unico baracchino che c'è proprio di fronte al porto) per 50 € a persona con un piccolo corso iniziale sui vari abitanti dell'oceano; purtroppo le balene non si sono fatte vedere, in compenso però abbiamo avvistato un branco di delfini “Stenella”: uno spettacolo davvero emozionante! Finito il giro in barca proseguiamo il giro della città, prendiamo un aperitivo al porto e dopo una cena nella piazzetta di Angra alla modica cifra di 8 € assistiamo ad uno spettacolo folkloristico in cui erano rappresentati vari popoli d'Europa

  • 9941 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social